La legge che rende impossibile l'aborto in Texas è stata bloccata

Un giudice ha sospeso la misura che impediva alle donne texane di interrompere la gravidanza dopo la sesta settimana.

ddd
Mint ImagesGetty Images

Ci avevano provato molte associazioni, era stato invocato l'intervento della Corte Suprema, i cui membri però al momento sono in larga parte antiabortisti, ma niente aveva funzionato per bloccare la legge entrata in vigore in Texas il 1 settembre, che non consente l'aborto oltre la sesta settimana di gravidanza, un arco di tempo in cui è difficile persino capire se si è in gravidanza. Alla fine c'è riuscito un giudice distrettuale, anche se non è una vittoria definitiva. Si chiama Robert L. Pitman e ha accolto la mozione del Dipartimento di Giustizia per un ordine restrittivo temporaneo affinché la costituzionalità della legge sia ulteriormente discussa nei tribunali. "Dal momento in cui l'SB 8 (il numero della Senate Bill relativa alla legge, ndr) è entrato in vigore, alle donne è stato illegalmente impedito di esercitare il controllo sulla propria vita in modi protetti dalla Costituzione", ha dichiarato Pittman nella sua sentenza, finendo nelle tendenze sociale e diventando l'eroe della giornata per molte donne americane. "Se altri tribunali decideranno diversamente, per ora questa Corte non permetterà che per un solo giorno in più vada avanti questa offensiva privazione di un diritto così importante". La sentenza è importante anche perché il precedente creato da questa legge sta incoraggiando altri stati dove si cerca da molto tempo di abolire definitivamente ogni forma di interruzione di gravidanza. Con questa ordinanza Pitman è riuscito invece ad aggirare lo schema di applicazione della legge che sembrava inattaccabile, e del quale si vantavano i suoi sostenitori perché era stato messo in atto proprio per complicare il percorso legale che si segue negli Usa per ottenere ordini di blocco delle leggi estreme. Mentre le associazioni antiabortiste, che hanno soprannominato la legge Heartbeat Act facendo riferimento alla erronea convinzione che le pulsazioni elettriche dell'embrione dopo le sei settimane siano già battiti del cuore, hanno annunciato di voler presentare ricorso, nel frattempo le donne texane tirano un sospiro di sollievo e non hanno bisogno di varcare i confini dello Stato per interrompere una gravidanza indesiderata. Perché fino a quando non interverrà un tribunale superiore, la sentenza di Pitman fermerà l'applicazione della legge in Texas.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito