Sinceramente: per ripartire davvero dobbiamo fare un po' di detox?

Siamo tornati nei bar, siamo tornati nei negozi, siamo tornati al lavoro, ma giusto per chiudere un capitolo serve IL rituale finale definitivo.

Cosa ci porta a scegliere di seguire un percorso detox, magari dopo inverni&primavere eccezionali dove abbiamo imparato l'arte della lievitazione come mai prima d'ora? Quando il nostro corpo chiede una tregua non tanto per la scelta di dimagrire quanto per il desiderio di far respirare e alleggerire i nostri organi? “Il detox riguarda solo due organi: fegato e reni. Fine”, taglia corto subito la biologa nutrizionista Giulia Vincenzo che come tutti i professionisti della nutrizione ci tengono a specificare cosa sia veramente un “detox”, termine usato a volte un po' con leggerezza. “Il nostro corpo è già in grado di detossificarsi da solo, naturalmente, e non sono molto entusiasta della moda dei cosiddetti detox drink e delle pillole strane che promettono azione detox ma che non servono a nulla, anzi, a volte affaticano un fegato che negli ultimi tempi ha fatto solo lavoro extra, in queste settimane passate a impastare pizza a casa”. Intanto, la cosa più importante è bere acqua: “Tanta acqua. Pare banale dirlo ma bere acqua fa bene e aiuta gli organi a funzionare bene. Dobbiamo stare sempre attenti alla corretta idratazione, mai dimenticare di bere".

E iniziamo a capire cosa mangiare e come, per depurarci. "Possiamo prendere l’abitudine di iniziare il pasto con un pinzimonio di crudité di verdure, che forniscono vitamine e sali minerali in abbondanza”. Ma oltre a ciò che si può mangiare e bere per aiutare fegato e reni a detossificarsi, c’è anche ciò che non dobbiamo mangiare, per non ostacolare il processo. “Evitiamo per un po’ le fritture e i cibi pesanti, elaborati, perché sono alimenti che il corpo deve smaltire tenendo impegnato l’apparato digerente, e affaticandosi da capo. Dobbiamo invece preferire fonti di proteine magre: carni bianche, pesce, uova. Teniamo anche conto che – piccolo trucco – il pane tostato è più digeribile di quello fresco per cui affatica meno l'apparato digerente e non interferisce con il detox in corso. Inoltre, in generale, durante un regime temporaneo di detossificazione di questo tipo consiglierei di evitare tutto ciò che contiene lievito. Privilegiamo anche i cibi crudi o cotti alla griglia. Ma soprattutto, detossifichiamoci da tutte le abitudini prese in reclusione: basta impastare farina in pigiama, è ora di cambiare regime”.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food