Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

7 cose sporchissime che abbiamo in camera da letto

La stanza più intima di casa rischia di essere anche la più lercia. Aiuto.

Pulizie camera da letto
Courtesy Photo

È più lercio il salotto o la cucina? La camera da letto. Lì dove spendiamo circa un terzo della nostra giornata e intimità, si nascondono più germi e batteri di qualsiasi altro locale di casa. (Aiuto). A parità di pulizia se non quotidiana almeno settimanale, per quantità di complementi fabbricati con materiali manna-dal-cielo per acari & co. (tessuti porosi di lenzuola, tappetini scendiletto, tende, cuscini…) raccolti in una manciata di metri quadrati, il place to be di sogni e sonni risulta più infestato di quanto possa esserlo il bagno (e i sanitari) o la cucina (e i taglieri). Secondo quanto riportato da GHK.com, tra le cose di casa le canoniche 10 che arredano la camera da letto sono definitivamente le più lerce (Aiuto #2):

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

Il letto Dormiamo in media con 1,5 milioni di batteri ogni notte. Il suggerimento? Arriva direttamente dalla Kingston University dopo i risultati di una ricerca scova acari: non rifare il letto è meglio. Il motivo? Lasciarlo “arieggiare” annienterebbe (o almeno ne dimezzerebbe il numero) i microbi, altrimenti coccolati dall’umidità del copriletto e pronti a moltiplicarsi all’infinito. Letto disordinato = letto meno infestato.

Il tappeto scendiletto Contiene circa 4mila batteri in più rispetto alla tavoletta del WC (che per la cronaca non è l’oggetto di casa più sporco in assoluto: occhio al tagliere della cucina, da lavare e rilavare con molta cura). Fabbricato con tessuti molto porosi, dal cotone estivo alla lana più calda, i tappeti attirano e intrappolano la polvere. Per scongiurare l’accumulo: aspirarli almeno una volta alla settimana, please.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

Il telefono lasciato sul comodino. O peggio sotto il cuscino. L’inseparabile smartphone e gli inseparabili microbi. Praticamente un tutt’uno. Lo schermo attira lo sporco come una t-shirt bianca i moscerini: correre ai ripari pulendolo con un batuffolo di cotone e alcool. Da fare tutte le sere.

I cuscini In tre anni il vostro cuscino raddoppierà di peso. Tutta colpa degli acari che colonizzano le federe. Per sbarazzarsene (il prima possibile dato che in quei cuscini affondiamo il viso e scaldiamo le mani), lavarle almeno una volta alla settimana.

Il materasso Come fosse una spugna, assorbe circa 10 chili di cellule morte nell’arco di 10 anni. Ogni tanto, armarsi di aspirapolvere e pazienza.

Getty Images

Il pigiama Secondo il sondaggio realizzato dalla società di materassi Ergoflex, in media le donne inglesi indossano il pigiama 17 notti di fila (!). Ok, un tantino borderline, ma anche se cambiato due volte alla settimana il pigiama (in inverno soprattutto) diventa un ricettacolo di acari e germi. E abbandonarlo sul letto non è una buona idea.

La cerata Perfetta per proteggere il materasso. Ma basterebbe il dato: 26 litri di sudore prodotti in media ogni anno durante il sonno, per convincere se non a cambiarla due volte l’anno, a lavarla più di una volta al mese.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix