Cara Versailles sei tanto bella ma noi abbiamo la Reggia di Caserta

Perché intraprendere lunghi viaggi quando in Campania c'è una meraviglia architettonica a cui intellettuali e registi rendono omaggio da sempre?

High angle view of fountains in a garden, Fountain of Venus and Adonis, Caserta Palace, Reggia, Caserta, Campania, Italy
DEA / G. SOSIOGetty Images
DEA / G. SOSIOGetty Images

L’intento era quello di costruire il palazzo più bello del mondo. Questa è stata la richiesta di Carlo III di Borbone all’archietto Luigi Vanvitelli: il risultato è che fra le tante cose meravigliose da vedere in Campania ancora oggi la Reggia di Caserta è delle più amate dai viaggiatore. E dai registi: fra i suoi giardini e le sue stanze sono stati girati Angeli e Demoni, Star Wars - La minaccia fantasma, Mission Impossible 3 e tante scene di Elisa di Rivombrosa. Il Palazzo reale e il giardino ne fanno la residenza reale più grande al mondo, ma se i proprietari storici sono stati i Borbone di Napoli, per un breve periodo fu abitata anche dai Murat. Si dice persino che per scrivere Cenerentola, Perrault si sia ispirato a una favola napoletana molto simile che si svolgeva proprio nella Reggia di Caserta, e basta visitarla per capire che non è poi un ipotesi così remota. La Reggia è stata dichiarata dall'Unesco, insieme con l'acquedotto di Vanvitelli e il complesso di San Leucio, patrimonio dell'umanità nel 1997. Nel 2016 è stata, con un totale di 683.070 visitatori, il dodicesimo sito museale statale italiano più visitato. Per chi non l'ha ancora visitata, è il momento buono per farlo.

Giardino inglese Reggia di Caserta. Oltre agli appartamenti e al Parco Reale c’è da vedere l’imperdibile capolavoro del giardino. A destra della Fontana di Diana e Atteone, si sviluppa su una superficie di 24 ettari in cui perdersi a vista d'occhio. Costruito a partire dal 1785 su suggerimento di Lord William Hamilton, è il primo giardino di paesaggio d’Italia. Nelle intenzioni della regina Maria Carolina, che nell'impresa investì il suo personale patrimonio, il giardino casertano doveva confrontarsi con il Petit Trianon, fatto realizzare a Versailles dalla sorella Maria Antonietta di Francia. Da non perdere il Bagno di Venere con il Criptoportico, finto ninfeo con statue provenienti dagli scavi archeologici borbonici e dalla collezione Farnese; la Palazzina all'inglese, che fu l'abitazione del giardiniere Graefer, e l'Aperia, anticamente impiegata per l'allevamento delle api.

De Agostini / A. Dagli OrtiGetty Images

Reggia di Caserta, orari. Per gli appartamenti storici: apertura dalle 8.30 alle 19.30. Chiusura biglietteria alle 18.45 e ultimo ingresso alle 19.00. Uscita dal museo: 19.25. Per Quadreria - Percorso Arti Decorative - Percorso Scalone d'onore e Volte di copertura l'ingresso solo su prenotazione. Per quanto riguarda il Parco Reale ed il Giardino all’Inglese l’orario cambia ogni mese, quindi è fondamentale consultare la tabella sul sito ufficiale della Reggia di Caserta.

DEA / F. TANASIGetty Images

Reggia di Caserta, prezzi. Per gli appartamenti storici, Parco reale e il Giardino Inglese: 12,00 euro intero, 6,00 euro ridotto. Solo appartamenti storici (acquistabile quando il parco è chiuso): 9,00 euro intero, 4,50 euro ridotto. Per Quadreria, Scalone d'onore e Volte di copertura - Arti decorative: solo su prenotazione. La prima domenica di ogni mese, l'iniziativa Domeniche al Museo sono gratuiti tutti i musei, le aree archeologiche, gli appartamenti storici, mentre al Parco della Reggia si può accedere con biglietti da 5,00 euro intero, 2,50 euro ridotto (dai 18 ai 25 anni non compiuti), gratis fino a 18 anni.

DEA / G. DAGLI ORTIGetty Images

Giorno di chiusura Reggia di Caserta. Tutti i martedì è prevista la chiusura ordinaria settimanale. Altri giorni di chiusura: 1 Gennaio e 25 Dicembre. Le aperture straordinarie in tali giornate di chiusura vengono di volta in volta segnalate.

Reggia di Caserta, come arrivare. In Auto: da Roma Autostrada A1 (Milano- Napoli) uscita Caserta nord, da Napoli, Salerno, Bari, Autostrada A30 uscita Caserta sud. In Treno: Caserta è collegata con le maggiori città del nord e sud Italia direttamente o via Roma–Napoli con treni Eurostar, espressi e regionali (i treni da Napoli a Caserta sono molto frequenti). Dalla stazione si arriva alla Reggia di Caserta in circa 5 minuti, attraverso il centro storico della città. In Autobus: esiste un autobus di collegamento da Napoli Porto/Stazione/Aeroporto per Caserta Reggia. In Aereo: Aeroporto internazionale Napoli Capodichino, che si trova a circa 24 Km di distanza dalla Reggia di Caserta, con un servizio di autobus collega l’aeroporto con Caserta.

Parcheggio Reggia di Caserta. Esiste un parcheggio comunale seminterrato in Piazza Carlo III (nei pressi della Stazione), inoltre è consentita la sosta nei pressi della Reggia di Caserta in apposite aree contraddistinte da strisce blu (e quindi a pagamento esibendo la ricevuta emessa direttamente dalle apposite macchinette sul cruscotto). Insomma, non ci sono proprio scuse per rimandare!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi