Quello che Amber Heard oggi rivela su Johnny Depp fa molto, molto, male

Nuovo capitolo del divorzio tra i due: nuove accuse pesanti e da verificare, ancora. Mentre il profilo di Johnny Depp diventa sempre più complesso.

image
Getty Images

Johnny Depp e Amber Heard, la storia infinita. Ma non d’amore. No, non sono tornati insieme, né lo faranno mai. L’ultimo capitolo della saga lo ribatte l’attrice di Aquaman rispondendo alla causa intentata dall’ex marito dopo la lettera aperta di Amber Heard al Washington Post. Johnny Depp l’aveva denunciata per diffamazione e lei ha risposto per le righe: o meglio, con le carte. Stando a quando depositato in tribunale a Los Angeles e rivelato da PageSix, Amber Heard oggi ha dettagliato in un nuovo documento le violenze e le percosse subite da Johnny Depp nel corso del loro brevissimo matrimonio. Johnny Depp The Monster, così l’attrice lo chiamava quando, imbenzinato da vari tipi di droghe e alcol, il suo uomo si trasformava in un violento picchiatore.

“Qualche volta, quando prendeva roba mischiata a medicinali, dovevo portarlo dal medico. Qualunque cosa usasse mi preoccupavo per noi due. Era una persona completamente diversa, violenta e delirante. Lo chiamavamo Il Mostro’” ricorda Amber Heard oggi. Lui non ricordava i suoi stati di alterazione, prometteva che non sarebbe successo ancora, si profondeva in messaggi di scuse. La stessa attrice era convinta che fosse soltanto una fase passeggera e che tutto sarebbe migliorato. Un viaggio in aereo privato nel 2014 fu l’allarme definitivo, Johnny Depp era salito a bordo già ubriaco e visibilmente alterato. “I suoi responsabili mi dissero che era sconvolto per una scena d’amore che avevo girato con James Franco il giorno prima. Johnny ha iniziato a tirarmi oggetti addosso. Non ho reagito, mi sono spostata e basta, ma non si è fermato”. La provocazione di Depp è continuata finché la moglie non si è alzata in piedi: è stato allora che l’attore le ha dato un calcio nella schiena, le ha lanciato uno stivale e poi è scappato in bagno, dove infine è svenuto.

Insieme al matrimonio nel febbraio 2015, peggiorarono anche le violenze. Le sberle, le mani sul viso, i calci, i pugni che la mandavano a terra, gli sputi, gli insulti, i capelli afferrati come una corda per tenerla e colpirla meglio. Amber Heard ha raccontato di tre giorni d’inferno vissuti in Australia, un mese dopo il matrimonio, tra percosse di ogni tipo e una suite d’albergo devastata dalla furia di Johnny Depp, che poi fu ricoverato in ospedale nel più completo riserbo. “Mi sono rimasti un labbro spaccato, il naso gonfio e tagli su tutto il corpo. Ho ancora le cicatrici dell’incidente sulle braccia e sui piedi”. Non era così solo con lei: stando a quanto testimoniato, una volta Amber Heard dovette difendere anche la sorella Whitney, che Johnny Depp era pronto a picchiare.

La misura si colmò definitivamente a fine 2015, neanche un anno di matrimonio e l’inferno vissuto anticipatamente. All’ennesimo litigio, Amber Heard gli disse che pensava di lasciarlo e che avrebbe chiamato la polizia. Johnny Depp minacciò di ucciderla. “Mi ha presa per i capelli, mi ha dato schiaffi in faccia e mi urlato una cosa tipo “Ti ammazzo, ti ammazzo, hai capito?” C’erano i miei denti e i miei capelli in giro per la stanza” ha rivelato l’attrice. Depp la trascinò sul letto per picchiarla ancora, rompendo persino la rete, ed era talmente fuori di sé che Amber Heard pensò davvero di morire. Non sarebbe finita, però, non ancora. Nonostante l’ordine restrittivo, le denunce, le testimonianze dei vicini, il divorzio Amber Heard Johnny Depp sarebbe stato depositato solo nel gennaio 2017. Amber Heard avrebbe attraversato poi il suo peggior momento umano di fronte a chi non le credeva. “Mi hanno dato della bugiarda, hanno detto che avevo falsificato i segni delle botte. Ho perso ruoli per cui avevo già superato i provini, persone che non conoscevo mi minacciavano di violenze o di morte, dovevo cambiare il mio numero di telefono ogni settimana”. C’è stato anche il ribaltamento di paradigma: Amber Heard contro Johnny Depp, lei che picchia l’intoccabile pirata di Hollywood per prima. “Non ho mai attaccato Johnny se non per legittima difesa, non ho mai abusato fisicamente di nessuno. So cosa succede quando lo si fa” ha replicato l’attrice nella sua lunga testimonianza.

È la prima volta in assoluto che Amber Heard fa il nome di Johnny Depp come del suo aguzzino violento e causa della fine del loro rapporto. L’accordo di mutuo silenzio firmato per il divorzio non le ha permesso, finora, di raccontare la sua versione dei fatti facendo nomi, cognomi e soprannomi. Le vite vanno avanti, Amber Heard si è fidanzata con Andy Muschietti e sembra decisamente più serena. Dalla parte di Johnny Depp e dei suoi avvocati continuano a trincerarsi sulla falsità delle accuse dei racconti di Amber Heard, sostenendo che nulla di ciò che ha rivelato nel corso della sua ultima deposizione sia vero. Il tema continua ad essere delicatissimo. E solo con altrettanta attenzione riusciremo a capire se e quanto quel mostro sia davvero Johnny Depp. E non solo una sua versione pericolosa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip