«La manicure in gel fa venire il cancro, guardate cosa è successo alla mia amica»

La storia vera che riapre il caso beauty rimasto in sospeso da 4 anni.

Se manicure perfetta potrebbe fare rima con smalto in gel arriva la conferma di una preoccupante ricerca destinata a sfatare istantaneamente questa beauty certezza. Il dubbio arriva via social dove un un big drama di una giovane ragazza inglese (o meglio dell'amica di una giovane ragazza inglese) riapre il dibattito che nel 2013 aveva aperto uno studio scientifico condotto dagli esperti della School of Medicine di New York: ovvero il potenziale effetto cancerogeno della manicure permanente o semi-permanente. No, il problema non sono gli smalti, per quanto vi avessimo già raccontato che fai-da-te e smalto in gel non siano pratiche sensate. Ma andiamo con ordine e partiamo da questo post su Facebook:

L'amica di Lauren Ann ricorre da anni alla manicure in gel, ha visto comparire sotto le sue unghie delle strane macchie scure e si è allarmata. Di lì a breve un dermatologo le ha diagnosticato una rara forma di cancro: quella riga sotto l'unghia era un melanoma. «Prima della sua diagnosi non avevo proprio mai considerato i pericoli della luce UV sulla pelle», spiega Lauren nella didascalia. «Fortunatamente la mia amica non ha più problemi ora perché essendo una persona intelligente ed essendosi accorta del problema in tempo è andata da un dermatologo che le ha diagnosticato una rara forma di cancro. Così si è sottoposta a un intervento chirurgico e oggi sta bene...».

Se il problema non sono gli smalti lo sono invece, come aveva già concluso la ricerca scientifica, i fornetti a raggi UV indispensabili, tra una limatura e una smerigliatura dell’unghia, per fissare gli strati di gel stesi sull’unghia. Uno step indispensabile per le manicure semi-permanenti per asciugare lo smalto e regalare alle unghie un nuovo aspetto, lucido, curato e impeccabile. Questi fornetti, secondo gli esperti d’oltreoceano, sarebbero da additare come cancerogeni perché in tutto e per tutto uguali a una lampada abbronzante, già nota per i suoi effetti deleteri sulla salute della pelle. Ma con l’aggravante che quelli per unghie non sono nemmeno regolabili in termini di intensità e perciò spesso sono potentissimi. Il rischio quindi non è per le unghie in sé ma per la pelle che le circonda che a contatto con la luce potrebbe subire degli shock non indifferenti.

La risposta assoluta purtroppo non possiamo darvela ma una cosa è certa: se siete abitudinarie della manicure in gel sarebbe il caso di non esagerare e, soprattutto, di monitorare -COSTANTEMENTE- lo stato delle vostre dita.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Makeup