La storia di Procell IL miglior negozio vintage di New York

Lower East Side. Qui si nasconde la mecca dei vintage lovers di tutto il mondo (e una coppia detiene EQUAMENTE lo scettro).

image
Getty Images

"New York I love you but you (don’t) bringing me down (no more)" semi-cit. Da anni abbiamo smesso di pensare a NYC esclusivamente come alla big city di Carrie Bradshaw & co. Ma è inevitabile: l'idea di Manhattan quale store di vestiti/ispirazione a cielo aperto è rimasta intatta. Certo tutto questo è possibile perché i migliori negozi vintage a New York viaggiano in combo con club segreti con playlist che ascolteremo in Europa 12 mesi dopo, gallerie d’arte che sono avanguardia, scelte culinarie che abbattono qualunque concetto di passaporto (bye-bye Donald). Se è vero che la passione per i flea market e, più in generale, l’amore per il vintage nasce proprio nella Grande Mela come potrebbe la città non ospitare il sogno (non più) proibito della maggior parte dei vintage lovers worldwide?

Eccolo, Procell, lo shop al 5 Delancey St del Lower East Side che gioca in un campionato a sé stante nella grande sfida dei mercatini delle pulci. In piena estate, quando i turisti vorticano tra i classici di Manhattan, su The Cut Sarah Spellings e Diana Tsui hanno dedicato un profilo "sensibile" al negozio di vintage migliore al mondo. Fondato da Brian Procell insieme a sua moglie Jessica Gonsalves il vintage store è una mecca per instancabili ricercatori di preziose t-shirt d’annata, sneakers da collezione, accessori in edizioni limitate made in Italy. Lei, Jessica, nutre amore profondo tanto per Mariah Carey quanto per Azzedine Alaïa e in una giornata qualunque passano a salutarla in boutique amici come Frank Ocean. Show-off dei contatti facili? No, TUTTO, vip clients inclusi, giustifica il titolo di migliore negozio vintage di New York.

Intervistata da The Cut Jessica Gonsalves ha tratteggiato i segreti per detenere lo scettro di miglior negozio vintage al mondo ma si è ben vista dallo svelare gli how to per la caccia al cimelio, safari tra culti vintage che si snoda dal Vietnam all'Italia. Nel dna della coppia (con il plauso dei clienti affezionatissimi): personalissimo gusto, previsione di trend che tornano pescando dal passato, sensibilità estrema per gli investimenti. Dettagli (non da poco) che consentono ai due di elevarsi a massimi esperti in termini di ricercatori del buon vintage. Il lusso da tempo tende al green: e cosa vi è di più eco-consapevole del riciclo (couture)?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News