Letture consigliate per estivi pomeriggi di relax

Un storia di segreti di famiglia, il ritorno di Ian McEwan, il memoir di Esther Safran Foer (sì, la mamma di Jonathan!): 14 libri per perdersi in altri mondi.

cover eredità
Courtesy Fazi

Pronti a perdervi tra le righe? Ecco i nostri suggerimenti di lettura: una storia che squarcia i segreti di famiglia (Eredità di Vigdis Hjorth), un romanzo di case, vecchi bizzarri e santi (La follia dei Flood di Jess Kidd), e ancora il memoir di Esther Safran Foer, il ritorno di Ian McEwan, una scrittrice che ci fa riflettere sul presente (Sahar Mustafah), una raccolta di racconti tra fiction e realtà (Cose dell’altro mondo di Giorgio Biferali illustrato da Elisa Puglielli), una nuova investigatrice tra le strade di Palermo (Conosci l'estate? di Simona Tanzini)... 14 libri per pomeriggi di relax e gite fuori porta.

EREDITÀ di Vigdis Hjorth (Fazi, € 18)

Tutto comincia con due case al mare che gli anziani genitori donano come anticipo di eredità alle figlie minori, Åsa e Astrid, senza considerare i maggiori: Bård e Bergljot, la primogenita, protagonista e voce narrante che da anni ha tagliato i ponti con la famiglia e ora si schiera dalla parte del fratello. In un’atmosfera rarefatta e trattenuta - è come se il soffitto pesasse a mano a mano che andiamo avanti - ci addentriamo nella storia. Seguiamo Bergljot, ricostruiamo la sua vita, il matrimonio, i figli, la sofferenza, la sua presa di coscienza, le complicate relazioni familiari, la sua decisione di allontanarsi e, in caduta libera, arriviamo all’evento all’origine di tutto. Un romanzo denso, che ci parla di colpe e silenzi, di cosa vuol dire non essere cred0uti e ascoltati. Di verità rimosse e dolorose ma che vanno dette, testimoniate e gridate a noi e agli altri, per poter girare pagina e andare avanti. Frase da tenere a mente (soprattutto di questi tempi): «Se si è così fortunati da superare tutto quanto, è fondamentale non dimenticarsi delle competenze acquisite quando si era infelici».

La follia dei Flood di Jess Kidd (Bompiani, € 19)

Courtesy Bompiani

Maud Drennan, giovane assistente sociale piena di buona volontà, viene mandata a Brindlemere a occuparsi di Cathal Flood - vecchio artista dal carattere collerico, rimasto vedovo da molti anni - che vive circondato da montagne di ciarpame. E mentre butta e pulisce, superando barriere costruite da decenni di numeri del National Geographic, ed esplora questa casa Wunderkammer, s’imbatte in ricordi dolorosi e misteri - l’incidente domestico della signora Flood, la scomparsa di una ragazza - sui quali si mette a indagare. Ad animare la situazione si aggiungono la sua eccentrica e meravigliosa amica Renata, stuoli di gatti, Gabriel il figlio di Cathal, pessimo soggetto in pessimi rapporti con il padre, e drappelli di santi (Santa Dinfna, San Valentino...) che solo Maud riesce a vedere. Un romanzo tra il gotico e il surreale che ci conquista dalla prima riga


Cose dell’altro mondo di Giorgio Biferali illustrato da Elisa Puglielli (Clichy, € 17)

Courtesy Clichy

C’è la storia della metropolitana di Grenoble dove insieme allo scontrino c’è stampato un piccolo racconto, quella del visore in 3D per far produrre più latte alle mucche russe, quella del dolce volante (del ristorante Allinea di Chicago) fatto con una pastella riempita di elio, o quella degli squali che amano il jazz. 40 microracconti illustrati che sembrano inventati e invece parlano di cose vere che ci fanno innamorare di nuovo del mondo bizzarro in cui viviamo (e siamo ansiosi di tornare a esplorare).

Biloxi di Mary Miller (Black Coffee, € 15)

Courtesy Black Coffee

Louis ha 63 anni e ormai sembra rassegnato (il padre è morto, la moglie lo ha lasciato e passa le giornate davanti alla tv), ma una mattina, incuriosito da un cartello, finisce per adottare Layla, un cane. Una storia di amicizia, nuove occasioni, joie de vivre e un’autrice da scoprire.

Nel nome del diavolo di Lorenzo Alunni (il Saggiatore, € 21)

Courtesy il Saggiatore

Uno zio che il protagonista non sapeva di avere e di cui scopre l’esistenza quando gli fanno le condoglianze. Un viaggio per scoprire qualcosa di più. E poi pagine di Moby Dick, migranti, riti sciamanici, amori, fantasmi e diavoli, inseguendo segreti e balene bianche.

Un falco per amico di Barry Hines (Neri Pozza, € 17)

Courtesy Neri Pozza

Billy è un ragazzino che non se la passa bene: la madre non lo considera e il fratellastro lo maltratta. Finché in una fattoria trova un piccolo gheppio e da lì comincia l’avventura. Un longseller struggente (scritto nel ’68) che ora arriva in Italia. P.S. Preparate i fazzoletti.


