Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Perché il caschetto di Coco Chanel fu una scelta obbligata?

Un epic fail diventato mito e la potenza di una scelta (di bellezza) imposta ma assoluta.

Getty Images

Una donna che si taglia i capelli è una donna che sta per cambiare vita. Per citare Coco Chanel, che di tagli cult e coolness (termine che se sapesse!) se ne intendeva parecchio. Conosceva bene il potere di un buon taglio e sapeva che un haircut riuscito alla perfezione poteva stravolgere la vita (e fare tendenza). Non solo la percezione estetica, l’accrescimento della sicurezza di sé, alimentata anche dall’apprezzamento altrui, il taglio riuscito può semplificare anche la gestualità ed elevare il livello di praticità - un bob ad esempio, è improvvisato di natura e non ha bisogno di cure né piega. Tempo massimo per sistemarlo? Dieci minuti scarsi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ma se, al contrario, Coco avesse maturato queste certezze perché costretta? E se fosse in primis lei quella donna che taglia i capelli per cambiate vita, o meglio, sistemarla? Negli anni Venti Coco Chanel portava il capello corto come nessuna. E, da cacciatrice di stile qual era, lanciò la moda del bob à la Coco. Anche se scorgerlo per intero sotto le sue immancabili cloche con nelle foto d’archivio è davvero dura. Ma il merito è doppio perché quell’intuizione fu la conseguenza di un problema da risolvere. La creazione del caschetto di Coco, infatti, è merito di una fatalità. Coco si bruciò accidentalmente i capelli sul fornello compromettendone gran parte, quindi fu costretta a tagliarli. Quando si dice, spiccato problem solving. Quindi, ecco spiegata la genesi di una tendenza. Un caso.

Getty Images

Un epic fail di bellezza può quindi trasformarsi nell’occasione più propizia della vita? Se sei Coco Chanel sì. Ma anche se di nome fai Beyoncé. Anche a lei è successo un incidente simile, quando sul palco durante una performance la sua chioma impazzita si è impigliata in un ventilatore. The show must go on tra una extension tranciata e l’altra. Queen B(ee) fu costretta a correre ai ripari e a optare per un quasi obbligato bob. La storia si ripete, e la potenza della scelta (di beauty-stile) perfetta, anche.

Da quell’incidente dal quale nacque il mito, nessuno ha più fatto nulla di nuovo, in bellezza né in moda. Tutto o quasi torna ad allora. E di bob ne è pieno il mondo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Capelli