I semi di zucca sono l'unico VERO rimedio anti tristesse (e li abbiamo SEMPRE snobbati)

Lo snack più easy (e umile) dell'universo è un potente antidepressivo, e non è l'unico dei suoi innumerevoli pregi ignorati.

Semi di zucca: proprietà, benefici e valori nutrizionali
Unsplash

Da uno a dieci, quanto sono buoni i semi di zucca? Placano l’attacco di fame nervosa, solo l’impegno per sbucciarli è un vero e proprio karma yoga e ti fa sembrare di averne mangiati un quintale. Sono ottimi per la dieta e pieni di principi nutritivi importanti. E pensare che li chiamano “bruscolini”. I benefici per il nostro corpo ogni volta che li mangiamo sono molti, perché si tratta di uno degli alimenti più nutrienti che esistano. Semi di zucca, proprietà. Per essere buoni, lo sono. I semi di zucca salati e tostati hanno un sapore inconfondibile che fa di loro uno snack difficile da rifiutare. Ma la bontà non è il solo pregio che vantano. Prima che nascessero le scienze della nutrizione, i semi di zucca erano già un alimento molto apprezzato nell'antichità dai nativi americani grazie alle proprietà di cui si potevano solo saggiare gli effetti (senza sapere il perché). Ma cosa hanno di così speciale? I tanti benefici che apportano all’organismo derivano prima di tutto dall’alto contenuto di zinco, fosforo, rame, potassio, ferro e magnesio. Ma la lista dei componenti magici non finisce qui. I semi di zucca contengono infatti una grande quantità di vitamine. Che sono la A, la K e l’acido folico, oltre alla vitamina B3. Inoltre, contengono acido linoleico, acidi grassi omega-6 e acidi grassi omega-3. Anzi, nei semi di zucca, omega-3 se ne trovano davvero in abbondanza.

Unsplash

Foto di Edgar Castrejon su Unsplash

A chi è raccomandato il consumo dei semi di zucca? Ad esempio, alle persone che soffrono di osteoporosi. L’alto contenuto di zinco aiuta infatti a ritardare l’impoverimento della densità minerale ossea. Aiutano infatti anche le persone con l'artrite, perché riducono l'infiammazione tipica di questo disturbo. I semi di zucca per la prostata sono ottimi. Ne favoriscono la salute e possono aiutare con le difficoltà di urinare causate da un ingrossamento. Andiamo avanti. I semi di zucca possono ridurre il rischio di calcoli renali. Collaborano nel trattamento della nefrite e di altre condizioni che affliggono il sistema urinario. Ciò è dovuto al suo contenuto in cucurbitina, un amminoacido essenziale che, secondo alcuni studi, migliora anche il funzionamento della vescica. Aiutano a ridurre i livelli di colesterolo cattivo, grazie al contenuto di fitosteroli. Possono fornire protezione contro determinati tipi di tumori. Sapevate che funzionano anche come un ottimo antidepressivo, poiché contengono L-triptofano che è un composto antidepressivo naturale. Favoriscono la produzione di ormoni del sonno, tra cui la sospirata serotonina, aiutando quindi a risolvere anche i problemi di ansia. Sono usati per combattere i parassiti intestinali. Sono utili nel trattamento della sindrome dell'intestino irritabile. Per quanto riguarda l'olio verde ricavato da questi semi, possiamo dire, tra l'altro, che è emolliente, lenitivo e lassativo, oltre ad essere considerato molto utile per i polmoni e le mucose.

Unsplash

Photo by Cathal Mac an Bheatha on Unsplash

Semi di zucca, come mangiarli. Si trovano già pronti in commercio, ma a noi piace il fai da te. Basta rimuoverli dalla zucca e farli bollire in acqua e sale. Poi si mettono nel forno ad arrostire. Una volta tostati, possono essere mangiati direttamente o utilizzati per altri preparati, anche se in ogni caso sono altrettanto deliziosi. Un'opzione VERY GOOD è tostarli con sale e usarli in preparazioni come le insalate, o le zuppe. Si possono anche caramellare e aggiungere al muesli o confezionare delle barrette di cereali fatte in casa. Un'ottima alternativa: aggiungerli a una combinazione di frutta fresca e noci. Ridotti in polvere possono essere incorporati nella farina del pane e dei biscotti fatti in casa. Infine la voce (importante!) semi di zucca, calorie. I semi di zucca sono un alimento piuttosto calorico: una porzione da 100 g contiene circa 620 kcal. Fortunatamente arrivare a mangiare 100 g di semi di zucca, visto il peso minimo di ognuno, non è così semplice, anzi, per nulla. Per garantirsene i benefici ne basta già un cucchiaino al giorno, ossia 10 gr che apportano circa 60 kcal. E pensare quanto li abbiamo sottovalutati, finora.

in apertura foto di Cala su Unsplash

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food