Ballata per le nostre anime di Mauro Garofalo (Mondadori, € zz)

Courtesy Mondadori

Questa è la storia di Simone Pianetti, lavoratore, padre di otto figli che la mattina del 13 luglio 1914 prende il fucile, uccide sette persone (cinque uomini e due donne, responsabili nella sua mente di averlo portato al fallimento) e poi fugge tra i monti. In queste pagine che ne ripercorrono la vita - l'infanzia, la passione per la caccia, il rapporto col padre, l'avventura in America, il ritorno al paese, la voglia di darsi da fare - c'è l'epopea di un uomo e quella di un mondo. C'è un'Italia antica e ruvida, ci sono le voci dei morti che risuonano con i loro ripianti e c'è un antieroe (ancora oggi per la legge Pianetti è un ricercato) che è diventato leggenda e che un cantastorie fa rivivere davanti ai nostri occhi.

Voglio sappiate che ci siamo ancora di Esther Safran Foer (Guanda, € 17)

Courtesy Guanda

«Sul mio certificato di nascita si legge che sono nata l’8 settembre 1946 a Ziegenhain, in Germania. Il giorno è sbagliato, la città è sbagliata e la nazione pure. Ci ho messo anni a capire come mai mio padre si era inventato quelle bugie». Così inizia il memoir di Esther Safran Foer (sì, la madre di Jonathan) che cresciuta tra i fantasmi e perseguitata da storie che nessuno voleva raccontare (il padre e la madre erano i soli sopravvissuti all’Olocausto delle loro famiglie) decide di rimettere insieme i frammenti e partire per l’Ucraina. Una storia di Olocausto, ferite, identità. E di memoria, che tiene in vita anche chi è stato spazzato via.

Il silenzio delle campane di Jessica Bianchi e Antonella De Minico (Round Robin, € 14)

Courtesy Round Robin

Carpi, 2012, ai tempi del terremoto. La terra lascia rovine e crepe che si allargano anche dentro le persone. In questa comunità che cerca un modo per ricominciare, seguiamo Emma e Carlo, sposati da quarant'anni, che devono fare i conti con un equilibrio che si è incrinato dalla morte e del figlio e di cui ora restano rovine. E Anna, donna dalla vita complicata che cerca di tenere insieme i pezzi della sua famiglia allargata. Un romanzo intimo che dipana gli affetti, le relazioni e ci porta a guardarci dentro e cercare quello che ci radica al suolo quando il mondo intorno si sfalda.

La tua bellezza di Sahar Mustafah (Marcos y Marcos, € 18)

Courtesy Marcos y Marcos

Da una parte c’è Afaf, direttrice di un collegio femminile islamico in Illinois che conosciamo(e amiamo) pagina dopo pagina, dall’altra c’è un attentatore americano bianco che irrompe nella scuola. Un romanzo intimo e politico che ci fa riflettere sul nostro presente.

Conosci l’estate? Simona Tanzini (Sellerio, € 13)

Courtesy Sellerio

Viola è una giornalista televisiva, è arrivata a Palermo da Roma da undici mesi, ha pochi amici, e soffre di sinestesia cromomusicale - vede il colore della musica e anche quello delle persone. Nel suo primo giorno di ferie, mentre soffia lo scirocco, la notizia della morte di una ragazza legata a un cantante locale, che ha conosciuto qualche tempo prima, la spinge a indagare e tentare di sbrogliare i fili di una storia che affonda nel passato. Un romanzo che è un’esplosione di colori, una città contraddittoria e bellissima (bisognerebbe annotare tutti i posti che vengono nominati e andarci il prima possibile) e una protagonista che speriamo di incontrare ancora.

Padania blues di Nadia Busato (Sem, € 16)

Courtesy Sem

L’apparente quiete di un paesino del Nordest è disintegrata da un incendio e da un cadavere. L’unica sopravvissuta (in coma) è una giovane parrucchiera piena di sogni ricalcati dalla tv. Una commedia nera che smaschera le nostre ipocrisie.

Hark di Sam Lipsyte (minimum fax, € 18)

Courtesy minimum fax

In un’America sempre più confusa e allo sbando, in cui tutti cercano una guida, si leva forte una nuova voce, quella di Hark Morner, un guru-motivatore (ruolo che non cercava e fatica a gestire), che grazie alla sua tecnica di Tiro con l’arco mentale (una miscela di aforismi, yoga, mitologia, cialtroneria e appunto tiro con l’arco) catalizza folle di fedeli. Intorno a lui si muovono fan-adepti, loschi figuri, veterani, miliardari e pesci gatto. Surreale, grottesco e ironico, questo libro scoppietta come un fuoco d’artificio e gioca impietoso con le nostre umane debolezze.


Lo scarafaggio di Ian McEwan (Einaudi, € 16)

Courtesy Einaudi

«Quella mattina Jim Sams, un tipo perspicace ma niente affatto profondo, si svegliò da sogni inquieti per ritrovarsi trasformato in una creatura immane». Questo incipit vi ricorda qualcosa? Sì, esatto: è proprio Kafka. Solo che nella personalissima rivisitazione di McEwan succede che quello che fino alla sera prima era un reietto scarafaggio, la mattina dopo è niente meno che il Primo Ministro d’Inghilterra. Spiazzante, rutilante e molto divertente.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cultura