#MilanoFashionWeek: tutte le news dalla settimana della moda 21-22

La nostra guida-dichiarazione d'amore a Milano in un toto eventi/curiosità/limited di moda direttamente dalla Milano Fashion Week Autunno Inverno 2021-2022.

Courtesy ANDREĀDAMO

C'è la boutique-wunderkammer che sembra essere stata progettata/toccata da Re Mida, c'è la sfilata che andrà in scena, letteralmente, in uno dei teatri-gioiellino d'Italia, c'è la capsule più inclusiva (e atomica) che desideriamo a partire da ORA. La Settimana della Moda Milano ha appena aperto le sue porte liberty e barocche alla Moda Donna Autunno Inverno 2021 2022 e noi, carta e penna à la main, seguiamo in presa diretta tutto quello che succede dentro e fuori i suoi Archi...

Tutto quello che dovremmo scoprire & da cui lasciarci ispirare è in questa (sempre aggiornata) guida live dalla Milano Fashion Week Autunno Inverno 2021 2022.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Perfezione alchemica
Paolo Roversi

“Gli alberi sono saldamente piantati nella terra, però i rami e il fogliame si innalzano verso il cielo, in cerca di luce e leggerezza”, il Direttore Creativo Gabriele Colangelo racconta così le ispirazioni della nuova collezione Giada Autunno Inverno 21-22. Presentata durante la Fashion Week di Milano attraverso una collaborazione con l’illustre fotografo Paolo Roversi, sotto forma di mostra, che ha interpretato la purezza dell’estetica del brand in una conversazione per immagini, in cui grazia e raffinatezza sublime si fondono in una perfezione alchemica.

2 Maple Syrup
Courtesy Loro Piana

Sensuale semplicità in un flusso ininterrotto, è il refrain della collezione Loro Piana Autunno Inverno 2021-2022 presentata in occasione della #MFW21. Trasmettere il senso del tatto attraverso il colorem proiettare un'idea di femminilità priva di artifici e forzature attraverso le silhouette gentili e le texture impalpabili. Pensato per essere indossato facilmente in tutte le occasioni, il nuovo guardaroba di maison è un bouquet di cashmere, seta, pelle e shearling, dalle calde note di Maple Syrup e Peanut Butter alle tonalità dense di Red Pear e Green Topaz e i toni minerali di Smoky Quartz e Dark Grey, perfetti per la creazione di look (multi)sensoriali.

3 Gli Amanti
Courtesy ANDREADAMO

Evocativo, concretissimo, è il titolo della collezione ANDREĀDAMO Autunno Inverno 2021. Un bouquet di capi dalle sfumature nude (no, non ce n'è solo una, ma di questo ne parleremo presto con il designer neo tormentone della moda worldwide) che racconta la necessità dell’altro in amore. I capi si abbracciano, entrano uno nell’altro stringendosi. La maglieria made in Italy a coste, i dettagli cut-out, la maniche a sbuffo e le tute intere in seamless, l'harness diventa passamontagna, le sovrapposizioni cedono il passo alle assenze. Insieme sono una cosa sola, sono qualcosa in più di quanto sono da soli, nella loro unione si rendono perfetti. Come nella passione, gli amanti.

4 WEAREAHEAD
Carlo Scarpato

La moda deve parlare e prendere posizione per essere realmente inclusiva e mandare un messaggio forte contro la violenza e i pregiudizi, a partire da quello che si indossa. Parte da questo presupposto la creatività di Elena Pioli, Founder&Creative Director di Sophia Nubes, e che trova la sua massima espressione nel manifesto WEAREAHEAD: emblema di una moda forte e autentica. La collezione FW 2021-22 ha debuttato in occasione della Milan Fashion Week con uno streaming live online su SophiaNubes.com e @Sophia_Nubes. Una visione concreta perché il brand ha scelto di collaborare attivamente con Le Pavillon Blanc, l’associazione fondata da Stéphane Ebongue, giornalista e rifugiato politico camerunense, a sostegno delle persone albine e disabili, e ha voluto come testimonial Oxana, modella africana albina, giovane portavoce del progetto e da sempre attiva nella lotta contro le disuguaglianze e ogni forma di discriminazione.

