La breve vita della principessa Cecilia, la sorella preferita del principe Filippo (parte prima)

Quando era appena un adolescente il futuro duca di Edimburgo aveva tre sorelle, ma con una di queste aveva stretto un legame importante destinato a durare un battito di ciglia.

Il principe Filippo ha avuto una sorella preferita, si chiamava Cecilia e curiosamente, la sua storia è poco raccontata. Il sarcastico duca di Edimburgo, marito della regina Elisabetta II, è uno dei membri della famiglia reale più popolari, nella classifica di gradimento dei sudditi di Sua Maestà, a 99 anni compare al quinto posto ma solo perché è superato dalla moglie, dai due nipoti (Harry ancora secondo, William terzo) e dalla nuora Kate Middleton. Eppure, in pochi sanno i dettagli della sua famiglia, quanti fratelli e sorelle ha avuto, la sua storia, e se sua madre Alice di Battenberg sta vivendo un momento di riscoperta è grazie alla serie tv The Crown che le ha dedicato una puntata. La storia della principessa Cecilia di Grecia e Danimarca è invece un romanzo breve, intenso e dolceamaro. La sorella dell’uomo sposato alla regina più potente del mondo non ha avuto molto tempo per compiere grandi imprese, ma ha lasciato dietro di sé alcuni misteri e molta tenerezza, che è bello conoscere.

ullstein bild Dtl.Getty Images

Estate del 1911, la famiglia reale di Grecia è in vacanza al palazzo di Tatoi, la splendida tenuta estiva a 27 chilometri da Atene. È il 22 giugno e la fragile principessa Alice di Battenberg, la consorte del principe Andrea di Grecia e Danimarca, figlio di re Giorgio I di Grecia e di Olga Costantinovna di Russia, sta dando alla luce la sua terza figlia. Le prime due, Margarita e Teodora hanno rispettivamente sei e cinque anni. Alla nuova bimba viene dato il nome di Cecilie, ma per tutta la vita verrà chiamata Cécile, alla francese. Il battesimo si tiene pochi giorni dopo, il 2 luglio, e come padrini e madrina della bambina furono scelti il re Giorgio V del Regno Unito, il Gran Duca Ernst Louis di Assia, il principe Nicholas di Grecia e la Duchessa Vera di Württemberg. Le famiglie di tutti questi personaggi sono in qualche modo legate da parentele grazie ai matrimoni combinati fra i nove figli della leggendaria regina Vittoria e membri delle varie famiglie reali europee. Tre anni dopo, la principessa Alice di Battenberg metterà al mondo ancora una bambina Sophie, e nel 1921 un maschio, Filippo. Nel frattempo, nel 1913 re Giorgio I di Grecia, era stato assassinato e il trono era passato al fratello di Andrea, Costantino, ma erano tempi difficili per la monarchia greca, il popolo protestava per la neutralità durante la Prima Guerra Mondiale e poi per la sconfitta nella guerra greco – turca. Costantino era stato costretto ad abdicare e la famiglia reale greca era fuggita in esilio, con il piccolo Filippo, come vuole la leggenda, portato via dai genitori in una cassetta della frutta come culla.

Hulton ArchiveGetty Images

A quel punto la principessa Alice di Battenberg iniziava già a manifestare i problemi psichiatrici che la tormenteranno per quasi tutta la vita. Filippo e Cecilia, anche se separati da dieci anni, si appoggiavano molto tra loro. Il marito Andrea si allontanò da lei, la famiglia si disintegrò. Alice iniziò il suo calvario negli ospedali psichiatrici, suo marito andò a vivere a Montecarlo dove morirà nel 1944 senza aver dato sue notizie alla famiglia per cinque anni, Filippo visse prima a Parigi con la madre e poi venne praticamente adottato dagli zii Mountbatten. Alle sorelle non restava che fare buoni matrimoni, praticamente tutte fra il 1930 e il 31. Sophie, la più giovane delle quattro sorelle, fu la prima a sposarsi col principe Christoph d'Assia a soli 16 anni, Margarita sposò il principe Gottfried di Hohenlohe-Langenburg, uno dei pronipoti della regina Vittoria, e Teodora sposò il cugino paterno di secondo grado Berthold. La ventenne Cecilia dalle guance paffute, la bocca a cuore e i modi gentili si sistemò col granduca ereditario di Assia e dal Reno, il 25enne Georg Donatus, rinomato per gli occhi azzurri e i lineamenti perfetti che ne facevano uno degli aristocratici europei più belli e desiderati. I due giovani si unirono in una cerimonia sontuosa nella città di Darmstadt, nell’Assia. Un anno dopo, Cecilia aveva già dato alla luce il suo primo figlio, il principe Ludwig. Nel 1933 fu la volta del principe Alexander, mentre la principessa Johanna arrivò nel 1936. Cecilia e Georg non erano una coppia con i riflettori puntati addosso, per cui le notizie sulla buona riuscita del loro matrimonio sono arrivate a noi tramite le testimonianze, le lettere e i racconti di chi li frequentava e gli è sopravvissuto. Tutti erano concordi nel dire che si trattava di una famiglia felice, tanto che nel 1937 la 26enne principessa Cecilie stava aspettando il suo quarto figlio. Cecilie, intanto, era in contatto con le sorelle e con l'adorato fratello. Filippo era andato a vivere per un periodo da Teodora, in Germania, ma pare che dopo l’ascesa di Hitler avesse avuto un cattivo presentimento e preferì trasferirsi in Scozia, dove aveva continuato gli studi. Di lì a poco, sommando l’esilio, la malattia della madre e un nuovo tragico evento, nascerà la leggenda secondo cui la sua famiglia era maledetta.
(Continua qui)

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip