Mani gonfie al mattino e alla sera: le cause e i rimedi

Scopri le cause più comuni delle mani gonfie al mattino e alla sera e i rimedi naturali più efficaci contro il prurito e il rossore.

image
Getty

Ti svegli a volte al mattino con le mani gonfie e quella fastidiosa sensazione dura anche tutto il giorno? Il gonfiore delle estremità, e in particolare modo delle mani, può essere sintomo di alcune alterazioni fisiche tutto sommato comuni e che nella maggior parti dei casi sono transitorie e fortunatamente non gravi.

Qualche volta però il gonfiore alle mani può anche essere accompagnato da dolori al momento di muovere le dita o anche semplicemente rimanendo a riposo, con un formicolio o con la difficoltà di afferrare degli oggetti. Che possiamo fare per combattere questi sintomi ed evitare un deterioramento della qualità della nostra vita?

Quando si tratta di prevenire e curare è importante conoscere le cause, la terapia da seguire e soprattutto scartare il fatto che il gonfiore alle mani possa essere dovuto a una patologia più grave. Come succede spesso, identificare i sintomi che portano al gonfiore delle mani non è certo una cosa facile, visto che possono essere vari e dovuti a malattie e deficit molto simili fra loro, ma al contempo diversi da trattare.

Non per niente infatti il gonfiore alle mani è chiamato anche edema, ed è dovuto alla ritenzione idrica. Può succedere nei casi in cui, per esempio, ci sia un eccesso di sodio nella dieta, a causa della sindrome premestruale o negli ultimi mesi di una gravidanza.

Cause. Le mani possono gonfiarsi anche per un'infiammazione delle articolazioni, come nel caso dell’artrite e dell’artrite reumatica, accompagnate da ingrossamento, rossore e nella zona affetta da un'infezione. Una cattiva circolazione sanguigna o la sindrome del tunnel carpale, così come una posizione scorretta durante il sonno o il lavoro possono causare problemi del genere. Senza dimenticare un fenomeno sempre più frequente come quello dell’obesità, così come altri tristemente noti come ipertiroidismo e ipertensione.

Un capitolo a parte merita l’utilizzo di certi medicamenti, come gli antidepressivi, i farmaci per il controllo del diabete e la pressione arteriosa alta, gli steroidi e le medicine per le terapie ormonali (come le pillole anticoncezionali o quelle utilizzate quando si raggiunge il periodo della menopausa) che possono causare un rigonfiamento delle estremità anche piuttosto evidente.

Getty

Rimedi. Il primo passo da fare per combattere il fastidioso problema è affidarsi immediatamente a un medico specializzato che possa fare una diagnosi accurata senza trascurare nulla, a 360 gradi, per continuare poi con un'adeguata terapia. Per i casi lievi o comunque passeggeri è ugualmente indicato seguire scrupolosamente una serie di regole basilari.

Innanzitutto la regola più importante è ridurre immediatamente la quantità di sale che utilizziamo nella nostra dieta, che causa in maniera esponenziale la ritenzione idrica e dunque di riflesso l’edema. Poi è assolutamente consigliato bere almeno due litri di acqua naturale al giorno mentre invece vanno evitati tassativamente la caffeina e l’alcol, così come è importante fare una sana attività fisica in maniera continuata. A questo punto un semplice consiglio: alzate le braccia verso l’alto e stringete e aprite i pugni a intervalli regolari per favorire la circolazione sanguigna e aiutare a drenare l’eccesso di liquido.

Le creme, se usate con costanza e con massaggi circolari e insistenti, possono favorire il drenaggio dei liquidi. Preferite quelle a base salina (il sale, attraverso l'osmosi, attira l'acqua "fuori) ma anche fanghi alle alghe. Un rimedio casalingo da vera spa? Immergersi in acqua tiepida dove avrete disciolto un chilo o due di sale grosso, per almeno 20 minuti, almeno un paio di volte a settimana. Anche il massaggio professionale, come il classico linfodrenaggio a mano o la pressoterapia con macchinari, eseguito in un buon centro estetico e con almeno un ciclo di 10 sedute più il mantenimento, può dare buoni risultati.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute