Nella lista nera degli alimenti da non riscaldare mai c'è il nostro gastro peccato preferito

Il cibo avanzato e riscaldato è un piacere cheap che - NO - non potete levarci: eppure ci sono pietanze che sarebbe meglio mangiare senza passare dal via (okay, dal frigo)

image
An Tran su Unsplash

Confessioni a cuore (e stomaco) spalancato: il palato non vive di sola meticolosità, di porzioni ben impiattate e proporzioni dei sapori. Il suo lato selvatico vive anche di sottili piaceri un po’ cheap, e fra questi, gli avanzi del giorno prima e tutti quei cibi che si possono riscaldare sono in testa alla classifica. Possiamo giocare a fare gli chef gourmand quanto vogliamo, ma poi ci troveremo a indulgere nel vortice consolatorio della spaghettata avanzata e ripassata in padella brutalmente, fino a farne crosticine croccanti, o nel minestrone riscaldato e ingiustamente associato a storie d’amore ritrite (nessuna storia d’amore ritrita è paragonabile alla minestra riscaldata!). Ma il demone dei guilty pleasure perduti non dorme mai, e anche questo piccolo appagamento che ci concediamo da soli, o solo con chi abbiamo molta confidenza, ha i suoi limiti. Insomma, senza giri di parole ci sono degli alimenti da non riscaldare, una volta sola e men che meno due volte. Perché, semplicemente, fanno male. Uffa. Senza ulteriori indugi, quali sono questi avanzi di cibo che non possiamo recuperare (o che dobbiamo consumare freddi?). Women’s Day li ha elencati più o meno tutti, con corredo di motivazioni inaspettate.

Maddi Bazzocco su Unsplash

Alimenti da non riscaldare mai #1: gli spinaci. Gli spinaci fanno tanto bene (se non vengono confusi con piante da Harry Potter) e sono ricchi di ferro e altri nutrienti preziosi, ma è meglio consumarli tutti una volta cotti. Il calore, infatti può rendere tossici i nitrati di queste verdure trasformandole in alimenti cancerogeni. La prima volta è ok, ma riportarli ad alte temperature una seconda non va bene per niente. Ci manca solo di far diventare cancerogeno un cibo healty.

Alimenti da non riscaldare mai #2: i funghi. Cotti e mangiati. Non perché il caldo li alteri particolarmente, ma perché le proteine dei funghi si deteriorano, per cui meno vengono conservati e rimaneggiati, meglio è.

Alimenti da non riscaldare mai #3: le uova. Okay, difficilmente capita di riscaldare un uovo sodo o strapazzato avanzato, in genere si mangia tutto appena pronto, o freddo, dopo. Ma se dovesse venirci l’idea di farlo bisogna desistere assolutamente perché il calore può rendere le uova delle bombe tossiche a rischio di disastro intestinale da evitare di tutto cuore.

Alison Marras su Unsplash

Alimenti da non riscaldare mai #4: le patate. Questo è un alimento che riesce sempre a stare al centro dell’attenzione, un po’ perché è l’ingrediente principale delle french fries (e delle sue 900 calorie in un attimo), un po’ perché girano dubbi sulla crescita dei germogli che renderebbero le patate malsane. Se consumate nel modo giusto le patate sono un ottimo alimento, ma se dopo cotte le lasciamo raffreddare a temperatura ambiente, e poi ne avanza qualcuna, riscaldarle potrebbe scatenare la crescita del botulino. Che no, se ingerito non spiana le rughe, spedisce di corsa al pronto soccorso.

Alimenti da non riscaldare mai #5: il riso. Eh no, il riso riscaldato no, dai. E i supplì fatti con il riso avanzato, allora? Forse friggerli risolve il problema, ma riscaldare il riso in casa, magari nel microonde, no. Questo perché il riso crudo contiene comunque spore che durante la cottura possono sopravvivere. Mangiandolo la prima volta, nessun problema. Ma se il riso avanzato lo lasciamo un po’ per conto suo, magari a temperatura ambiente, le spore sopravvissute si moltiplicano e non moriranno con una scaldatina. Intossicazione alimentare in agguato.

Alimenti da non riscaldare mai #6: il pollo. Anche qui è un discorso di proteine che dopo la cottura, raffreddando, si alterano e potrebbero causare qualche mal di pancia. Ma non è un “no” assoluto: se il pollo viene riscaldato molto bene, fino a tornare caldissimo, ma proprio da scottarsi la lingua, si può fare. Una volta sola però.

Cathal Mac An Bheatha su Unsplash
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food