Milano è la settima città più cara al mondo

7 cose che costano irrimediabilmente troppo a Milano e che l’hanno immediatamente messa in lista dopo New York, Tokyo...

image
rebe Adelaida su Unsplash

Milano è la città dove anche una piccola scatola di cioccolatini è un’opera da Compasso d’Oro. Milano è la città dove anche una “corsa al supermercato” si trasforma in una dolce rapina davanti al banco dei crudi di pesce. Milano è la città dove anche un drink da dopoufficio è un’esperienza de-luxe. Milano è la settima città più cara al mondo secondo il report di Ubs Wealth Management, che ha messo a confronto il costo della vita in 77 città del globo. Settima dopo Zurigo, Oslo e New York e subito prima di Londra, Chicago, Helsinki… Con mooolta molta ironia e con mooolto molto amore per la città meneghina, abbiamo stilato una micro classifica di irrinunciabili motivi che l’hanno resa così amabilmente inarrivabile. Ma la vera domanda è: perchè non vivere a Milano?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Milano è la settima città più cara al mondo perché: vuoi non fare la colazione alla Pasticceria Marchesi in Galleria, bere il tè delle cinque da Gattullo e fare l’aperitivo con un Negroni in un bicchiere di cristallo (semi cit.) al Bar Basso?

Milano è la settima città più cara al mondo perché: anche il pane è una questione couture. Ovvero, puoi aspettare la ciabatta caldacalda del panificio Davide Longoni, puoi scegliere le lingue ai cinque cereali da Eataly e puoi fiondarti da Princi per la pizza di “a mezzanotte sai…”.

Milano è la settima città più cara al mondo perché: se vai al cinema Anteo, vuoi non fare la formula gourmand con cena da 30 euro inclusa? E poi, diciamocela tutta, se ti siedi tra le poltrone del cinema Prada, vuoi non salire alla Torre il nuovo ristorante della Fondazione a concludere degnamente la serata?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Milano è la settima città più cara al mondo perché: se hai un bouquet di hotel cinque stelle da far invidia a Hong Kong, ma un letto milanese verso cui tornare, l’unico modo di godere dei luxury alberghi è presenziare nella loro SPA immaginifiche. P.S. Dal Ceresio 7 all’ultimo piano dell’hotel Armani, per concludere la notte con un Oriental Essence al Mandarin.

Milano è la settima città più cara al mondo perché: ti bastano sette giorni di Design Week tra via Palermo e le Cinque Vie per capire che una lampada di Castiglioni non ti tradirà mai e che un Veliero di Cassina vale quanto un attico in Brera.

Milano è la settima città più cara al mondo perché: qui sono nate le sciùre, e che cosa ci insegnano le sciùre? Che un cappello sartoriale, una borsa in saffiano, un anello di famiglia (sapientemente rimodernato) e dei gambaletti in cipria seta sono i momenti nelle quali tutte prima o poi cadremo (anche senza avere un palchetto alla Scala).

Milano è la settima città più cara al mondo perché: nell’ex quartiere della malavita ci trovi Francesco Bianconi dei Baustelle e il grattacielo più bello del mondo, dove non vi diciamo quanto cosa un loft… P.S. E i tamarri di periferia si incontrano nella piazza progettata da Zaha Hadid.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi

Pubblicità - Continua a leggere di seguito




Il nuovo hotel che vi trasporterà nella Roma antica L'hotel che vi trasporterà nella Roma antica


Una prigione trasformata in un paradiso Una prigione trasformata in un paradiso