Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Succo di aloe vera: coltivazione, benefici e controindicazioni

10 proprietà e 3 controindicazioni dell'aloe vera e come coltivarla in casa.

Succo Aloe vera
Courtesy Photo

Detox, cicatrizzante e antitumorale, il succo di aloe vera, ricavato dalle foglie carnose di questa pianta perenne africana, è ricchissimo di minerali, ###b, vitamine ed enzimi. Di seguito i dieci benefici di questo superfood.

1. Depurativo. Elimina le tossine e i suoi saccaridi impediscono l'assorbimento di sostanze dannose.
2. Lassativo. Stimola la flora batterica e riduce acidità di stomaco, crampi e stitichezza.
3. Stimola il sistema immunitario. Contiene uno zucchero dalle proprietà antivirali e antinfiammatorie.
4. Previene alcuni tipi di tumore. Soprattutto quelli di colon, prostata, seno, polmoni, ovaie e cervello.
5. Ideale durante radio e chemioterapia. Ne limita gli effetti negativi come perdita di capelli, nausea, bruciature.
6. Lenitivo. Dà un sollievo immediato a scottature da calore o sole e alle punture di zanzare, meduse e ortiche.
7. Coagulante. Riparando tessuti e membrane, viene utilizzato in caso di ustioni, ferite, eczemi e vesciche.
8. Dermoprotettivo. Viene utilizzato per la realizzazione di prodotti di skincare.
9. Nutre i capelli. Protegge il cuoio capelluto anche dalla forfora ed è efficace contro la calvizie.
10. Battericida. Contrasta la placca ed è efficace per disinfettare e guarire afte e ferite interne al cavo orale.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Tre le controindicazioni: 1) un sovradosaggio può portare a disidratazione, spasmi allo stomaco e crampi intestinali (si consigliano brevi cicli di trattamento, non un utilizzo continuativo); 2) non deve essere utilizzato da bambini al di sotto dei 12 anni, da donne in gravidanza e allattamento e durante il ciclo mestruale, 3) può interagire con farmaci diuretici, digitalici, antiaritmici e cortisonici.

Come coltivare in casa l'aloe. Basta un piccolo giardino o un balcone. L'importante è che la pianta possa godere di almeno quattro ore di sole al giorno. La temperatura ideale è intorno ai 22/23 gradi. Se la temperatura è più alta e secca meglio piantarla a terra, con temperature invernali meglio ricorrere alla coltivazione in vaso. Il terreno deve avere un fondo di 4 cm di argilla e poi essere composto per 3/4 da sabbia e 1/4 di normale terriccio. Per la piante a terra possono non essere irrigate durante l’inverno, in estate una volta al mese. Per le piante in vaso: una volta al mese in primavera, due in autunno e una volta a settimana in estate.

Credito foto: twitter.com/aloevera

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute