La storia tenera e segreta delle scarpe da sposa di Lady Diana

Un inconveniente da evitare, uno stilista paziente, un codice nascosto: la storia delle wedding slippers della principessa triste.

Di Lady Diana Spencer, principessa del Galles, sembra che si sia detto tutto, e con l’ultima stagione di The Crown, si è visto di tutto, anche i lati più tragici dei suoi disordini alimentari che hanno mandato su tutte le furie la famiglia reale inglese. Eppure, c’è qualcosa di Diana cui si parla poco. È la sua rimarchevole altezza che raggiungeva i 178 cm, insospettabile a guardarla in foto o nei filmati dell'epoca. Una misura da topmodel, ma anche la stessa altezza del principe Carlo, sul quale la principessa rischiava di svettare indossando tacchi molto alti. È da questo dettaglio che parte la storia delle scarpe che Lady Diana indossò per il suo matrimonio il 29 luglio 1981.

Le scarpe indossate dalla principessa Diana al matrimonio
William Thomas CainGetty Images

Quel giorno in cui milioni di spettatori seguivano le nozze in tv, c’era molta aspettativa per l’abito da sposa di Lady Diana, la diciannovenne sconosciuta fino a quando il comunicato di Buckingham Palace aveva annunciato il fidanzamento del primogenito della regina Elisabetta e del principe Filippo. Oggi quell’abito da sogno, una cascata spumeggiante di soffice taffetà avorio, il velo di pizzo lungo 7,62 metri, la tiara di del XVIII secolo, sono arcinoti. Ma le scarpe da sposa di lady Diana indossate sotto quel tripudio di stoffe nuziali - a distanza di 40 anni, metafora della pesantezza che la principessa triste avrebbe poi sopportato -, sono rimaste sempre nascoste.

Anwar HusseinGetty Images

Si trattava di un paio di slipper disegnate dal creatore di scarpe delle dive Clive Shilton, con un tacco così basso, senza essere delle ballerine, che permetteva alla principessa di non essere più alta dello sposo. Diana e Shilton discussero per sei mesi sulla scelta del modello e alla fine la principessa optò per un paio in seta, a punta, con la sagoma di un cuore sul dorso, ricamate con 542 paillettes e 132 perle abbinate all’abito. Anche le suole erano state studiate per l’evento, realizzate con una particolare pelle antiscivolo decorata fiori ("che la gente avrebbe visto solo nel caso in cui Diana fosse caduta, ma per fortuna non è successo", raccontò lo stilista). Inoltre, Diana, che al tempo riponeva molta fiducia in quella unione, chiese allo stilista di includere un messaggio d’amore invisibile: le due iniziali "C" e "D" dipinte appena sotto il tallone, con un cuore tra ogni lettera. Purtroppo, tutto questo non ha funzionato. O per lo meno sembra aver fatto sì che questo sfortunato matrimonio finisse calpestato. Fino a non poterlo aggiustare più.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip