Ci voleva John Mellencamp per salvare Meg Ryan dal ruolo di eterna fidanzatina d'America?

Silenziosi, discreti, insieme (on/off) dal 2011 e forse presto sposi: mitologia di una coppia diversa dalle altre.

image
Getty Images

This is the story of Jack and Diane, questa invece è la storia di Meg Ryan e John Mellencamp fidanzati, silenziosi, in un equilibrio tutto loro. La storia d’amore che cita una delle canzoni più famose dello scontroso cantautore americano che da anni affianca l’ultima, vera fidanzatina d’America, indiscussa regina dell'orgasmo finto. E dopo qualche crisi, un on/off, un anello consegnato nel 2018 pur senza reali prospettive di matrimonio in vista, le case allegramente separate e sparse tra gli Stati Uniti, la coppia John Mellencamp Meg Ryan sembra aver trovato la propria personalissima formula della felicità.

Chi è John Mellencamp fidanzato di Meg Ryan, chi è l’uomo che è riuscito a dare la spinta definitiva e a traghettare la protagonista di Harry ti presento Sally lontana dai (pre)giudizi di Hollywood e dall’incasellamento sempre negli stessi ruoli da tenera single un po’ svampita, la sweetheart in golfini pastello? Quando parlare di "Meg Ryan capelli" significava toccare un tema più scottante del taglio di Jennifer Aniston ai tempi di Friends, tanto erano iconici? Meg Ryan oggi ha dimenticato quelle forzature da showbiz a tutti i costi, ha messo da parte anche il passaggio per la chirurgia estetica tanto criticato (sai che novità) sui tabloid di tutto il mondo: ci è voluta la vicinanza di John Mellencamp, con cui la relazione è iniziata nel più completo riserbo nel 2011. Meg Ryan veniva dai 10 anni di matrimonio con Dennis Quaid dal quale ha avuto il figlio Jack (in seguito, nel 2006, avrebbe adottato anche una bambina, Daisy). Quello che sembrava l’amore più solido dello spettacolo hollywoodiano sbatté violentemente contro i muscoli di Russell Crowe, compagno di set di Meg Ryan per il film Rapimento e riscatto nel 2001. Un flop al botteghino, un flirt prolungato, le copertine dei giornali di gossip e di cinema che speculano sulla situazione: la carriera e i film di Meg Ryan, già in lieve calo rispetto ai gloriosi anni 90, subirono anche per questo una battuta d’arresto.

View this post on Instagram

Friday’s coming...

A post shared by Meg Ryan (@megryan) on

John Mellencamp, dal canto suo, non era stato tutta la vita ad aspettare l’attrice. Né, per attitudine, lo avrebbe mai fatto. John Mellencamp anni 68, classe 1951, una fama cantautorale costruita canzone dopo canzone, esponente principale dell’“heartland rock” come viene definita la sua musica, John Mellencamp mogli ne ha avute tre e in totale porta in dote cinque figli. La prima, Priscilla Esterline, rimase incinta al liceo e rese il cantante papà della prima figlia Michelle ad appena 18 anni, fresco di diploma, mentre cercava di trovare la strada della propria vita. Scriveva canzoni, ma non pensava di essere sufficientemente bravo: gli piacevano molto di più droghe ed alcol, e all’università di Vincennes in Indiana, il suo stato di origine, diede ampia dimostrazione di quanto riuscisse a farsi con facilità. Ma la musica in qualche modo lo chiamava. Si trasferì a New York dove gli fu però imposto un nome d’arte, con la scusa che il cognome Mellencamp, di origini tedesche, non potesse garantire le vendite. Fu così che John Mellencamp divenne Johnny Cougar.

