Insetti nel piatto? In Italia non ancora

Ricciola, larve e grilli: una ricetta d'autore, in attesa dell'ok del Ministero della Salute per gli insetti ad uso alimentare.

Mangiare insetti fa male o è il cibo del futuro?
Courtesy Photo Misha Sukyas

Insetti nel piatto: per ora bisogna attendere. Anche se dal primo gennaio 2018 c’è il via libera dell'Unione Europea sulla vendita di insetti a fini alimentari, il nostro Ministero della Salute per l’ok definitivo attende il regolamento comunitario. Nel frattempo grilli e simili sono tollerati in show cooking e degustazioni. Gli ingredienti per sperimentare si trovano su siti come 21bites. E per i cibi pronti basta un salto in Svizzera: le Coop vendono i primi Insect Burger proposti da Essento. Voglia di saperne di più sui “novel food” tipo alghe e insetti? Lasciamoci ispirare da The Sausage of the Future di Carolien Niebling (Lars Mueller Publishers), dissertazione tecnico-poetica su entomofagia e dintorni. E per chi vuole provare una ricetta, quella che segue è dello chef Misha Sukyas.

Ricciola, larve e grilli. Ingredienti• 500 g di ricciola • una manciata di larve e grilli disidratati • una barbabietola cruda • 2 carote. Per condire: aceto balsamico • olio evo • salsa di soia • mirin (salsa giapponese agrodolce) • salsa ponzu (soia+lime) • salsa barbeque • aglio • baby leaf (mini insalata).

Preparazione Tagliare a cubetti la ricciola e marinarla 20 minuti nel ponzu. Cuocerla su piastra fino a rendere la pelle croccante. Affettare la barbabietola, marinarla mezz’ora con aceto, olio, salsa di soia, aglio. Marinare le carote mezz’ora con mirin, ponzu e olio. Con un pennello glassare grilli e larve disidratati con salsa bbq. Disporre nel piatto con le foglie di insalatina.

Ricetta e immagine dello chef Misha Sukyas

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food