Un giorno a Venezia tra arte, cibo stellato e shopping deluxe

Tre tappe suggestive e mirate per tornare (finalmente) in Laguna.

Courtesy Photo

Prima tappa. Mostra Venetian Love presso Fondation Valmont nella splendida location di Palazzo Bonvicini nel sestiere di Santa Croce. “Progettare una mostra in un palazzo veneziano del XVI secolo che collegasse diverse interpretazioni della bellezza universale non è stato semplice", spiega Didier Guillon, brillante e appassionato Presidente della Fondation Valmont. "Ispirato dal principio dell’equilibrio, l’abbozzo di un’immagine cominciò a emergere, imponendosi in maniera lenta ma inesorabile come una scelta ovvia. Gli artisti e le opere selezionate hanno poi semplicemente perfezionato questo delicato equilibrio. Tra i lampadari impetuosi di Aristide Najean,espressione diretta della volontà dell’Artista di rivelare le sue emozioni interiori e le immense foto di Silvano Rubino con la sua architettura essenziale e inedita creatrice di un’atmosfera sospesa,mi sono infilato io, con le mie umili maschere segnate”, conclude Didier Guillon.

Se sarete fortunati la sua presenza renderà la visita ancor più stimolante. E alla fine del percorso, dopo una breve scala, verrete sorpresi dall'atmosfera di Luchino Visconti nel capolavoro Morte a Venezia (1971), proiettato quotidianamente in alcune fasce orarie, che concluderà il tour artistico. (Mostra Venetian Love fino al 31 gennaio 2021, www.fondationvalmont.com

Courtesy Photo
Courtesy Photo
Courtesy Photo
Courtesy Photo

Seconda tappa. Pranzo presso Aman Canal Grande Venice Resort Restaurant, nel cuore di Venezia a Palazzo Papadopoli. Un luogo magico con due giardini privati e uno spazio prezioso dove poter pranzare, cenare o semplicemente rilassarsi. Con l'importante novità: lo chef Norbert Niederkofler, tre stelle Michelin, come Consultant Chef. L'Aman Venice Hotel è nascosto alla vista, come molti altri palazzi simili a Venezia, in una città che ondeggia tra un turismo evidente, ed uno di elite che fa della discrezione il proprio tratto distintivo.

Courtesy Photo

Terza tappa. Fondaco dei Tedeschi Department Store, sul Canal Grande, a pochi passi dal Ponte di Rialto, trasformato in un emporio di lusso nel 2016 con il recupero architettonico firmato da Rem Koolhas. All'interno moltissime eccellenze (Made in Italy soprattutto) e al terzo piano un grande area dedicata alla cosmesi e alla bellezza. Qui c'è lo spazio esclusivo Valmont: skincare deluxe, fragranze raffinate e passione per l’arte. I rituali viso e corpo, la quintessenza dell'Elixir des Glaciers e l'alta gioielleria olfattiva di Storie Veneziane. Fondation Valmont e Fondaco dei Tedeschi sono legati da arte e bellezza in questo spazio ispirazionale. I clienti saranno invitati a Palazzo Bonvicini per sperimentare l'esclusiva maschera al collagene, sempre in conformità con le vigenti normative per l’emergenza Covid-19, godendo della visita privata dell'attuale mostra d’arte.

Pronti a partire?

Courtesy Photo
Courtesy Photo

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi