Perché tutti sono andati in questo bar

Mangiare i colori: gli eventi dei pop up cafè Pantone nel mondo ci insegneranno a nutrici anche di ciò che dovremmo solo guardare. Provare per capire.

image
instagram.com

Se la palette Pantone con i tailleur della regina Elisabetta in tutte le tinte ci era sembrata una cosa suggestiva, immaginiamo dei cappuccini nei colori Pantone. A New York si è appena visto: è una combo di collaborazione fra il Pantone Color Institute, la pasticcera artigiana Amirah Kassem e LG che ha dato vita a un effimero, brevissimo esperimento grazie al quale gli avventori hanno “assaggiato i colori”. Nel senso che si poteva bere cappuccini in tinta Pink Peacock (Pantone 18-2045), Turmeric (Pantone 15-1264), Aspen Gold (Pantone 13-0850) e Pepper Stem (Pantone 17-0542) e mangiare viennoiserie nelle stesse tinte. Inutile metterlo nella lista di cose da visitare a New York in vacanza: era un caffè Pantone pop-up con l’obiettivo di celebrare la "potente presenza del colore", aperto per soli tre giorni, un weekend lungo di metà luglio,, al 386 West Broadway, nel cuore del quartiere SoHo di New York City, immersi fra le installazioni dell'artista David McLeod con i televisori Oled.

Ma non è la prima, né sarà l’ultima delle iniziative gratuite (sì, cappuccini e pasticcini erano gratis) del Pantone Color Institute sperimentali che ci piazzano al centro di una tavolozza. Come ricorda Qz.com, già nel 2015 Pantone aveva lanciato un esperimento simile a Monaco, in cui invitava gli ospiti ad “assaggiare i colori” in un temporary cafè ed è stato un grande successo. Questo tipo di esperimenti hanno a che fare con la sinestesia, la figura retorica che associa due parole che riguardano differenti sfere sensoriali (in questo caso il gusto, invece della vista), ma anche una condizione innata che vivono molte persone, soprattutto artisti in grado, ad esempio, di percepire la musica come se avesse dei colori. Nell’edizione di Monaco tutto aveva un’impostazione quasi esoterica, mentre quella dell’Oled Cafè di SoHo era invece tecnologica e razionale. Cosa impariamo da queste due esperienze, anche se non abbiamo partecipato? Intanto, che probabilmente si ripeterà sempre più spesso. La seconda è che il prossimo superfood to come è il colore. Che è un valore aggiunto tutto sommato anche senza calorie.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food