Divamoms.com

C’è vita dopo il pancione? Come no! Il ritorno a una social life decente è l’imperativo della pattuglia di celebrity che hanno imparato a usare il web (mentre una tata messicana badava al moccioso). Eppure, grazie ai consigli della vip community, tutte possono diventare star del passeggino

image
Getty Images

È il (nuovo) club più trasversale che c'è. Quello delle diva mom. Detto in altre parole, il blog-club delle mamme più sexy-chic sulla piazza, che dopo gli stravolgimenti del parto, del post parto, di poppate notturne e giornate da incubo col pupo-trottola che fa uscire tutti pazzi, hanno deciso di ricominciare a svagarsi un po’. Coinvolgendo online altre mom bisognose di conforto.

Gwyneth Paltrow, Cindy Crawford, Heidi Klum, tanto per citarne solo alcune: si sono messe al computer e i loro blog sono diventati delle Rodeo Drive virtuali che attraggono celebrity e no. Dagli Usa, il modello si sta diffondendo ovunque. Qualche sito da frequentare per condividere indirizzi, consigli e appuntamenti da autentica diva mom? Eccoli.

New York à la carte

Due bambini sotto i cinque anni e il fisico di una che alle nursery preferisce il body building, Lyss Stern, super pierre newyorkese, ha dedicato il suo blog (divamoms.com) a tutte quelle che credono in una “post-baby life”. Convinte che esista un “dopo” anche per le addicted alla mammitudine spinta. Un dopo colorato e brillante come un calice di Martini on-the-rocks. Benché intrappolate nel triangolo biberon, asilo nido, ufficio, non c’è nessun bisogno di rinunciare al lato smart della vita. Mrs Stern lo spiega in un libro, If you give a Mom a Martini... 100 Ways to Find 10 Blissful Minutes for Yourself (Clarkson Potter, $11.62), ma è il blog la guida ideale all’edonismo della perfetta diva mom. Vi trovate nella Grande Mela desiderose di socializzare? Lyss consiglia un Breakfast Babe da Bulgari (significa che vi aspettano insieme ai bambini, con sconti speciali per chi li accompagna). Un drink serale? Quando i piccoli vanno a dormire, se siete del club ecco un evento da Dolce & Gabbana. Senza contare le coccole speciali nelle spa. Oltre 125 mila mamme connesse solo nell’area di New York confermano: l’idea funziona.

Piccoli divi crescono

La gamma va dalle mini tute per neonati alle scarpine per i primi passi, al guardaroba completo fino a 12 anni e oltre. La particolarità, su childmode.com, è che a dettare l’abc del baby chic sono mamme speciali, celeb con il senso degli affari ma spesso anche con una nidiata di figli. Come Victoria Beckham (quattro bambini, di cui l’ultima, Harper Seven, ha da poco compiuto un anno), che sul sito ha postato i completini della creatura, scelti appositamente per poterli coordinare con i suoi. Mentre, da stilista e businesswoman in carriera qual è, aggiorna periodicamente le sfilate di famiglia su Facebook e harperbeckhamfashion.blogspot.com. Ma tra le star Victoria non è la sola con il pallino per la moda enfant. Sempre su childmode c’è Truly Scrumptious, la collezione creata nel 2012 dalla supermodel (anche lei al quarto figlio) Heidi Klum; e per finire il baby fashion firmato Gwen Stefani: molti pois e tessuti a righe e quadretti.

Videoguru cercasi

C’è poi chi preferisce dedicarsi al vlogging (video +blogging). Per esempio Cindy Crawford, che da Malibu, dove vive con il marito e i figli Presley e Kaia, lo fa su mommalogues.sheknows.com, dispensando consigli su infanzia & dintorni, comprese idee beauty per tutte, da quelle che hanno appena partorito a quelle che non lo faranno più. Sempre negli Usa, la bionda Suzanne Somers (la ricordate in Starsky & Hutch e in Nientedi personale?) compare ogni settimana ad arringare le folle su cafemom.com, una delle più seguite piazze online per mamme desiderose di confronto. Anche se la vera icona della maternità perfetta è un settantaduenne arzillo e perennemente abbronzato, il Dr Bill Sears, teorico del cosiddetto Attachment Parenting, in base al quale più tempo si passa attaccati alle gonne di mamma e cullati tra le sue braccia, più ci sono possibilità di diventare adulti felici. Tesi che, a 20 anni dalla pubblicazione del suo libro più noto, The Baby Book -una bibbia per i fan di Sears -, ne ha fatto una star della tv e uno dei blogger (attachmentparenting.org/blog) più popolari tra le diva mom.

Tutto in un clic

Il meglio dello chic secondo Gwyneth. Si potrebbe riassumere così lo spirito di Goop, il sito che Gwyneth Paltrow, sexy mom di Apple, 8 anni, e Moses, 6 (il papà è Chris Martin), dedica all’arte di vivere, con speciale riguardo allo stile delle mamme. Nell’universo di goop.com si passa dagli abiti all’arredamento, dai libri ai viaggi e si finisce con la rubrica “mother-to-be”, con i segreti per fare bella la stanza del bebè. Molti gli spazi dedicati a chi ha figli. Le chicche? Sotto la voce “make”, i coloratissimi babycakes, gustosi dolcetti ipocalorici per noi e per loro; e, cliccando “journal”, i libri per l’infanzia, con una scelta di titoli a cura di un’altra celeb, Julianne Moore, convertita alle gioie della maternità dopo i quaranta. Ma se fino a qui vi è sembrato di navigare troppo lontane da casa, la buona notizia è che non tutto il glamour viene dagli Usa. Da qualche mese (prima era solo un’applicazione per iPad), la meta online della mamme italiane di gusto è elizabethstreet.com, il carnet virtuale promosso da Emanuele Della Valle sulle tendenze di moda, design, tempo libero e cultura. Con particolare attenzione a tutto ciò che è kid-friendly: dai musei ai ristoranti, agli hotel,ai parchi, sempre nelle più belle città del mondo. A dare al tutto un tocco più intimo, molte interviste e chiacchiere tra donne speciali. Volete essere voi la prossima diva-mom? Da ElizabethSt aspettano il vostro album di foto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix