#MaisonMaps. Guida ragionata al Fuorisalone 2019: zona centro

Si parte! Eccovi svelati gli eventi più interessanti nel cuore della città: showroom, musei e brand in mostra, da Via Durini a Montenapoleone.

image
Courtesy photo

Nella foto di apertura: l'opera di Gaetano Pesce in Piazza Duomo, che vedremo nei giorni della Design Week. La sua celebre poltrona UP5&6 (per B&B Italia) quest'anno è protagonista dell'installazione dal titolo "Maestà Sofferente".

Vedi anche la nostra Guida alla zona Brera, Brera District. #Maisonmaps

Vedi anche la nostra Guida agli Appartamenti allestiti per la Design Week 2019. #Maisonmaps

Durata: un'intera giornata, senza sosta!

Grado di difficoltà: medio bassa

Se volete scoprire i prodotti che le grandi aziende propongono alla Design Week, questo tour fa proprio al caso vostro. Partendo da via Durini, autentico concentrato di altissimo design.

La scalinata interna dello showroom Cassina.
Courtesy photo

Via Durini

Sfilano gli showroom di Cassina, B&B Italia, Baxter, Porro, per segnalare solo i più nuovi. Rispetto agli altri itinerari, è facile e non richiede un estremo sforzo fisico. La metropolitana più comoda è la fermata di San Babila, punto di partenza ideale del nostro piccolo viaggio.

Tavolo Pascal, Piero Lissoni, Porro.
Courtesy photo

Si comincia con lo showroom di Porro, dove Piero Lissoni, art director dell’azienda, non delude mai. I nuovi arredi sono ancora top secret, ma Marie Claire Maison ve li rivelerà il prima possibile… Poco distante troviamo il mondo di Luxury Group, con tutti i suoi marchi tra moda e design. Di fronte, il bellissimo spazio di Cassina appena restaurato da Patricia Urquiola. Qui potrete vedere il nuovissimo divano firmato da Ronan & Erwan Bouroullec, bellissimo! Anche da B&B Italia il team di designer promette molto bene.

Chandelier Adonis, Marcel Wanders, Barovier&Toso.
Courtesy photo

Sempre in via Durini, vi consiglio di fare un salto nel negozio di Barovier&Toso, dove brillerà di luce propria la nuova opera di Marcel Wanders.

Rivestimento Concreto, Fabio Novembre, Lea Ceramiche.
Courtesy photo

Meritano una visita anche Gervasoni e Lea Ceramiche, con un nuovo progetto firmato da Fabio Novembre.

Da Largo Augusto a Piazza Santo Stefano

Imperdibile il cinema Baxter in largo Augusto, dove verrano esposti i nuovi arredi dell’eclettico brand. In piazza Santo Stefano, quasi davanti alla chiesa di San Bernardino alle Ossa (da visitare la cappella con gli scheletri) lo spazio cc-tapis ci invita a un’esperienza immersiva con anteprime delle collezioni di Martino Gamper, Patricia Urquiola e David/Nicolas.

Tappeto Xequer, Martino Gamper, cc-tapis.
Courtesy photo

Da Via Borgogna a Via Mascagni

Pure in via Borgogna si nascondono tante straordinarie novità: da Driade, che quest’anno festeggia 50 anni, si potrà assaporare il nuovo corso firmato dal neo art director Fabio Novembre. Sul lato opposto, non perdetevi i nuovi tappeti creati da Amini dal titolo Woven Forms, una collezione in edizione limitata nata dalla collaborazione con la galleria newyorkese R&Company e firmata da Wendell Castle, Dana Barnes, The Haas Brothers, David Wiseman e Lluís Lleó.

Cheetah Hayworth, The Haas Brothers, Amini.
Courtesy photo

In Visconti di Modrone, poco più avanti, c’è l’elegante showroom di Rimadesio, dove sarà possibile assaporare una parte della nuova collezione. L’ex cinema Arti, in via Pietro Mascagni, è il teatro scelto da Britt Moran e Emiliano Salci per presentare il nuovo brand Dimoremilano con un’installazione, Interstellar, che racchiude le linee Progetto Non Finito, Progetto Tessuti, Progetto Verande, Oggetti e Limited Edition.

