Calzedonia debutta in Etiopia per cambiare (il mondo delle donne)

Nuovo progetto per il colosso dell'intimo e nuovo avamposto con fini non solo commerciali. Il motivo? Le donne e il loro ruolo in azienda.

image
Courtesy Photo

Macallè è una città che viene spolverata da venti di sabbia e parole gentili. È una di quelle cittadine etiopi della regione del Tigrai che si ricorda per mitologie e per le sue donne che hanno visi di Madonna. Qui un gigante dell’intimo ha deciso di trovare la sua Itaca. Si chiama Itaca Tessile PLC ed è il nuovo impianto del gruppo Calzedonia che a Macallè eriga la nuova struttura produttiva con una sfida ardua già comunicata: mille dipendenti (si stimano 1.500 a metà del prossimo anno), trasporti e mensa gratuiti, clinica sanitaria e la creazione di un pozzo per il paese. Non solo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

In primis obiettivo è insegnare un lavoro, giustamente pagato, per sviluppare tanto la produzione del gruppo veronese quanto le personalità dei lavoratori coinvolti. Dal controllo qualità al taglio dei tessuti: Itaca Tessile PLC, progetto nato nel 2016, prosegue il fil rouge del colosso di intimo che collabora e sostiene la Fondazione San Zeno, fondata nel 1999 da Sandro Veronesi. Visione umana e visione commerciale di sviluppo in uno dei più importanti poli commerciali d'Africa. Un progetto economico che vuole puntare anche a un messaggio umanitario forte: speriamo concretamente sempre più forte.

Courtesy Photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News