Il ghiacciolo senza zucchero è un sogno o può diventare realtà?

"Dal punto di vista nutrizionale, sarebbe meglio evitare quello alla Coca Cola, poiché contiene del caramello".

image
Photo by Jennifer Pallian on Unsplash

Ad alcuni piace quello classico, confezionato, altri adorano ghiacciare il proprio cocktail preferito o il loro centrifugato quotidiano o il golden milk. A ognuno il proprio ghiacciolo, pausa rinfrescante con gusti, colori e calorie diverse e una quantità più o meno importante di zucchero.

Ghiacciolo - come è nato. Chiamato popsicle dagli americani e dai canadesi, ice lolly dagli inglesi e ice block dagli australiani, e inventato per caso nel 1905 da Franck Epperson, allora 11enne di Oakland, che in una gelida notte d'inverno aveva inavvertitamente lasciato sul davanzale della finestra un bicchiere di acqua e soda con dentro un bastoncino, il ghiacciolo è arrivato in Italia nel Secondo Dopoguerra.

Ghiacciolo - cosa contiene. Realizzato a partire da una miscela di acqua, zucchero, frutta e/o sciroppi aromatici, questo ice snack presenta il suo gusto attraverso il suo colore: verde alla menta, arancio all'arancia, azzurro all'anice, rosso all'amarena, marrone alla Coca Cola, rosa alla fragola, arancione all'arancia, bianco al limone, giallo all'ananas...

Ghiacciolo - calorie. "Una pausa poco calorica da consumare durante l'estate? Il ghiacciolo. Tenendo conto che quello classico pesa circa 62 grammi (il Calippo pesa 105 grammi), quello al limone contiene circa 53 calorie; quello alla frutta e/o con fiordilatte circa 80 calorie, al limone e liquirizia circa 105 calorie. Dal punto di vista nutrizionale, sarebbe meglio evitare quello alla Coca Cola, poiché contiene del caramello, semplice o grezzo, non proprio benefico per la nostra salute e altamente calorico", spiega la dottoressa Elisabetta Macorsini, nutrizionista e diet coach.

Ghiacciolo (quasi) senza zucchero. In 100 grammi di prodotto, i carboidrati rappresentano 19 grammi, lo zucchero 14 grammi (secondo l’Oms la dose massima di zucchero al giorno è 25 grammi = 5 cucchiaini), i grassi circa 0,2 grammi, il potassio 15 mg e il sodio 7 mg. "Se vogliamo ghiaccioli sugar free dobbiamo prepararceli a casa. In questo caso avremo più vitamine e sali minerali ed eviteremo gli sciroppi estremamente ricchi di zuccheri aggiunti", conclude Macorsini. Come preparare un ghiacciolo in casa più sano e meno calorico? Usando solo acqua e frutta. Quella con meno calorie? Ai primi posti il limone, le fragole, l'arancia, il lime, il cocomero, il pompelmo, le more e i lamponi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food