L’Eco Couture di Viktor&Rolf

Meglio il design consapevole o il glamour spirituale? Viktor&Rolf li fondono pensando alla Madre Terra

Per Viktor Horsting e Rolf Snoeren, uno dei significati più profondi della parola glamour è legato al concetto di incantesimo, un'illusione quasi magica creata dalle streghe per trasformare la sventura nei confronti dell'ambiente in azione positiva. Proprio per questo hanno voluto ripensare all’idea di fascino e di glamour con una collezione di rottura ma portatrice di positività.

Intermediaria e fautrice del cambiamento l'artista e alchimista olandese Claudy Jongstra, amica degli stilisti, pioniera della sostenibilità e che da sempre crede nella svolta ecologica. I tessuti usati sono in feltro, realizzati solamente a mano e provengono dalla lana del suo gregge di pecore e ovviamente tinti con ingredienti naturali estratti dai suoi stessi giardini.

Isidore MontagImaxtree

Il suo approccio olistico, anche se molto radicale, per gli stilisti, vuole dimostrare come l'uomo e la natura possano essere interconnessi. Per questo motivo, questa collezione (che ha sfilato tutta in meno di cinque minuti all’hotel Westin), si concentra sul nero o il blu e le sue infinite sfumature, ottenute da Claudy Jongstra con una tintura in un calderone bollente con pigmenti vegetali. L’effetto è scomposto ma sembra replicare la natura fra onde e nuvole. La sua continua sperimentazione ha infatti permesso la riscoperta della realizzazione della del celebre Burgundian black: il più prezioso dei neri ottenuto esclusivamente con ingredienti naturali e ricette antiche.

Matteo ValleImaxtree

L'ispirazione è pagana e le donne a tratti sembrano veramente streghe. I cappotti di feltro nero sono abbinati ad abiti colorati realizzati con tessuti vintage. I capi vengono destrutturati e riassemblati con aghi, come se fossero opere astratte. Elaborati patchwork, applicazioni e lavorazioni con crochet attaccati ai cappotti impreziosiscono le silhouette dal sapore fiabesco. Grazie ai ricami a forma di sole, luna e stelle, la collezione è un’ode a Madre Natura e ai suoi poteri di glamour spirituale e rinascita ecologica.

Nota per le fashionista: lo stilista bretone Christian Louboutin ha “prestato” ai look degli stilisti i suoi mitici stivali in pelle lucida dalle suole purpuree. Collaborazione in vista?

Isidore MontagImaxtree
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News