E se l'olio di cocco alimentare fosse la vera food-revolution degli anni Zero?

Sussidiario di un gioiellino: da usare qb, provare anche per i più scettici, tenere sempre quale piano b (per ricette noiose).

image
Getty Images

C'è un movimento silenzioso che l'ha eletto quale elisir di lunga vita. E non solo per beauty addicted. Cercate l’olio di cocco in cucina: e insospettabili neo-chef vi diranno che hanno cambiato approccio in cucina grazie al suo sapore delicato, perché, va detto, l’olio di cocco alimentare viene sempre più spesso scelto per dare un certo swing a insalate sempre uguali a se stesse (per quanto capisaldi della remise en forme), per rendere persino i dolci più esotici (ma, sia chiaro, non meno guilty). Innegabile: l’olio di cocco ha due notevoli proprietà: aiuta ridurre l’appetito e aumenta il metabolismo. Bingo?

Getty Images

Abc: cos'è l'olio di cocco. L’olio di cocco è un grasso vegetale estratto dalla polpa della noce di cocco. Benché abbia, come il burro o l’olio di palma, un’elevata percentuale di acidi grassi saturi (circa l’80%) non è dannoso. È composto infatti da trigliceridi a catena media che, rispetto ai trigliceridi a catena lunga di cui solitamente sono composti i grassi, lo rendono particolarmente facile da digerire. La dose di olio di cocco alimentare giornaliera raccomandata dai nutrizionisti è di 2 cucchiai al giorno.

A temperatura ambiente l’olio di cocco è solido, va conservato fuori dal frigorifero e al buio. Anche se per preservare tutte le sue proprietà dovrebbe essere mangiato a crudo, l’olio di cocco ha anche un’ottima resistenza al calore, proprietà che lo rende particolarmente indicato per le cotture ad alte temperature.

Getty Images

Abc: olio di cocco proprietà e benefici. Grazie alla sua composizione di trigliceridi a catena media l’olio di cocco stimola il metabolismo e quindi aiuta a perdere peso. È stato calcolato che consumare ogni giorno 10-15 grammi. di trigliceridi a catena media aumenti il dispendio energetico del 5%. L’olio di cocco riduce anche il senso di fame grazie all’azione dei corpi chetonici prodotti a livello corporeo a seguito della sua digestione. Ovviamente: non è la panacea di tutte le diete. Ma è un buon assist per chi vuole perdere peso in maniera SANA.

PS. Tra le altre proprietà meno evidenti, diversi studi scientifici hanno sottolineato come il consumo regolare di olio di cocco riduca i rischi cardiovascolari perché aumenta i livelli di colesterolo buono (HDL). Infine, l’olio di cocco rinforza il sistema immunitario perché è ricco di acido laurico dalle proprietà antivirali e antisettiche.

photo GettyImages.com

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food