«Ho applicato l olio di ricino sulle sopracciglia per infoltirle ed ecco il risultato»

Beauty fai da te? Mai fidarsi ciecamente di Internet: lo spiega Sherry Soliman e la sua terribile esperienza.

Acquista ora su Amazon i prodotti migliori per avere sopracciglia sempre perfette.

Le sopracciglia possono cambiare completamente l’aspetto del viso di una donna, molto più di quanto possa fare un lipstick, un contouring o un ombretto male applicato. Non è solo uno dei principi beauty per eccellenza ma una deduzione pratica che tutte, almeno una volta nella vita, abbiamo condiviso. Come Sherry Soliman, beauty contributor di Marieclaire.com, che lo ha sperimentato sulla propria pelle.

La giornalista ha infatti provato a migliorare l'aspetto delle sue sottili sopracciglia con uno dei rimedi fai-da-te più conosciuti per rinforzare le sopracciglia e soprattutto re-infoltirle: l'olio di ricino. Il risultato? È stato pessimo e ha portato alla, tragica, quasi totale, caduta di tutti i peli dell'arco sopraccigliare. Purtroppo l'olio di ricino ha portato a una sorta di feedback al contrario: gli unici peli a crescere sono stati quelli al di fuori della linea delle sopracciglia. Ma andiamo con ordine e ripercorriamo l'esperimento direttamente dal suo racconto.

FASE IDEATIVA - «Ho cercato su Google qualche rimedio fai da te su come dare volume alle mie sopracciglia, messe a dura prova da spinzettamenti assidui. Ovunque io abbia cercato, l’olio di ricino si presentava come LA soluzione miracolosa (sia per la crescita delle sopracciglia, che delle ciglia e dei capelli). I blog di bellezza postavano foto del "prima e dopo" e il risultato sembrava ottimo. Tutto faceva pensare che in soli pochi mesi si ottenevano folte sopracciglia».

FASE ALLETTANTE - «Sono rimasta così coinvolta positivamente dalle recensioni che ho comprato immediatamente una bottiglietta di olio di ricino puro e spremuto a freddo. Un prodotto economico e naturale, per soli 20$ valeva la pena provarci. Anche se non avessi ottenuto i risultati stimati, non ci avrei perso nulla…o almeno così pensavo».

FASE OPERATIVA - «Ho cominciato ad applicare l’olio molto scrupolosamente, fino a che, un mese dopo, ho notato che qualcosa non stava funzionando: la pelle delle mie sopracciglia era rossa e secca. Ho immediatamente interrotto il trattamento, per lasciar passare l’irritazione, ma era già troppo tardi.

INIZIO DEL PROBLEMA - «Dopo un mese di trattamento quotidiano è iniziato l'incubo: ho iniziato a vedere una caduta dei peli, era alquanto inusuale ma non sembrava grave. Successivamente, la situazione è degenerata, diventando incontrollabile. Stavo lentamente perdendo circa 100 peli al giorno. Mi svegliavo la mattina e vedevo i peli che cadevano, fino a ritrovarmi con delle intere zone delle sopracciglia prive di peli».

PROBLEMA - «Tre anni e quattro dermatologi dopo, ancora perdo un po’ di peli sulle sopracciglia e devo evitare il contatto. Inoltre, siccome la pelle sotto è danneggiata, non posso neanche ricorrere al tatuaggio sulle sopracciglia. Ho solo potuto ricorrere all’estensione per coprire le zone calve con un procedimento che praticamente "riattacca" i peli caduti. Fa male e richiede tempo (ci si può impiegare persino un'ora per prepararsi) e c’è il rischio che ri-cadano. Nei giorni di vento, per esempio, devo prestare attenzione perché rischio che i peli si stacchino e mi trovo la fronte piena...».

CONSEGUENZE - «Inutile dire come questo mio problema rappresenti anche una totale perdita di fiducia in se stessi. Non solo per la ricrescita lenta e la rapida perdita di capelli, ma anche perché in pubblico, mi copro il viso con i capelli o giro la testa per non mostrare il mio evidente problema. Spesso osservo anche il mio riflesso per controllare che non ci siano peli sparsi sulla fronte».

INSEGNAMENTO - «La mia esperienza mi ha mostrato una parte "oscura" della bellezza fai-da-te che non avrei mai immaginato. Mai seguirò indicazioni approssimative lette chissà dove...».

IL CONSIGLIO DELL'ESPERTO - «Il fatto che l'olio di ricino sia un prodotto naturale non comporta che non ci possano essere conseguenze negative. Infatti l’estratto del seme d’uva, un potente conservante naturale, spesso viene aggiunto all’olio di ricino, e causa irritazioni più di quanto possano fare i parabeni», ha spiegato Joshua Zeichner, dermatologo e direttore di ricerca cosmetica e dermatologica al reparto di dermatologia, del Mt. Sinai Hospital a New York.

LA NOSTRA DEDUZIONE - Come la storia di Sherry ha dimostrato, non si può credere a tutto ciò che si trova su Pinterest. Scherzi a parte, è importante che, prima di sottoporvi a trattamenti fai-da-te, consultiate il parere di un esperto. Potreste rovinarvi la vita.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo