Check-in al Lingotto di Torino

DoubleTree by Hilton Turin, l'hotel reinterpretato da Renzo Piano.

image
Courtesy photo

Ospiti d’onore sono il design e l’architettura. Perché il DoubleTree by Hilton Turin Lingotto sorge nell’ex stabilimento storico della Fiat, magistralmente reinterpretato dall’archistar Renzo Piano. Scenografiche vetrate e una struttura essenziale caratterizzano gli ambienti di questo hotel. Inondato di luce naturale, ricorda i volumi di una nave.

La suite presidenziale.
Courtesy photo

Con le sue 142 camere, tra cui una suite, è l’indirizzo ideale per visitare la Pinacoteca Gianni e Marella Agnelli, spazio espositivo che sorge nello stesso complesso del Lingotto, come la spettacolare pista di collaudo delle automobili. Un circuito reso ancora più celebre da una scena adrenalinica del film Un colpo all’italiana (The Italian Job) del 1969.

Il living della suite presidenziale.
Courtesy photo

Nel corpo centrale dell’hotel, un ampio spazio dedicato al ristorante dove scegliere à la carte o concedersi il singolare buffet “a sorpresa”. Non a caso, un giorno a settimana, qui lo chef Daniele Giolitto firma uno sfizioso menu che spazia dalla cucina regionale alle proposte vegetariane, passando per carne o proposte tematiche. La sorpresa è doppia: sia nel giorno scelto che nel menu, comunicati entrambi sui social e tramite newsletter.

Il ristorante e bar al secondo piano dell’hotel.
Courtesy photo
Il giardino nel corpo centrale dell’hotel.
Courtesy photo

Mentre le pareti del foyer dell’hotel fanno da palcoscenico alle opere di Valeria Landrino e Carla Albera.

Info: il DoubleTree by Hilton Turin Lingotto è in Via Nizza 230.

Telefono 011 6642781

Il circuito del Lingotto.
Courtesy photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cooltravel