Il punk nel 2020? Mai così romantico

Inizia da un piercing mobile e surrealista l'Haute Couture della Maison Francesco Scognamiglio

image
Saverio Cardia

Per visitare il nuovo atelier bisogna varcare un severo portone. Subito, però, quello spazio verde in lontananza e quell’elegante ingresso in stile art nouveau tolgono ogni soggezione. E appena si apre la porta, capisci subito che la bellezza autentica del Mediterraneo, quella sensazione (tutta italiana) di far star bene le persone e quel sogno che è proprio dell’alta moda non sono cambiati alla Maison Francesco Scognamiglio. E non è per le imponenti sculture, il letto napoleonico al posto del solito divano d’attesa, le cornici barocche ma è perché lui ti viene incontro con una tale disarmante gioia, quasi fosse la prima volta. Forse perché è abituato a trattare con star come Madonna, Nicky Minaj o Rita Ora (e ci riferiamo solo a quelle di questa stagione), ma l’accoglienza incoraggia al dialogo. Anche perché non ci sono modelle che sfilano o imperiosi manichini ma un dorato, immenso e prezioso stand da cui si può toccare, chiedere e perfino provare quello che si vuole.

Nuvole di tulle nel verde acqua più sognante per la p/e 2020 della Maison Francesco Scognamiglio
Saverio Cardia

Come lo stesso Francesco dice: "I 21 look sono un inno al Punk Romance", tema fin troppo caro allo stilista che però ha sviluppato come sempre in maniera originale. A iniziare dagli accessori: orecchini e piercing al naso sono spille da balia che lui vuole preziose come certi gioielli Boucheron. Decorano i lobi ma cadono anche sulla bocca e così il viso delle modelle si illumina di arte. E se è nero che sia lucente, come quello di una Cadillac. Per ottenerlo ci sono volute, non una passata di vernice, ma migliaia di paillettes rettangolari, ancora applicate a mano e non a telaio, per dare un effetto di inchiostro. Anche i pizzi di Goutarel sembrano nascere a macchina e invece rappresentano la pazienza di donne che credono ancora nell’artigianato. I ricami tridimensionali invece adornano le spalline dell’abito verde smeraldo anche se il look più costoso è sicuramente quello con i mesh di veri Swarovski micropuntinati.

La giacca con il nuovo stemma Maison Francesco Scognamiglio
Saverio Cardia

Tanta modernità che però si accosta anche al romanticismo dei tulle più eterei del grigio, verde pistacchio e rosa antico stropicciato ad arte. E fra tanta seduzione femminile arriva anche una giacca maschile dai revers brillanti di cristalli Swarovski che ha come sorpresa un quadrato rosa, come un nuovo logo: "Sono le mie cifre che sono state disegnate da un calligrafo, poi rielaborate ancora al computer e graficamente messe sulla manica della giacca come segnale di differenza". Di chi non rinuncia alla qualità, all’indipendenza e alla creazione. Francesco infatti continua a credere nel sogno di una ragazza che non smette di credere nella sua femminilità, tutta un connubio di musica, ricordi e atmosfere personali.

Un dettaglio di un abito Alta Moda primavera-estate 2020 della Maison Francesco Scognamiglio
Alessandro Argentieri

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News