“Non lo seppi finché non lo vidi stampato sulle copertine. Provai a obiettare, mi venne risposto che o mi andava bene, o non avrebbero fatto uscire il disco. Accettai, ma mi sembrava un nome molto scemo” confessò poi Mellencamp in un’intervista del 2005. Erano gli anni 70, l’America era terreno più che fertile per i talenti in grado di cantarla: ma quel primo album di John Mellencamp/Johnny Cougar fu un disastro totale. Ci sarebbe voluto il 1982 perché le classifiche si accorgessero di quel cantore un po’ sbilenco, ruvido, dalla voce potente e nasale. Un American Fool, il titolo del disco più famoso di John Mellencamp, che avrebbe presto cambiato le carte in tavola. Era lì il singolo che avrebbe fatto un successo di classifiche, Jack&Diane, storia d'amore di persone normali come forse non si sentivano da tempo.

Getty Images

Nel frattempo Mellencamp aveva divorziato dalla prima moglie per sposare Victoria Granucci, dalla quale avrebbe avuto le figlie Teddi Jo e Justice. Ma anche questo matrimonio era destinato a finire, e all’apice massimo di carriera del cantautore, nel 1989, prontissimo alla definitiva transizione da Johnny Cougar al vero John Mellencamp. Ma il cantautore in grado di litigare a mezzo musica con l'allora presidente USA Ronald Reagan, tra i più veementi nel vietare l’uso delle proprie canzoni per le campagne elettorali dei repubblicani, di simpatie democratiche ma non per questo disposto a cedere i brani negli spot dei politici, 13 volte nominato ai Grammy Awards, non aveva intenzione di restare solo a lungo. E nel 1992 sposò la modella Elaine Irwin, che gli sarebbe stata accanto per 18 anni e con la quale avrebbe avuto altri due figli, Hud e Speck, prima di separarsi nel 2010.

Il momento era arrivato. L'incontro John Mellencamp e Meg Ryan avviene nel 2011, in età adulta. Si scelgono, da bravi protagonisti di prima fila che in un determinato momento hanno deciso di saltare fuori dal cerchio e dalle categorizzazioni dello showbiz. Meg Ryan recita sempre meno, si gode quello che è stato il peak di carriera. John Mellencamp canzoni continua a scriverne, ha messo in tasca anche l'ingresso nella Rock'n'Roll Hall Of Fame e ha diversificato l’attività riscoprendo il suo antico amore per la pittura. A guardarli bene, ricordano Daryl Hannah e Neil Young, un'altra coppia attrice + cantautore particolarmente amante della riservatezza. “Si trovano su tanti livelli, John ama la personalità di Meg, la sua intelligenza, e il suo sense of humor. Meg è affascinata dal suo talento” rivelarono i beninformati a People nel 2018. Ma in quei sette anni ci sarebbero stati un’altra separazione, un allontanamento reciproco, una nuova fidanzata per John Mellencamp (la modella Christie Brinkley, durata appena un anno) e la presa di coscienza che no, non potevano stare lontani. I loro cuori, almeno, dovevano essere certi dei rispettivi sentimenti. Poco importa che Meg Ryan oggi viva a New York con la figlia Daisy e John Mellencamp preferisca invece bazzicare nel suo amato Indiana, anche se ha comprato e ristrutturato un loft a SoHo, nella stessa strada di quella della fidanzata, pur di starle più vicino. E pur dimostrando di essere sempre il solito burbero che nega l’evidenza, il moody boy che non cresce mai. (“Per vivere una vita da artista devi creare ogni giorno, quando stavo a casa sua non c’era posto per dipingere, per scrivere, quindi ho comprato questo posticino” ha rivelato a Architectural Digest), John Mellencamp oggi non può stare troppo distante da Meg Ryan. “Sono diversi ma sono in grado di gestire le rispettive differenze. Sono sufficientemente maturi da sapere cosa vogliono” raccontavano le fonti. John Mellencamp e Meg Ryan fidanzati, forse pronti a sposarsi forse no, mai (più) disposti a cedere a compromessi facili, vicini di casa e ognuno con la sua privacy. Che sia questo il modo per godersi davvero la vita a due?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip