David Allen, il tatuatore che disegna sulle cicatrici del cancro al seno

Intervista a un artista speciale che ghd ha scelto per appoggiare il progetto Pink is good di Fondazione Veronesi.

image
KirstenMiccoli

Il cancro al seno ti toglie molto più del seno. Per molte donne che hanno subìto una mastectomia decorare/impreziosire le cicatrici dell'intervento con un tatuaggio è un modo efficace e terapeutico per riprendere il controllo di se stesse e del proprio corpo. Un modo per scrivere nuove parole e nuovi progetti nella vita dopo il tumore. Da quasi 10 anni David Allen, tattoo artist di Chicago specializzato nei tatuaggi sulle donne che hanno subìto una mastectomia, aiuta queste donne a superare il trauma da foglio bianco e a scrivere nuovi sogni. Quest'anno questo tatuatore speciale è stato scelto da ghd, che da 15 anni sostiene organizzazioni benefiche e fondazioni che promuovono la ricerca per la lotta contro il cancro al seno, per sostenere Fondazione Umberto Veronesi nata nel 2013 a sostegno della ricerca scientifica d’eccellenza contro i tumori femminili.

Come sei arrivato al lavoro di tatuatore?
Ho studiato illustrazione e grafica. Dopo essere stato un Art Director, mi sono accorto che un lavoro da scrivania non faceva per me. Volevo guadagnarmi da vivere con i miei disegni. A 27 anni, mi sono catapultato nel mondo del tatuaggio. Subito ho capito che questa professione richiede sia abilità tecniche sia interpersonali, è un servizio alla persona.

Quali sono i disegni più diffusi tra le donne che hanno subìto una mastectomia?
Tendo a usare solo immagini organiche o botaniche. Molte clienti subiscono interventi di revisione. Alcune hanno delle recidive. Quindi è importante usare immagini che possono essere modificate o riprese in futuro.

Quanto è "terapeutico" il tatuaggio per queste donne?
Ingannando l'occhio l'arte è un modo efficace per riprendere il controllo. Dopo avere sconfitto il cancro, dopo avere dovuto fare tutto il necessario per sopravvivere e avere seguito un piano medico, queste donne si ritrovano con il trauma di ciò che è accaduto. Di fronte alla possibilità di morire si presentano emozioni e sentimenti quali amore, paura, angoscia, perdita... Questi tatuaggi creano una nuova fase nella loro vita, un nuovo punto di riferimento!

KirstenMiccoli

Tattoo artist di Chicago David Allen aiuta le donne che hanno subìto una mastectomia a superare il trauma da foglio bianco e a scrivere insieme a loro nuovi sogni.

Cosa provano prima, durante e dopo il tatuaggio?
Tantissime emozioni, siamo talmente complessi! Ovviamente coraggio ed eccitazione perché capiscono che stanno vivendo un cambiamento emotivo. Durante il tatuaggio, molte donne condividono le loro storie, alcune per la prima volta. Questo è meraviglioso! Affrontare il dolore aiuta a superare la paura di ciò che è avvenuto. Ho ascoltato storie di sostegno, di amore, di perdite, di dolore e di crescita. Le emozioni cambiano durante la realizzazione del tatuaggio! Una volta che è finito, c'è il sollievo per la fine del dolore e una gioia contagiosa. Il momento in cui riescono a vedere se stesse è difficile da descrivere... è qualcosa di trascendente!

In quali altri modi una donna che ha subìto una mastectomia secondo te può scrivere nuove parole nella sua "nuova" vita?
Possiamo scrivere nuove parole conoscendo noi stessi. Dopo una mastectomia spesso si è molto stanchi. La chemio agisce in modo diverso su ogni individuo. Alcuni per esempio devono cambiare dieta. Ho notato che è molto importante avere qualcuno con cui parlare. Spesso non si è in grado di gestire la situazione, la psicoterapia aiuta! Molte donne hanno una nuova prospettiva, hanno priorità che prima non avevano. Amare se stessi e le persone che ti sono vicine ti insegna a indirizzare l'energia.

Puoi dirci di più sulla tua collaborazione con ghd e perché questa campagna significa così tanto per te?
Perché mostra quanto sia importante prendersi cura di se stessi. ghd ha messo tempo, sforzi e denaro per aiutare le donne a rinascere dopo il cancro. Sono felice di fare parte di questo progetto! Mi hanno dato la possibilità di dire a livello globale che ogni storia è importante. Guariamo affrontando il trauma e comunicando a noi stessi cosa è successo. Uno dei modi più efficaci per aiutare è ascoltare. Se possiamo ascoltare e quindi utilizzare le nostre possibilità per aiutare le persone durante il loro processo di guarigione, diventiamo parte di una storia più grande.

Courtesy photo

Le styler top di gamma ghd platinum+ (269 euro) e ghd gold (209 euro) vengono arricchite con il design originale di David Allen. Per ogni styler in edizione limitata rosa venduta saranno devoluti 10 euro a Pink is good, il progetto di Fondazione Umberto Veronesi. La collezione Ink on Pink è disponibile dal 1 luglio 2019. I prodotti ghd sono disponibili per l'acquisto nei migliori saloni e presso i rivenditori premium e su ghdhair.com/it.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute