Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

«Ho provato il sonno detox di Gwyneth Paltrow per una settimana. E mi è cambiata la vita»

Clean Sleeping = sonno profondo? 7 giorni di prova per capire se dormire pulito è la soluzione definitiva.

Getty Images

Quale innovativo/paradossale trattamento esclusivissimo già ampiamente sperimentato dalla guru dell’healthy-lifestyle Gwyneth Paltrow provereste tra a) i sex toys in pietra alias il nuovo autoerotismo(è) senza pile; b) l’apiterapia alias farsi pungere ripetutamente dalle api; c) praticare il bagno di vapore vaginale alias dare nuovo vigore alle parti intime? Issy Sampson, editor di Refinery29, alla domanda risponderebbe: d) nessuno dei tre alias mi butto sul Clean Speeping, ultimissima trovata della Paltrow. L’attrice che all’attivo ha un impero beauty 100% naturale e un fiuto da vera imprenditrice (vedi il rodatissimo rapporto con Airbnb), ha parlato del “sonno pulito” nel suo ultimo libro Clean Beauty. Si tratta di una tecnica che rivede la routine pre-sonno aggiornandola con un paio di rituali freschi freschi. «Una chance per migliorare il sonno, ho pensato», racconta Issy Sampson, «forse Gwyneth potrebbe davvero aiutarmi a dormire come si deve. Ci provo, seguirò il suo metodo e sperimenterò il Clean Sleeping per una settimana». Ecco com’è andata (tra regole infinite e noia mortale).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

Venerdì + prima regola di Gwyneth: acquistare una federa cosmetica a base di ossido di rame.
«Dice che potrebbe ridurre sensibilmente le rughe e aiutare a prevenirle. L’ho acquistata ieri per 50 dollari, questa notte la inauguro. E comincio con la disintossicazione da smartphone dopo le 20: niente device vicino al letto prima di addormentarsi».

Sabato + seconda regola di Gwyneth: niente alcol prima di dormire.
«È weekend, non vivo a Los Angeles e non ho un gruppo di amici praticamente astemi che si nutrono quasi esclusivamente di frullati proteici e semi di chia. È weekend, vivo a Londra, piove e i miei amici si ritrovano sempre al solito pub. Nonostante questo, ce l’ho fatta, sono andata a letto “pulita”, come vuole Gwyneth».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Domenica + terza regola di Gwyneth: dormire almeno 10 ore.
«Il libro suggerisce di dormire sette/otto ore a notte ma per raggiungere la massima qualità del sonno, è consigliabile dormirne dieci. Per me riuscirci è stato piuttosto facile, complice la domenica di totale relax».

Lunedì
«Sono determinata, voglio riuscire a dormire 10 ore per notte. Anche se questo, stando alla mia sveglia che suona alle sei del mattino, significherebbe avere soltanto un’ora di tempo tra il dopo lavoro e l'andare a dormire. Un’ora da spendere tra cucina, pulizie e coccole. Impossibile: a riordinare ci penserà lui, io devo dormire».

Getty Images

Martedì
«Il sonno gioca un ruolo potente nel determinare i livelli di appetito e di energia, in sintesi: sono queste le vostre priorità. Cibo e sonno.Scrive così Gwyneth. E io l’ho presa alla lettera, è martedì sera e vado al pub. Bevo una cola e mangio qualche patatina prima di correre a casa e andare a letto in preda al panico pensando a quanto sarò stanca domattina per colpa di queste misere otto ore di sonno».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Mercoledì
«Sono uno straccio. Oggi la mia giornata è iniziata alle otto del mattino e al lavoro ho staccato a mezzanotte. Una giornata che immagino possa vagamente somigliare alle tipiche 24ore di vita di Gwyneth spese tra un red carpet e una presentazione che si dilunga fino a tarda notte. Sono quasi le due, sono sobria e il mio telefono è due stanze lontano da me. Credo di essere nel bel mezzo di un Clean Sleeping. Se la mia vita sessuale ne sta risentendo? Parecchio…».

Giovedì
«Sono sveglia e nervosa. Furiosa a prescindere, irritabile e scocciata perfino dal mio fidanzato che mi porta il caffè a letto. Sulla strada del lavoro insieme agli altri pendolari della mattina presto non penso ad altro che a quando rientrerò a casa. E ci torno intorno alle 18. Alle 18.47 ceno in pigiama e appena finito, spengo il telefono, respiro profondamente, spengo le luci e cerco di rilassarmi. Poi però, d’istinto, prendo il telefono e do una sbirciata a Instagram. 20 minuti dopo sono incollata a una diretta di Lena Dunham. Riprenderò sonno solo un paio d’ore dopo. Sorryyy Gwyneth, ho fallito! Non sono degna di te!».

Venerdì
«Sono esausta e frustrata. E penso: come fai Gwyneth ad avere tutto questo tempo a disposizione per scrivere libri e girare film se per la grand parte della tua giornata DORMI? Quando fai jogging? Quando fai l’amore? Quando vedi i tuoi amici? Beh, io ci ho provato, ho concluso la mia settimana di Clean Sleeping e non mi sono mai sentita così stanca in vita mia. Ps: se qualcuno fosse interessato a una federa cosmetica a base di ossido di rame, l’ho messa in vendita su Amazon».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito