I 7 problemi di sesso più diffusi e come risolverli

Dal calo del desiderio alla disfunzione erettile passando per i rapporti dolorosi.

image
Getty

A volte è favolosa, altre arida, altre ancora accidentata. La vita sessuale di una coppia è tutt'altro che rose e fiori. Ma quali sono i problemi sessuali più diffusi? Secondo terapisti e sessuologi al primo posto si posiziona il calo della libido dovuto nella maggior parte dei casi a una mancanza di comunicazione. Non parlare al partner della propria insoddisfazione, delle proprie esigenze e dei propri problemi finisce per trasformarsi in un rifiuto a fare sesso. La buona notizia: la maggior parte dei problemi sessuali - di seguito i 7 più comuni - si risolvono condividendo sentimenti, aspettative, speranze e paure.

1. Calo della libido. Spesso una relazione inizia con un desiderio intenso da parte di entrambi i partner, che con il passare del tempo tende a diminuire ed è vissuto in modo diverso dalle due parti. Per riaccendere la passione gli esperti consigliano di esternare le proprie perplessità e le proprie esigenze. La mancanza di comunicazione uccide il sesso.

2. Mancanza di tempo. È la scusa numero uno. Ci si ama da tempo, ma nessun momento della giornata e della notte sembra favorevole. Più spesso si tratta di mancanza di desiderio, problemi di erezione o di eiaculazione precoce, rapporti sessuali dolorosi, bassa autostima e scarsa comunicazione. Si preferisce fare finta di non avere problemi piuttosto che esprimere ed esplorare le reciproche esigenze intime.

Getty

3. Rapporti meno frequenti. Dovuti a problemi di erezione, rapporti sessuali dolorosi, noia, insoddisfazione sessuale, scarsa libido e stress. Gli esperti consigliano di prendersi del tempo per riscoprirsi e (ri)trovare l'attrazione verso il partner creando atmosfere soft e facendo fantasie sessuali. D'altronde l'eccitazione è anche una questione mentale.

4. Eiaculazione precoce. «Quando si manifesta dopo anni di normalità, la prima causa è la scarsa frequenza di rapporti che, per esempio, si riducono tra gravidanza, puerperio e notti in bianco per il neonato», spiega Alessandra Graziottin, direttore del Centro ginecologia e sessuologia medica del San Raffaele Resnati di Milano. Altre cause? Infiammazione della prostata o un'infezione delle vie seminali, stress, mancanza di sonno...

5. Disfunzione erettile. Spesso legata a stress, ansia da prestazione e sfiducia in sé stessi, secondo la Società Italiana di Urologia colpisce il 13% dei maschi. È più frequente dopo i 45-50 anni e soprattutto dopo i 60, ma ci sono casi in crescita anche tra i 20-30enni. Può essere superata con l'aiuto di un sessuologo e/o di un andrologo.

Getty

6. Inadeguatezza. Molte donne sono insoddisfatte della propria vita sessuale perché i rapporti sono inadeguati. Al di là della disfunzione erettile, le donne a letto non sopportano, per esempio, essere interrotte sul più bello di un film o di un libro, vederlo vestito (solo) con calzini, canotta e slip ascellari, che vada (sempre) subito al sodo senza qualche "anticipazione"...

7. Rapporti sessuali dolorosi (dispareunia). Secondo l’Indiana University, un terzo delle donne nella vita soffre di dolori vaginali durante i rapporti sessuali. La secchezza vaginale è un disturbo frequentissimo dopo la menopausa, a causa della scomparsa degli estrogeni. Come soluzione esistono appositi lubrificanti per ridurre la secchezza vaginale fino agli estrogeni per via locale.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo