Nella scia dell'Acqua dell'Elba c'è tutto l'amore e la "nostalgia dello scoglio"

I fondatori dell'azienda ci hanno svelato, veleggiando intorno all'Elba, la storia di una realtà imprenditoriale unica in Italia.

image
Acqua dell'Elba

Chiunque abbia vissuto, anche se solo se per i pochi giorni di una breve vacanza, in un luogo straripante di meravigliosa natura selvaggia una volta lasciato questo luogo, il più delle volte traghettando verso il "continente", ne sentirà un'indescrivibile mancanza. Questo sentimento comune a chi si trova a dovere salpare dall'Isola d'Elba si chiama "nostalgia dello scoglio". Per contrastare questa malinconia e avere l'essenza di quest'isola sempre nel cuore e "a portata di naso" una ventina di anni fa tre elbani decisero di ricrearla e custodirla in uno "scrigno". Nacque così il marchio Acqua dell'Elba.

Arcipelago di Acqua dell’Elba
Nedo Baglioni

I suoi accordi riflettono la natura e la poesia dei paesaggi unici dell'Arcipelgo Toscano. Un jus femminile fresco e sensuale che mixa note fruttate (limone, mandarino e albicocca), fiorite (gelsomino, elicriso, acacia e fiori d’arancio) e legnose (cedro, corbezzolo e muschio). Arcipelago (EdP 100 ml 74 euro, 50 ml 53 euro – EdT 100 ml 64 euro, 50 ml 47 euro).

"In una luminosa giornata di maggio del 1999 salpammo da Marciana Marina ignari che la fresca brezza dell’Elba ci avrebbe accompagnato in un viaggio straordinario. Il destino ci portò davanti allo scoglio di Paolina, proprio dove fu ritrovata, nella stiva di un veliero del II secolo, una raffinata statuetta d’avorio che anticamente fungeva da tappo di un’essenza preziosa ora conservata al Museo Archeologico di Marciana Alta. Il mare ci stava inviando un messaggio e noi dovevamo restituire quell’emozione ricreandola in un profumo. Qualcosa che andasse oltre una semplice fragranza, una vera e propria essenza del mare", ci raccontano, passandosi la parola, Fabio Murzi, Chiara Murzi e Marco Turoni, fondatori di Aqua dell'Elba navigando su una barca a vela a pochi metri dal mitico scoglio.

I fondatori dell’Aqua dell’Elba Fabio Murzi, Marco Turoni e Chiara Murzi
www.nedobaglioni.com

I fondatori dell'Aqua dell'Elba Fabio Murzi, Marco Turoni e Chiara Murzi. L'azienda produce nei propri laboratori locali in modo artigianale attraverso l'imbottigliamento, l’inserimento della ghiera, la sua chiusura, l’inserimento del tappo, la preparazione della scatola e i timbri del lotto.

"Volere fare rivivere la magia della bottega rinascimentale toscana grazie all’eccellenza dei migliori maestri profumieri creando una manifattura di profumi all’Isola d’Elba sembrava un’idea impossibile in un settore controllato (anche) a quei tempi da poche multinazionali, ma superate mille paure mollammo gli ormeggi e issammo le vele. Avevamo la fortuna di conoscere un esperto di profumi nonché amante dei sentieri e gran conoscitore delle piante e degli odori dell'Elba. Con lui creammo le prime fragranze: Acqua dell'Elba Classica e Acqua dell'Elba Classica Donna", prosegue Fabio Murzi. Le prime difficoltà incontrate dai tre fondatori riguardavano il fatto che le aziende di profumi erano tarate su grande scala. Fu loro difficile, per esempio, anche sapere come avere la licenza per comprare l'alcool. Alla fine nel 2000 avviarono la società e nel 2001 aprirono il primo negozio a Marciana Marina con una zona dedicata alla vendita diretta e una alla bottega artigiana. Nonostante la posizione non fosse delle migliori perché il negozio non si trovava lungomare le vendite andarono bene. Un amico consigliò loro di incontrare il proprietario di una delle più grandi catene italiane di profumeria. L'incontro, che avvenne appena fuori Bologna, non fu fortunato: venne loro sconsigliato di proporre i propri prodotti, troppo locali, all'interno di profumerie dove erano presenti marchi più conosciuti a livello nazionale e internazionale.

Acqua dell’Elba Classica
Nedo Baglioni

Ha un bouquet di fiori bianchi, gardenia e gelsomino nelle note di testa accanto ad accenti di arancia e mirto. Nel cuore si sprigionano note di cisto marino. Sul fondo caldi legni della macchia mediterranea. Classico Donna (EdT 50 ml 47 euro, 100 ml 64 euro - EdP 50 ml 53 euro, 100 ml 74 euro).

"Erano gli anni in cui a farla da padrone in profumeria erano Acqua di Giò e i profumi di Trussardi e Versace, fragranze che uscivano con due lanci all'anno. Capimmo che per farci conoscere in Italia dovevamo farci conoscere prima all'Isola d'Elba dai turisti", prosegue Murzi. "Così tra il 2001 e il 2006 aprimmo un negozio a Marciana Marina, uno a Porto Azzurro, uno a Marina di Campo, uno a Capoliveri, praticamente uno in ogni paese dell'isola. Nel 2004 grazie al passaparola delle persone che erano passate dall'Elba i nostri profumi furono richiesti da alcune profumerie dell'Emilia Romagna e della Toscana. Nel 2007 provammo ad aprire un secondo negozio a Marciana Marina. L'esperimento diede ottimi frutti. Nel marzo 2011 avevamo 11 negozi all'Elba, eravamo presenti in 200 profumerie e inaugurammo l'e-commerce", continua Murzi. Tra il 2012 al 2016 Acqua dell'Elba aprì alcuni negozi monomarca in Italia fuori dall'isola, due a Firenze, uno a Siena, uno a Lucca e uno a Venezia. Murzi ci racconta entusiasta che dopo essere "sbarcati" in America, in Kuwait e in Corea del Sud con cinque accordi di distribuzione internazionale ora stanno cercando di espandersi anche verso Cina e Giappone.

Marciana Marina
Acqua dell'Elba

Marciana Marina, sede di Acqua dell'Elba. Fu in questo piccolo comune elbano che nel 2001 Fabio Murzi, Marco Turoni e Chiara Murzi aprirono il primo negozio monomarca. Oggi l'azienda conta 25 monomarca (19 all’Isola d’Elba e 6 nelle vie più prestigiose delle città di Roma, Firenze, Siena, Lucca e Venezia) e una rete di distribuzione di 540 profumerie clienti di qualità sparse su tutto il territorio nazionale.

"Produciamo profumi, ma cerchiamo anche di appoggiare e promuovere iniziative legate all'arte e all'ambiente. Per esempio abbiamo partecipato a Via dell’Essenza, il progetto per la realizzazione del sentiero costiero dell’Isola dell’Elba lungo 127 km e scandito da 12 tappe, e partecipiamo a SEIF - Sea Essence International Festival, una manifestazione nata per salvaguardare e valorizzare il mare (la seconda edizione si è tenuta a Marciana Marina dal 28 al 30 giugno, ndr) che prevede dalle 18 alle 20 dei workshop mentre di sera degli eventi a tema. Quest'anno, per esempio, alcuni studenti dell'Università IULM, coordinati dal professor Luigi Canova, hanno fatto dei video sui migliori spezzoni di film che parlano di mare dal cinema muto a oggi. Poi c'è stata una bellissima proiezione dei filmati di National Geographic, con un intervento di Giovanni Chimienti, biologo marino dell’Università di Bari nonché National Geographic Explorer, che sta conducendo ricerche sui coralli neri e gli ambienti profondi. Infine, abbiamo presentato Racconti di mare, un libro a cura di Mauro Ferraresi, docente di Sociologia dei Consumi e co-direttore del master in Management e Comunicazione dello Sport dell’Università IULM, nato su idea nostra che raccoglie 13 racconti di 13 autori diversi. Ci è stato anche un intervento di Maria Cristina Galli, vice-direttrice dell’Accademia delle Belle Arti di Brera, durante l’inaugurazione della mostra L’orizzonte del Mare presso il Centro per le arti visive e figurative T. Signorini di Portoferraio durante la quale sono state assegnate le tre borse di studio istituite con il Premio Arte Acqua dell’Elba. Abbiamo, infine, coinvolto anche i bambini attraverso L'alfabeto del mare, un libro illustrato da Giada Tofani stampato da Acqua dell'Elba e Legambiente che nei prossimi mesi sarà distribuito in tutte le scuole elementari dell'Elba", conclude Murzi.

www.nedobaglioni.com

Lanciati ad aprile i solari Acqua dell'Elba vantano una formulazione tecnologicamente avanzata priva di parabeni, siliconi e profumi, realizzata con ingredienti e prodotti amici dell’ambiente e del mare perché privi di microplastiche e idrosolubili: Crema Solare Viso SPF 50 (75 ml 23 euro).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito