A chi sta bene l'auburn, tra le più vibranti tendenze colore capelli del 2018?

Una tonalità tra il castano dorato e il mogano da scegliere tenendo conto (anche) della carnagione.

Con vibranti e profondi riflessi bordeaux, l'auburn, o ramato, sublima i capelli castani e sia le carnagioni chiare sia quelle mediterranee. Vanessa Giani, responsabile della formazione Francia Jean Louis David (***nota per le lettrici italiane, il responsabile della formazione Italia è Tiziano Rossi, ndr), ci racconta tutto di questa tonalità must have. «L'auburn è difficile da definire. Ha dei toni bordeaux, abbastanza profondi, con una base piuttosto scura», spiega. Pertanto, il colore auburn diventa (più) vibrante sui capelli castani. Su una base bionda darà un aspetto più ramato. Possiamo realizzarlo anche su una base rossa o mogano.

Su quale base realizzare un colore auburn? Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, i capelli auburn non stanno bene a tutte le donne. Vanessa Giani avverte: «per prima cosa bisogna prendere in considerazione la carnagione prima di passare a questo colore perché potrebbe dare un tono grigiastro alla pelle del viso».

Il colore auburn si sposa perfettamente con una carnagione molto chiara, come quella dell'attrice Lily Collins, che infatti l'ha portata per un certo periodo, o Emma Stone cui dona moltissimo esattamente come il rosso ramato. Anche le donne castane con una carnagione mediterranea possono "permetterselo" perché riscalda ancora di più il colore della loro pelle. L'unico rischio è, al contrario, che se si ha la carnagione troppo pallida, l'auburn potrebbe dare un aspetto un po' gotico.

Le diverse tonalità dell'auburn. Questo colore cambia da una donna all'altra, poiché prende riflessi diversi a seconda della base naturale. Così, su una base molto scura, l'auburn avrà riflessi dal rosso al porpora, mentre su una base castana avrà sfumature più ramate e aranciate.

Quale tecnica di colorazione usare per avere una chioma auburn? Vanessa Giani consiglia di iniziare con una colorazione gloss o temporanea, per vedere se ci piace il risultato, prima di passare a una colorazione a ossidazione, che durerà più a lungo. La manutenzione dell'auburn è piuttosto impegnativa: «questo colore tende a sbiadire rapidamente, quindi è necessario mantenerlo vivo con uno shampoo o un booster di colore, da applicare a casa almeno ogni due shampoo».

Il consiglio dell'esperto: se si desidera un colore intenso meglio sfoggiare l'auburn in autunno o inverno. Questa tonalità in estate, infatti, tende a perdere rapidamente profondità, a causa del sole e/o del cloro.

Via marieclaire.fr

photo: GettyImages.com

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Capelli