Da Corso Monforte a Corso Venezia

Il percorso continua poi su Corso Monforte, la via dell’illuminazione. A tappe facili e veloci potete scoprire le news di Artemide, Flos (con un’istallazione firmata da Konstantin Grcic), Foscarini e Nemo. Più avanti, all’interno del negozio di Cappellini, l’inedita collezione del famoso brand con Designers Guild.

Cappellini e Designers Guild.
Courtesy photo

Le griffe della moda le trovate più avanti: Armani con i suoi nuovi arredi e carte da parati e Louis Vuitton, che quest’anno si è spostato a palazzo Serbelloni, in corso Venezia, per presentare due nuovi prodotti del progetto Objets Nomades, tra cui il Serpentine Table, l'ultima creazione di Atelier Oï. Sempre in Corso Venezia, Fornasetti svelerà una ricca collezione di tappeti.

Tappeto Mano, Fornasetti.
Courtesy photo

Da Montenapoleone a Piazza Duomo

In via del Gesù, nella splendida cornice del museo Bagatti Valsecchi, Katrin Herden, insieme allo studio MHZ, tratteggia un percorso espositivo coinvolgendo sei aziende del mondo del design internazionale. Nella mostra dal suggestivo titolo Palazzo delle Meraviglie, troverete le esclusive collezioni di Amy Somerville, Bruno Moinard Editions, Decluuz, Forma&Cemento, KAIA Lighting, Pierre Gonalons Editions e SOHIL.

Tableaux, DeCluuz, ​Palazzo delle Meraviglie, ​Museo Bagatti Valsecchi.​
Courtesy photo

Bastano pochi passi per raggiungere Via Montenapoleone e scoprire il magico mondo di cristallo di Baccarat. Nella vicina Via della Spiga, da sempre una delle mie mete preferite, c'è la galleria Nilufar e l'appartamento Henge, con i nuovi prodotti firmati da Massimo Castagna.

Vito Nesta, Musica da Viaggio.
Courtesy photo

In via Manzoni il designer Vito Nesta presenta al Grand Hotel et de Milan la sua prima mostra personale "Musica da viaggio", all’interno delle stanze dove Giuseppe Verdi visse per trent’anni.

The Manzoni, ristorante Ton Dixon.
Courtesy photo

Nello storico teatro milanese è in calendario l’inaugurazione del nuovo ristorante di Tom Dixon, The Manzoni, che dopo il Salone del Mobile diventerà permanente. (se volete prenotare https://mailchi.mp/02e36d986c0d/the-manzoni). Nelle vetrine dello store Moroni Gomma di Corso Matteotti 14 sarà allestita una mostra fotografica dove diversi personaggi del design (me compresa!) indossano gli occhiali Izipizi, marchio parigino di occhiali, immortalati dagli scatti del fotografo Gianluca Vassallo.

Courtesy photo

E per finire in bellezza, tutti in piazza Duomo a celebrare i 50 dell’iconica poltrona UP5&6 (per B&B Italia) di Gaetano Pesce, che creerà una grande installazione intitolata "Maestà Sofferente". La poltrona, che ricorda un corpo di donna con la palla al piede, nata come denuncia della condizione femminile, nella nuova versione diventa un manifesto contro la violenza di genere: una seduta gigante trafitta da frecce e circondata da teste di animali feroci.

DE CODING Alcantara in the Tapestry Rooms, Palazzo Reale.
Courtesy photo

Lì vicino, a Palazzo Reale, si inaugura la mostra The Art Side of Kartell, dedicata ai “primi” 70 anni dell’iconico brand, mentre nella Sala degli Arazzi Alcantara presenta De Coding, curata da Domitilla Dardi e Angela Rui, con il patrocinio del Comune di Milano e opere site specific di Constance Guisset, Qu Lei Lei, Sabine Marcelis e Space Popular.

Fratelli Rossetti presenta Design at your Heels.
Courtesy photo

P:S: Un ultimo consiglio: quando passeggiate per le vie del centro buttate un occhio alle vetrine delle griffe di moda: svelano sempre collaborazioni interessanti con il mondo del design. Come il sandalo in edizione limitata caratterizzato da un tacco handmade dalla designer di Beirut Nada Debs.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito