Libri da leggere questa estate (innamoramenti inclusi)

Dall'ultimo thriller di Joël Dicker al ritorno di David Leavitt, dai racconti di Margaret Atwood all'incanto di Manuel Vilas, ai segreti del giovedì sera di Elvira Seminara, al nuovo libro di Franco Arminio che - sorpresa! - ci regala una poesia: 15 ispirazioni per un'estate da leggere.

libri belli estate 2020
Getty Images

Preparati i bagagli? Se avete chiuso l'ultima zip, l'ultima trousse, controllato pure lo zaino dei figli e vi state chiedendo che libri portare con voi, qui trovate un po' di suggerimenti per l'estate. Dall'ultimo thriller di Joël Dicker, alla raccolta di racconti di Margaret Atwood, al nuovo libro di Manuel Vilas, al ritorno di David Leavitt (in anteprima mondiale, in America uscirà a ottobre) all'esordio di Alessandro Valente giovanissimo scrittore dal talento affilato, alle riflessioni liriche di Franco Arminio (che ci regala una poesia!): 15 consigli per viaggiare lontano.

L’enigma della camera 622 di Joël Dicker (La nave di Teseo, € 22)

Courtesy La nave di Teseo

Al Palace de Verbier, lussuosissimo hotel sulle Alpi, viene commesso un orrendo delitto (che resta irrisolto). Quindici anni dopo, in quell’albergo uno scrittore, alle prese con il nuovo libro, viene conquistato da quel caso e comincia a indagare. Mettetevi comodi.

Gli uomini muoiono le donne invecchiano di Isabelle Desesquelles (Clichy, € 17)

Courtesy Clichy

Un istituto di bellezza, l’Eden di Alice. Eve, l’assente di cui aleggia il ricordo. E dieci donne che si raccontano, senza nascondersi, e con quest’assenza fanno i conti. Un libro che sembra parlarci all’orecchio.

Il mare senza stelle di Erin Morgenstern (Fazi, € 18,50)

Courtesy Fazi

Zachary, studente universitario, in biblioteca incappa in un libro misterioso. Dove, tra storie di iniziazioni e adepti, trova un episodio della sua infanzia. Da lì parte un’avventura che lo porta in librerie sotterranee, città disperse e archivi da proteggere... Un fantasy letterario e sofisticato che spalanca altri mondi.

Tigri di carta di Sara Recordati (Mursia, € 18)

Courtesy Mursia

Al centro di questo libro - che ha vinto il Premio letterario Romanzo italiano 2020 di Rtl 102,5 e Mursia - ci sono tre fratelli: Michele (ortopedico affermato, marito e padre di famiglia), Eugenia (single che insegue la carriera universitaria) ed Ettore (che sta facendo i conti con la sua omosessualità), che procedono con le loro vite più o meno complicate, fino a quando Michele si innamora di una collega appena conosciuta. Una storia di famiglia, di relazioni, un carosello di affetti e segreti che dal passato invadono il presente.

Il decoro di David Leavitt (Sem, € 17)

Courtesy Sem

America, 2016. Durante una serata con il marito e gli amici, Eve Lindquist (56enne democratica) lancia un'idea provocatoria: vorrebbe chiedere a Siri come uccidere il neoeletto presidente Trump. Da qui e dal senso di insicurezza legato al nuovo clima politico prende il via il nuovo romanzo di David Leavitt. Una delizia che conferma un grande talento.

La gioia, all'improvviso di Manuel Vilas (Guanda, € 19)

Courtesy Guanda

«Tutto ciò che abbiamo amato e perduto, che abbiamo amato moltissimo, che abbiamo amato senza sapere che un giorno ci sarebbe stato rubato, tutto ciò che, dopo che l’abbiamo perso, non è riuscito a distruggerci, per quanto abbia insistito con forze sovrannaturali e abbia cercato con impegno e crudeltà la nostra rovina, finisce, prima o poi, per diventare gioia». Così comincia il nuovo libro di Manuel Vilas che, dopo In tutto c'è stata bellezza, torna a raccontarsi. Annoda ricordi, pensieri, riflessioni, ci parla di mogli, figli, famiglia, incontri con i lettori, solitudine «abbiamo costruito l'illusione della compagnia», viaggi, stanze d'albergo, biciclette «quante biciclette ci sono nella memoria di qualunque essere umano?» e tesse pagine che risuonano, scrostano il quotidiano, e vanno giù, nel profondo, come un sasso lanciato in un pozzo.


Il borghese Pellegrino di Marco Malvaldi (Sellerio, € 14)

Courtesy Sellerio

1900, Pellegrino Artusi (sì, proprio quell’Artusi) si ritrova alle prese con una morte misteriosa: uno degli invitati alla cena a cui anche lui ha preso parte viene trovato morto nella sua stanza chiusa a chiave. Un giallo tutto da gustare.

Imparare a parlare con le piante di Marta Orriols (Ponte alle Grazie, € 16)

Courtesy Ponte alle Grazie

In una sera la vita di Paula, neonatologa all’ospedale, si frantuma: Mauro (con cui stava da 20 anni) la lascia, e poco dopo una telefonata le annuncia che è morto. Un romanzo intenso di dolore e rinascita, piccole gioie e frammenti che si ricompongono.

Ricatti di Claudia De Lillo (Mondadori, € 18)

Courtesy Mondadori

Nina Forte, che abbiamo conosciuto due anni fa nel romanzo Nina sente, è tornata. Driver privata, un figlio adolescente, un olfatto portentoso, un padre affetto da demenza, questa volta si trova a lavorare per Tony Colombo, banker privato. Una commedia noir che ci porta in giro per il mondo, tra ricatti, prostituzione e torbidi affari.

I segreti del giovedì sera di Elvira Seminara (Einaudi, € 16,50)

Courtesy Einaudi

C'è Miriam che ha smesso di tingersi i capelli, Sophia che chiude tutto dentro piccoli sacchetti (come per sigillare i momenti), Olivia separata/vedova per cui da un po' di tempo ogni cosa si trasforma in boomerang, Pietro, psicoanalista con la madre ingarbugliata che ha trovato un nuovo amore... e poi c'è lei, Elvis/Elvira giornalista e scrittrice, voce narrante e fulcro vitale di questo gruppo di amici. Ci sono loro, che seguiamo in questo turbine di parole ed emozioni - e che vediamo alle prese con cronoterapie (cure del tempo), dolci alla carta, ansie da sedare, gruppi su WhatsApp che si chiamano come canzoni di Battisti, sprazzi di felicità repentina, confidenze, segreti, appuntamenti settimanali che sono un po' bilanci e un po' spinta in avanti - e un po' ci siamo anche noi. Noi che magari ancora non stazioniamo (come loro) in quella soglia sempre più esile che separa i 50 dai 60 cercando la rincorsa per un tempo sconosciuto - ma che ci siamo ritrovati adulti a tradimento, sfasati rispetto ai nostri sogni, noi che ci credevamo forever young e cominciamo a fare i conti col tempo che ci sfugge di mano.

La quattordicesima lettera di Claire Evans (Neri Pozza, € 18)

Courtesy Neri Pozza

Londra, 1881. Una ragazza viene uccisa la sera del suo fidanzamento, un apprendista avvocato viene braccato dopo che gli è stata consegnata una scatola da custodire. E ancora: sette segrete, cercatori, luoghi oscuri. Un thriller rutilante da seguire d’un fiato.

Ho provato a morire e non ci sono riuscito di Alessandro Valente (Atlantide, € 15)

Courtesy Atlantide

Alessandro ha 14 anni, Emma 13, e il loro amore nasce su Instagram. Per incontrarsi e frequentarsi Alessandro attraversa l'Italia - lui sta a Verona, casa spaziale, famiglia bene, lei nella periferia un po' coatta di Roma. Lei è sfuggente, ha altre storie e lui la insegue, scappa di casa, si traveste. Un primo amore devastante - che lacera come solo i primi amori possono fare - e un esordiente giovanissimo e dal talento che brilla che ci fa capire i ragazzi di oggi (e anche li adulti) come mai prima.

Distanza di sicurezza di Samanta Schweblin (Sur, € 15)

Courtesy Sur

Amanda, una giovane donna, è in un letto d'ospedale, e David (un bambino) è accanto a lei. Non sono madre e figlio e tessono un dialogo serratissimo in cui affiorano domande (dov'è la figlia di Amanda? cos'è successo a David?), storie di anime spezzate e lacerazioni. Torna in una nuova edizione il primo romanzo di Samanta Schweblin (la scrittrice argentina che ci ha inquietantemente conquistato con Kentaki, se non lo avete letto, è arrivato il momento) e ci trascina dentro i fantasmi del nostro tempo. Alla ricerca di una giusta distanza che ci metta al riparo.

L’uovo di Barbablù di Margaret Atwood (Racconti edizioni, € 18)

Courtesy Racconti Edizioni

Ragazze semplici che non si sanno difendere da mariti fedifraghi, madri narrate nei momenti significativi... Le protagoniste di questi 12 racconti (ora in una nuova edizione, con la traduzione di Gaja Cenciarelli) sono donne che ci somigliano, alle prese con le relazioni e con la vita. Da leggere e rileggere a piacere.

La cura dello sguardo di Franco Arminio (Bompiani, € 16)

Courtesy Bompiani

Brevi testi, poesie, riflessioni, orazioni civili, da leggere, rileggere e su cui tornare, come Contro la paura, Nuovi consigli sentimentali o Il rimedio universale. Franco Arminio ci parla di potere dello sguardo, di ferita e guaritore. Ci fa riflettere sul nostro "autismo corale" che ci vede ognuno rinchiuso dietro ai propri schermi impegnati in una comunicazione che ha perso vitalità e ci invita ad alzare gli occhi, per vedere il mondo e gli altri in modo nuovo.

Questa che leggete qui, è una sua poesia inedita. Un suo regalo, un inno, un augurio, una dichiarazione di intenti.

Gli stati generali della gioia

Se deve riprendere la vita
che riprenda con ebbrezza,
facciamo una festa che metta insieme
la notte della taranta e il carnevale di Venezia,
festa in ogni paese dell'Appenino, festa
a Genova, a Milano, a Torino.
L'Italia tutta in strada,
tutta un canto a Napoli e a Palermo,
l'Italia che si bacia a Cagliari e a Parma,
una grande cerimonia dei sensi,
di tutte le donne e di tutti gli uomini,
dei vecchi e dei bambini,
festa pure negli ospedali
e nelle carceri.
Facciamola per un giorno
una cosa che il mondo non ha mai visto,
tutta l'Italia piena di letizia
tutta protesa a dire
che si può stare al mondo
con occhi nuovi, che la rissa
dell'economia produce ingiustizie e noia.
Questo dobbiamo fare:
gli stati generali della gioia.

Franco Arminio

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cultura