Quella volta in cui lady Diana sfidò la regina mettendo il collier sulla fronte

Tra le tante piccole cose che minarono il rapporto fra la regina Elisabetta e la moglie di suoi figlio c'è stato anche il danno (per dispetto) a un gioiello della Corona.

Lady Diana aveva uno stile molto particolare che oscillava tra il desiderio di sperimentare tipico della sua giovane età - aveva solo 19 anni quando si è fidanzata con il principe Carlo – e la necessità di rispettare le regole del protocollo. A causa di questo contrasto, alcuni dei suoi look durante il matrimonio con l’erede al trono del Regno Unito sono risultati oggetto di critiche e controversie, e uno di quelli forse meno riusciti è considerato l’abito di satin verde che ha indossato in occasione della cena di gala al Southern Cross Hotel di Melbourn il 31 ottobre del 1985. Ma di quel look ciò che ha suscitato più dubbi, e un filo di disapprovazione, è stato il diadema che portava sulla fronte. Una delle persone che non apprezzò affatto quel gioiello usato come una fascetta per l’aerobica è stata proprio la regina Elisabetta. Motivo?

Anwar HusseinGetty Images

Nonostante l’etichetta, nonostante le nozze con un principe, nonostante la maternità giovanissima, Lady Diana era una ragazza degli anni 80, la vera ragazza anni 80 che impazziva per i musicisti delle band britanniche (con le quali poteva fare amicizia), che amava fare fitness con il body di raso elastico e gli scaldamuscoli e che indossava le fascette sulla fronte, a volte anche quando non stava facendo palestra. Le ragazze degli anni 80, lo diceva anche la canzone di Cindy Lauper, volevano solo divertirsi, e per quello che sappiamo Diana aveva poco margine di divertimento, e quel poco spazio che si era ritagliata consisteva nell’elaborare e modificare i look che spesso ne penalizzavano le gambe bellissime o le spalle perfette. Ma non si limitava ai soli abiti: capitava che i gioielli di lady Diana, che le erano stati donati prima e dopo le nozze, venissero modificati in modi non conformi al protocollo.

Quella volta in Australia, Diana si presentò al ballo indossando un diadema che in un primo momento lasciò perplessi gli esperti di affari reali, fino a quando non lo riconobbero. Quello che Diana stava indossando mentre volteggiava fra le braccia del marito era in realtà una collana che faceva parte dei gioielli del tesoro che le era stata donata dalla regina Elisabetta in persona. Il choker era un pezzo antico, in diamanti e smeraldi, che la regina Mary di Teck, moglie di re Giorgio V, aveva fatto adattare con discrezione alle sue misure, e che poi aveva lasciato in eredità alla nipote Elisabetta in occasione dell’incoronazione del 1953. Si trattava di un pezzo a cui la regina teneva molto, ma che aveva deciso a sua volta di tramandare a Diana come regalo di nozze. Secondo la biografa reale Kitty Kelley, l'idea di lasciarlo così le venne perché cercò di infilare la collana senza slacciarla e le venne suggerito di lasciarlo così perché le stava bene. Va secondo le fonti vicine alla regina, nel 1985, vedendo cosa ne aveva fatto Diana, la regina si irritò parecchio, anche perché in altre occasioni Diana ripropose quella “fascetta per la fronte” dal valore incalcolabile anche di giorno, mentre il protocollo suggerisce che le donne della famiglia reale non indossino mai i diamanti prima del tramonto. Un dettaglio di cui 35 anni fa nessun commoner fu in grado di percepire la gravità. Ma che oggi sappiamo che rappresentò una delle occasioni in cui il rapporto fra la principessa triste e la famiglia di suo marito si compromisero, fino a diventare irreparabili.

Anwar HusseinGetty Images

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip