I nuovi Airpods Pro annullano i rumori esterni, isolano ma riportano alla realtà a tempo debito

Recensione + info pratiche per chi vuole passare al nuovo gioiello di Cupertino.

image
Courtesy Photo

Da qualche giorno nella porzione di catalogo Apple che comprende i dispositivi per la comunicazione e l'ascolto c'è una new entry: l'ultimissima versione di AirPods Pro, la sua linea di auricolari che si appoggiano al padiglione. Il nuovo arrivo si riconosce dall'aggiunta del suffisso Pro e si distingue dai suoi simili - che resteranno comunque in vendita - per una serie di novità, una delle quali assai caratterizzante. Parliamo della tecnologia che permette di cancellare in maniera attiva il rumore di fondo rilevato dal microfono, prima che questo giunga all'orecchio. Scheda tecnica alla mano scopriamo che ciò avviene mediante un processo che adatta in maniera continua il segnale audio fino a 200 volte al secondo. Questo è stato reso possibile impiegando due microfoni abbinati a un software di tipo avanzato che analizza il suono circostante proveniente dai due microfoni rivolti verso l'esterno e ne produce uno equivalente ma di segno opposto, annullandolo.

Se, invece, vi trovate in una situazione in cui preferite o avete bisogno di ascoltare ciò che proviene dall'ambiente circostante, potete shiftare dalla modalità di cancellazione attiva a quella denominata Trasparenza, con una leggera pressione sullo stelo o mediante l'iPhone (o l'Apple Watch o l'iPad) collegato. Questa opzione, appunto, permette di avvertire suoni e rumori esterni, per esempio se siete alla guida nel traffico.

I nuovi Airpods Pro
Courtesy Photo


Un altro fronte sul quale la società di Cupertino ha lavorato molto nel progettare i nuoviAirPods Pro è quello dell'ergonomia. Oltre al fatto che i cuscinetti di silicone da apporre attorno alla calotta del device sono in tre diverse dimensioni il che, a quanto pare, rende l'ancoraggio all'orecchio ancora più stabile, attraverso l'Ear Tip Fit Test, è possibile ascoltare il responso della tecnologia su quale delle tre opzioni di cuscinetto è più adatta alla conformazione del proprio orecchio. Sembra fantascienza ma è proprio così: i microfoni di entrambi gli auricolari lavorano assieme all'algoritmo per effettuare la misurazione del livello dell'audio nell'orecchio e metterlo a confronto con quello dello speaker. Pochi istanti dopo aver elaborato le informazioni raccolte, sarà in grado di stabilire se il cuscinetto indossato è della misura corretta oppure se è invece il caso di sostituirlo.

Courtesy Photo


Altro aspetto fondamentale, l'autonomia. In questo caso non si registrano particolari progressi rispetto agli altri modelli della gamma, cioè anche il funzionamento dei Pro è garantito per cinque ore consecutive di ascolto. Tuttavia, il dato subisce un leggero calo sia nell'ascolto che nella conversazione quando si utilizzano i device in modalità di cancellazione del rumore. Il tutto a 279 euro. Siamo ufficialmente nel futuro?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix