L'incantesimo della foresta

How to: nutrire gli occhi e lo spirito con la magia delle foreste.

Sette minuti con il viso che tocca la corteccia, le braccia distese lungo tutta la circonferenza di un albero: non c’è bisogno di credere nelle storie fantasy per immergersi corpo, occhi, respiro nella magia delle foreste, il più potente polmone verde che ci riporta alle origini. Muschio, felci, abeti, aromi che arrivano ad allietare il passo e poi la luce che filtra improvvisa in ricami di legno e foglie. Uno degli appuntamenti immancabili in estate è quello con la natura più quieta e maestosa ovvero un percorso tra le foreste austriache in totale assenza di suoni e in totale presenza di emozioni. Il forest bathing è uno degli esempi più vividi di come la foresta possa interagire con i nostri corpi e le nostri menti mentre ci immergiamo, camminiamo, pensiamo e ci stupiamo. Antica disciplina a cui sono dedicati percorsi ad hoc grazie allo studio delle piante migliori per facilitare la respirazione, delle stagioni più adatte per riconnettersi con la terra - anche attraverso agli odori toccanti ed emotivi - il forest bathing permette di staccare la testa dai ritmi di performance e di immergersi nel proprio subconscio. Questa quiete verde porta il corpo a rafforzare il sistema immunitario, abbassare la pressione sanguigna e ad attivare il sistema nervoso parasimpatico da cui dipendono stati d’animo essenziali per l’uomo quali riposo e calma.

"Ancora oggi gli essere umani usano un software nato all'età della pietra: è grazie a quello che in caso di pericolo siamo in grado di avere risposte immediate. Il responsabile è il sistema limbico, la parte più profonda e antica del cervello, e ha a che fare con il subconscio. Ecco perché passare del tempo nella foresta è così tanto rilassante: il subconscio riconosce la natura come la fonte più profonda di benessere" racconta il dottore Erwin Thoma che nella sua ricerca illustra come i territori boschivi austriaci abbiano un giusto equilibrio di verde, sfumature climatiche, laghi, ruscelli, cascate, essenziali anche per una quiete sonora a cui non siamo più abituati. Un angolo di verde immenso in cui trovare un angolo di tranquillità rara: forse uno dei weekend più intensi e sinceri che potremo vivere in estate, fuga in solitaria per staccare dal wi-fi e riconnetterci solo con noi stessi. Per chi è pronto a immergersi qui troverete otto luoghi dove la natura vi prende per mano e vi insegna a respirare.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da We love Austria