#MaisonMaps. Guida ragionata al Fuorisalone 2019: zona Brera

Si parte! Eccovi svelati gli eventi più interessanti nel cuore della città: showroom, musei e brand in mostra, da Corso Garibaldi a via Solferino.

image
Courtesy photo

Durata: due giorni, senza sosta!

Grado di difficoltà: medio alta

Prima di affrontare questo itinerario, difficoltà da professionisti, bisogna munirsi di una mappa e soprattutto della guida ufficiale, che quest’anno è lunga come un romanzo di Dino Buzzati (tra l'altro, nell’omonima sala si terranno durante la settimana numerosi talk). Ben 130 pagine a dimostrare l’entità dell’impresa a cui vi state sottoponendo. Come consolazione: farete un giro in una delle zone più belle della città tra installazioni, showroom ed eventi. Un altro consiglio: se volete girare con calma, evitate di transitare tra via Pontaccio e Brera dopo le 16.00, il rischio traffico è altissimo. La zona è ben servita dai mezzi. Io vi consiglio di scendere alla fermata di Garibaldi, percorrere Corso Como, arrivare in piazza XXV aprile, dove ci sarà la prima sorpresa…

Da piazza XXV aprile a Via Palermo

Impatto scenico a effetto assicurato: un alieno alto 6 metri atterrerà come in un film di Steven Spielberg in Piazza XXV Aprile. Lui si chiama RoBOTL ed è il supereroe della sostenibilità, in perfetta sintonia con il tema scelto da questa edizione di Brera Design District: Design your Life. L’autore non è Carlo Rambaldi, il famoso papà di E.T, bensì Timberland e il pluripremiato studio di Giò Forma (Cristiana Picco, Claudio Santucci e Florian Boje). La piazza ospita anche il giardino temporaneo Pratofiorito a cura di Davide Fabio Colaci, che è la proposta di quest’anno di Eataly Milano Smeraldo e Slow Food.

Pratofiorito, Eataly Milano Smeraldo e Slow Food.
Courtesy photo


Ed eccoci in Corso Garibaldi. Quasi all’inizio c’è il negozio di Seletti e lo showroom di Magis con tutte le novità. Arrivati in Moscova, anche se quest’anno non c’è Eurocucina buttate un occhio da Modulnova a metà in via Statuto, quindi ad Agape 12 e più avanti - dopo una sosta al Moleskin Café in Corso Garibaldi 65 (vedi anche il servizio Pausa caffè), che per celebrare il 50esimo anniversario dello sbarco sulla luna ha creato un’edizione speciale dello zaino più amato, The Backpack Silver Edition, disegnata da Giulio Iacchetti - dovete girare in via Palermo: in pochi metri di strada un altissimo concentrato di design.

Melissa e i Fratelli Campana
Courtesy photo

Al numero 1 potete visitare l’istallazione di Melissa e dei Fratelli Campana che festeggiano 15 anni di partnership con una speciale trama crochet, in collaborazione con l’ONG brasiliana Projeto Arrastão. Sempre allo stesso civico, PalermoUno, lo studio di Sophie Wannenes inaugurato lo scorso novembre si popola di forme e nuove suggestioni (vedi anche il servizio Appartamenti alla Design Week 2019). Da non perdere il progetto Planetario di Cristina Celestino nel Brera Design Apartment. Un concept rétro futuristico interpretato dalla designer con le moquette di Besana Carpet Lab e le luci di Esperia. Poco più avanti c’è Artefatto e la Nuova Range Rover Evoque by Land Rover.

Range Rover Evoque by Land Rover.
Courtesy photo

Al civico 19, all’interno dell’edificio P19 appena terminato e firmato da Carlo Donati Studio, architettura, pittura e design si incontrano in un dialogo di suggestioni; qui Shade Abstraction presenterà alcuni paraventi e un grande dipinto dell’artista Marco Petrus.

Shade Abstraction, Carlo Donati Studio.
Courtesy photo


Lungo il percorso alla Pelota ci sarà Hermès con la nuova collezione di wallpaper. Se siete appassionati di design brasiliano, non perdetevi la galleria Espasso in Corso Garibaldi 17, dove troverete accanto a pezzi contemporanei anche arredi firmati da Lina Bo Bardi, Sergio Rodrigues e Oscar Niemeyer. Più avanti, nel Chiostro e nella Sacrestia Monumentale della Chiesa di Santa Maria del Carmine (piazza del Carmine), in mostra le preziose cristallerie St Louis.

Da via Pontaccio a via Brera

Tappa imprescindibile per chi è a caccia di design è la ormai famosa via Pontaccio, regina incontrastata della zona per i brand storici che ormai da anni la popolano. Tra i più noti Kartell by Laufen, Unopiù Golran e Moroso che quest’anno presenta l’installazione M’Afrique Detached in collaborazione con Ingo Maurer (DJset il 9 aprile dalle 19 alle 22!).

The Uncollected Collection, Living Divani.
Courtesy photo

In via Pontaccio 12, nella meravigliosa cornice di Palazzo Crivelli, c’è la mostra omaggio a Living Divani. Piero Lissoni, in occasione dei 50 anni del marchio e dei suoi 30 anni di Art Direction, allestisce un labirinto di specchi, dove sfila per la prima volta "The Uncollected Collection", la collezione in edizione limitata firmata dal progettista per celebrare e suggellare il duplice anniversario.

Dilmos, Haas Brothers per L’Object.
Courtesy photo

In via Solferino 3 potrete vedere le novità di Dilmos: la storica galleria milanese, insieme a una collettiva di designer, quest’anno ospita le zoomorfe creazioni degli Haas Brothers per L'Object. Al n. 11 trovate Boffi, l’appatamento di Salvatori e DimoreGallery, che rende omaggio a Gabriella Crespi. A pochi passi, al civico 16, c’è l’appartamento dal gusto mediorientale di Les Ottomans. In via Solferino 22 apre proprio nei giorni della Design Week il nuovo showroom Bisazza, dove saranno presenti le collezioni di mosaici, parquet e cementine firmate. Nel chiostro maggiore di San Simpliciano, uno dei più eleganti della città, purissimo Quattrocento di gusto brunelleschiano, c’è l’appuntamento imperdibile con i tappeti di Nodus.

Bang&Olufsen.
Courtesy photo

Merita una visita anche la grande retrospettiva di Bang&Olufsen che, per celebrare i suoi 93 anni espone i pezzi più iconici (via S. Carpoforo, 9). In via della Moscova 28, Moooi porta a Milano un'esperienza sensoriale, ospitata in una nuova sede: Mediateca Santa Teresa. Il lifestyle brand mostrerà il significato di una vita straordinaria, offrendo ai visitatori l’immersione in un mondo lussuoso, capriccioso e originale.

Per la guida alla zona centro, clicca qui. #MaisonMaps

Pubblicità - Continua a leggere di seguito