Una sfilata e una vista al top: la prima volta di Longchamp a New York è vertigine pura

Da Kaia Gerber a Kate Moss, dalle frange alla storia di un brand francese che incanta New York (e il mondo).

Longchamp - Runway - September 2018 - New York Fashion Week
Victor VIRGILEGetty Images

Malgrado le attuali idee del loro presidente Trump, gli americani hanno sempre accolto le persone e le mode da ogni parte del mondo. E così hanno ancora fatto per la griffe francese Longchamp, che fra l’altro ha come testimonial senza barriere una ragazza californiana del calibro di Kendall Jenner.

Sophie Delafontaine direttore artistico di Longchamp
Victor VIRGILEGetty Images

E gli americani, come atto di benevolenza, hanno permesso a questo marchio, nato 70 anni fa a Parigi, di sfilare in una location unica e incredibile come il 3 WTC. Ovvero il terzo grattacielo del nuovo complesso, creato attorno all’oggi rinato quartiere del World Trade Center. Come ogni francese che si rispetti, il suo direttore artistico Sophie Delafontaine ha scelto di fare le cose in grande sfilando quindi all’ultimo piano (il 68mo) di questo recente grattacielo, mai usato finora.

La vista mozzafiato dal 68mo piano del 3 WTC di New York
Alessandro Argentieri

Oltre alla vista a 360 gradi che ha aperto le pupille di tutti con una visione indimenticabile fino alle costruzioni del New Jersey o di Central Park, i 200 ospiti hanno potuto vedere anche un’altra star della maison come Kate Moss, che è arrivata puntuale e non si è lasciata intimidire dai flash. Fotografatissime anche le attrici Isabelle Huppert, Priyanka Chopra e Natalia Dyer della serie Stranger Things.

Natalia Dyer allo show di Longchamp
Getty Images

Incuriosite dal tema musicale scelto da Michel Gaubert per lo show (il motivo dei titoli di coda del film Isle of Dogs) anche le creative Awkwafina, Amanda Steele, Camille Charriere, Crystal Reed, Debby Ryan, Julia Restoin-Roitfeld, Krystal Bick, Natalie Suarez oltre a Poppy Delevingne, Sofia Sanchez de Betak e Soo Joo Park che hanno applaudito le creazioni di Sophie Delafontaine.

Kate Moss e Kendall Jenner allo show di Longchamp
Dimitrios KambourisGetty Images

La direttrice creativa francese, a sua volta, non ha fatto un pedissequo omaggio a New York ma all’America più on the road, al suo sole e alla sua libertà. Ecco perché ha voluto ripensare gli anni 70 californiani, con le loro frange e vestiti corti stampati, da portare con leggeri stivali da gladiatore.

Kaia Gerber alla sfilata di Longchamp Primavera Estate 2019
Victor VIRGILEGetty Images

E se Kaia Gerber cattura l’attenzione di ogni età, Sophie Delafontaine nella scelta delle modelle ha parlato di 40 donne con una loro identità e differenza di stile. E creativamente arriva a citare come ispirazione la moglie di Keith Richards Anita Pallenberg e l’icona delle star della moda, Veruschka.

Victor VIRGILEGetty Images

Unicità e sensualità nei vestiti ma anche nelle due borse di stagione: la Amazone adornata da pietre vere e la Cavalcade in colori brillanti e stampe animali. E per dimostrare quanto il marchio sia dinamico, domani 11 settembre 2018 Longchamp farà il bis di star con un evento a Parigi, ultima celebrazione delle sette decadi di artigianalità e creatività francesi.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News