Opsss, Hermès ha aperto il negozio più particolare di tutta Roma

Tra Fontana di Trevi e Piazza di Spagna, ha aperto le porte la boutique esclusiva di Hermès. Weekend lampo a Roma anyone?

Interior design, Room, Building, Ceiling, Furniture, Floor, Design, Flooring, House, Architecture,
Courtesy Hermès

Una capsula del tempo atterra da Hermès a Roma in via Condotti 67. Un racconto scenografico creato da matali crasset & Stéphane Corréard sancisce il claim couture della Maison di quest’anno: “È tempo di giocare!”. Un viaggio in limited edition, da marzo a dicembre 2018, corre lungo l’ex boutique Hermès della Capitale, che oggi viene trasformata in spazio temporaneo di vendita, di gioco, di illusioni illustrate. Hermès Temporary Store Roma - I tre Giochi di Prestigio ovvero uno dei negozi più particolari a Roma per le prossime settimane.

#Sequenza 1: Gli Oggetti di Jean-Eugène Robert-Houdin (8 marzo - 18 maggio). Tra levitazione, invenzione, oggetti che scompaiono e si trasformano: guanti e cappelli animati, storie fantastiche, enigmi da risolvere. Tutto è illusione nella capsula che racconta l’universo del mago Jean-Eugène Robert-Houdin. Dall’orologio da taschino della collezione Émile Hermès all’orologio Arceau Le temps suspendu, da un nécessaire da viaggio alla bicicletta Le Flâneur d’Hermès, humour e serietà vanno a braccetto. Le meraviglie si propagano fino alla Galleria del Prestigio, accanto alla capsula del tempo, occupata dalle artiste Louise Hervé e Chloé Maillet, ispirate dalla scienza e dalla finzione.

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

#Sequenza 2: La Luce di Georges Méliès (maggio - settembre). Il cineasta e illusionista Georges Méliès prende il posto di Jean-Eugène Robert-Houdin, del quale ha acquisito nel 1888 il teatro a lui intitolato. Si fa posto al cinema: giochi di luci e di carte da parati compongono il fondale, evocando le decorazioni sceniche che Méliès dipingeva da sé. Passato e presente si incontrano, tra l’ingegnosità di un fermaglio, accessori e oggetti esposti, composti, ricomposti. Una poesia, tinta di libertà e leggerezza, che invade anche la Galleria del Prestigio, dove le sculture, i video e i disegni firmati da Yves Netzhammer fanno eco ai film di Méliès.

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

#Sequenza 3: Le Parole di Raymond Roussel (settembre - dicembre). Ci si mette in viaggio in una capsula che assomiglia a una roulotte. Come quella concepita dallo scrittore, poeta e inventore Raymond Roussel, con cui partì nel 1925 per esplorare l’Alsazia e la Svizzera. Sedile, plaid, letto pieghevole, piatti, bauli... Non manca nulla per compiere questo viaggio immobile. Giochi di spirito, giochi di parole e parole d’ordine rendono omaggio a Raymond Roussel in un percorso che conduce alle creazioni luminose di Jean-Michel Alberola.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News