Libri belli da leggere a luglio

Dal primo romanzo di Miriam Toews al ritorno di Siri Husvedt passando per l'esordio struggente di Ayanta Barilli e il nuovo thriller di Marilù Oliva: ecco cosa non farsi scappare.

image
Courtesy Marcos y Marcos

Pronti a entrare in altri mondi? Ecco sette suggerimenti per viaggiare senza muoversi: il primo e bellissimo romanzo di Miriam Toews che - finalmente! - arriva in Italia, due esordi che smuovono emozioni (Ayanta Barilli e Afonso Reis Cabral) e romanzi che sono veri colpi di fulmine (Attica Locke, Siri Hustvedt, Marilù Oliva, Edward St Aubyn). Da leggere all'aperto, a piedi nudi nel parco.


La mia estate fortunata di Miriam Toews (Marcos y Marcos, € 18)

Lucy ha 18 anni, non ha idea di chi siam il padre di suo figlio Dill e si è appena trasferita all’Have-a-Life (soprannominato Half-a-Life), una casa popolare di Winnipeg, in Canada, in cui vive una strampalata umanità di ragazze madri (ogni personaggio e ogni storia meriterebbero una recensione a parte, uno spin-off) che si arrabatta tra lavori precari e sussidio. Tra loro brilla Lish, giovane donna travolgente, madre single di quattro figlie, fiera della sua libertà ma che a volte si crogiola nel pensiero che l’artista di strada, Gotcha, il mangiafuoco, con cui ha passato una settimana d’amore e che è il padre delle gemelle più piccole, si faccia vivo.

La madre è certa, il padre, be’... è quello a cui spesso viene tagliata via la faccia nelle foto



Quando dopo un mese di pioggia, zanzare, tran tran domestico e appuntamenti con i servizi sociali, cominciano ad arrivare cartoline firmate da Gotcha, Lish, Lucy e i cinque figli, decidono di partire e cercarlo. Finalmente arriva in Italia il libro d’esordio di Miriam Toews ed è incanto puro, l’essenza distillata di quello che di lei amiamo. Tanto che su quel furgone sgangherato, che a ogni curva rischia di perdere il portellone, in mezzo a quelle ragazze che cantano, parlano, ridono, piangono e a quel caos disarticolato di bambini, ci vorremmo essere anche noi.

Un mare viola scuro di Ayanta Barilli (Dea Planeta, € 17)

Courtesy DeA Planeta

Quando la nonna muore, Ayanta (sì, come l’autrice, un caso?) si interroga sulla famiglia. Fruga tra le carte, cerca di separare «i fatti concreti dalle fantasie», con cui è cresciuta. Ricostruisce le vite di tre donne straordinarie (bisnonna, nonna e madre) e risale all’indietro perché è lì che si deve guardare per decifrare la trama di cui siamo fatti.


Mio fratello di Afonso Reis Cabral (Nutrimenti, € 17)

Courtesy Nutrimenti

Un professore universitario divorziato e inaridito (la voce narrante), alla morte dei genitori, decide di prendersi cura di Miguel, il fratello 40enne affetto dalla sindrome di Down e di passare un po’ di tempo nella casa di famiglia, in un piccolo paese del Portogallo rurale. Afonso Reis Cabral (classe 1990), firma un esordio potente. Che ripercorre gli affetti, ischia presente e infanzia e resta lì, nelle pieghe delle emozioni.


Texas Blues di Attica Locke (Bompiani, € 18)

Courtesy Bompiani

Siamo a Lark, minuscola cittadina del Texas tagliata in due da una superstrada. Dalla foce del fiume affiorano due cadaveri: quello di un avvocato di colore di mezza età e quello di una ragazza bianca e le indagini sono affidate a Darren Mathews, un ranger nero, allergico alle regole. Un thriller che secca la gola e parla di America profonda.


Ricordi del futuro di Siri Hustvedt (Einaudi, € 21)

Courtesy Einaudi

Nell’agosto del ’78, S.H. (vi ricorda qualcuno?) arriva a New York dal Minnesota, con il sogno di scrivere un romanzo. Ed è a quel periodo - fatto di scoperte, possibilità, amori, eventi che cambiano la vita - che la S.H. di oggi, alle prese con la madre anziana, torna, sfogliando i vecchi taccuini. Un libro intenso in bilico tra presente, passato, invenzione e memoria. Perché «ricordare è cambiare».


Musica sull’abisso di Marilù Oliva (HarperCollins, € 17)

Courtesy HarperCollins

Buone notizie: Micol Medici (l’ispettrice di polizia che abbiamo conosciuto in Le spose sepolte) è tornata. E si trova a investigare su una serie di delitti che riguardano un gruppo di ex compagni di classe uccisi in anni diversi ma tutti lo stesso giorno, il 21 febbraio. Un giallo incalzante, che ci porta tra gli adolescenti di un liceo.

La follia di Dunbar di Edward St Aubyn (Neri Pozza, € 17)

Courtesy Neri Pozza

Henry Dunbar, ex potentissimo uomo d’affari, ha lasciato la gestione delle sue società alle figlie Abby e Megan, totalmente prive di scrupoli, e si rammarica di aver escluso Florence, l’unica a lui veramente legata. Finanza, tradimenti, sesso, amore, follia. St Aubyn rivisita Re Lear, esaspera la tragedia e conferma la sua maestria.



Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cultura