5 At This Stage
Courtesy Photo

"Il titolo della mia nuova capsule collection ha un doppio significato", racconta Gilberto Calzolari, spiegando la nuova collezione Autunno Inverno 21-22. "A una prima lettura, quella più comune, At This Stage significa A questo punto. È una riflessione su questo momento - dove siamo e dove vogliamo andare - in un periodo che ha costretto tutto noi a riflettere e a tornare alle basi, all’essenza. Proprio per questo motivo, ho voluto concentrarmi sul mio DNA, e ho voluto riscrivere il mio alfabeto colorato e vibrante all’insegna della sostenibilità e di una ritrovata femminilità: una collezione confortevole e giocosa che, senza rinunciare all’eleganza, rivelasse una disinvoltura sensuale nell’assemblare i vari capi. Amo da sempre giocare sui contrasti, li trovo interessanti e vitali, e soprattutto, riflettono le contraddizioni della nostra esistenza. Così, in questa collezione ho voluto far collidere sobrietà ed eccentricità, rigore e scatti di follia, un po’ come sono le nostre vite in questo periodo. Volevo trasmettere un romanticismo malinconico verso ciò che non sarà più, ma anche una sensazione di ribellione e di energia, di voglia di reagire e di fare, verso un futuro libero da tutte le costrizioni del momento".

6 Cividini Fashion Film

Cividini sceglie Palazzo Clerici per confermare e sottolineare il suo impegno nei confronti di una moda sostenibile, anche davanti alla prova del tempo. La Sala da Ballo, cuore dei ricevimenti e delle serate mondane d’antan, diventa cornice del fashion film che presenta la collezione autunno-inverno 2021/22. “Emblema dell’arte e della cultura italiana che non nasce per essere consumata ma per essere vissuta e reinterpretata ed esprime, in questo senso, gli stessi valori che rappresentano la nostra maison”, spiega Piero Cividini, CEO e Creative Director di Cividini assieme alla moglie Miriam. Il palazzo - che si erge nel cuore della vecchia Milano - apparteneva a una delle più antiche casate storiche milanesi; e a partire dal seicento divenne proprietà della famiglia originaria del lago di Como la cui fortuna derivava dal commercio della seta, la famiglia Clerici appunto. Sotto la cui gestione divenne una delle dimore settecentesche più lussuose e fastose di Milano, ospitando tra gli altri gli affreschi del Tiepolo.

7 Parola d’ordine: libertà

"Una celebrazione del ritorno alla vita, dal tono urbano, con tocchi femminili e sexy. C’è molto bianco e nero, ma anche il gusto del colore che ci contraddistingue", le parole di Nicoletta Spagnoli raccontano la nuova collezione Luisa Spagnoli Autunno Inverno 21-22 dove la parola d’ordine è libertà, vissuta attraverso volumi ampi e ariosi e silhouette perfettamente calibrate in modo da non costringere il corpo delle donne. Fil rouge dello styling di stagione, un richiamo all’immaginario della parisienne cinematografica, grazie ai cappelli “baker boy” di nappa, ai piccoli foulard annodati al collo e le calze a rete.

8 #FURLAILLUSIONS
Courtesy Photo

Al via oggi 24 febbraio il terzo capitolo di #Furlaillusions, un evento digitale in occasione della Milano Fashion Week, live su furlaillusions.com per scoprire una selezione di creazioni emblematiche della collezione Autunno/Inverno 2021. Gli utenti potranno accedere alla piattaforma tramite un video animato che presenta questo nuovo spazio creativo e mette in risalto la borsa protagonista, la Furla Portagioia. In un’ottica “See now, buy now”, la borsa sarà disponibile in un’edizione limitata in anteprima esclusiva presso il flagship store di Milano in Piazza del Duomo, rinnovato di recente, ma anche a livello globale sull’e-commerce.

9 #ValentinoActCollection
Courtesy Photo

Sarà lo storico Piccolo Teatro di Milano la scenografia (pre)scelta da Maison Valentino per presentare LIVE in digitale la sfilata Valentino Act Collection il prossimo 1° marzo 2021 alle ore 14. Un omaggio e un gesto d'amore alla città di Milano e al suo panorama culturale per continuare e sostenere le attività teatrali nonostante la chiusura dettata dall'attuale situazione pandemica. Il Piccolo Teatro di Milano entra nel mondo dei valori di Pierpaolo Piccioli, che prosegue la sua ricerca nell’umanità e nella diversità di ogni singolo individuo per trasmettere i valori di inclusività all'intera comunità Valentino.

10 #1951
Courtesy Max Mara

Emozionanti, inebrianti, epici. Sono i 70 anni di Max Mara, sono un bouquet di aggettivi sintetizzato da un punto esclamativo in una campagna pubblicitaria con cui la maison celebrava la sua prima decade, sono le premesse-promesse per il futuro suggellate da un fashion show speciale. In occasione della Settimana della Moda Milano, con la collezione autunno inverno 2021-2022 Max Mara celebra il suo 70esimo anniversario rendendo omaggio alla forza e alla determinazione delle donne che hanno ispirato Achille Maramotti fin dalla fondazione del marchio, nel 1951.

11 #LifeAtLarge
Courtesy Photo

“Nasce dalla volontà di esplorare un'altra dimensione: il leisure. È The Attico il sabato mattina, o durante il giorno, mantenendo un tocco after dark nello spirito” Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini raccontano così la nuova capsule Primavera Estate 2021 Life at Large, presentata da una campagna che è un documenti vivo, un bouquet di interviste e video, un puzzle di esseri umani che sono una community e più di una community (P.S. lo scouting è stato realizzato via Instagram) che supera le definizioni, le barriere imposte dalla società, che accoglie tutti, indipendentemente da taglia, età, genere, sessualità. “La collezione ha uno spirito sportivo: forme morbide e volumi drammatici, felpe e magliette sono pensate per essere indossate come miniabiti, i pantaloni ampi hanno la vita bassa, le mini gonne una forma a torchon, un set yoga con stampa logo all over, le scarpe hanno il nostro nuovo e iconico tacco chunky... The Attico è un mindset che può assumere diverse forme mentre evolviamo ed esploriamo nuovi territori".

12 “La Maison”
Courtesy Momonì

Titola così il nuovo fashion film di Momonì, un corto con cui il brand dall'estetica (e l'eleganza) rilassata e cocoon racconta la nuova collezione Autunno Inverno 21-22 in occasione della Milano Fashion Week. L'obiettivo di Nicolò Terraneo (ci) parla del ritorno a una dimensione intima, in cui la temporalità si piega a un’atmosfera confortante di pace e di ascolto, dove i gesti quotidiani, nella loro semplicità, vengono sublimati dai capi di una collezione-manifesto, capace di rendere l’atmosfera domestica avvolgente e tutta da godere. Il knitwear delicato e nobile, che accompagna il corpo nel suo balletto quotidiano; le silhouette scivolate di gonne midi di impronta neo-bourgeois e di ampi pantaloni sartoriali, complici di movimenti lenti; la fluidità di bluse e capispalla cocoon studiati per amplificare l’agio e che conservano, nella loro creazione, la storia virtuosa delle lavorazioni artigianali da cui prendono vita. “Nella natura esplode la vera estetica di Momonì intessuta, letteralmente, di quella maestria artigiana in cui convergono lavorazioni preziose e tecniche sapienti” racconta Michela Klinz, co-founder e creative director del brand. “Momonì racconta una storia di stile che dura nel tempo”.

13 #InstantWonder
Courtesy Photo

Celebrare il cristallo in ogni sua forma, con un grande, grandissimo, pizzico di magia e innovazione. La nuova mission di Swarovski prendere forma in Wonderlab, il nuovo capitolo della maison oggi guidata dal Direttore Creativo Giovanna Engelbert: "Wonderlab è il luogo in cui scienza e magia si incontrano, dove eccentricità ed eleganza si intrecciano: la sensazione di stupore e meraviglia che vorremmo regalare a chi si affaccia al nuovo universo Swarovski”. Una sensazione che diventa materica varcando la soglia dei 28 Instant Wonder prossimi all’inaugurazione worldwide, veri e propri negozi di caramelle preziose per bambine cresciute. In foto, la boutique di Milano in Galleria Vittorio Emanuele II inaugurata il 23 febbraio.

14 How cool is sustainability?

Herno (ce lo) chiede, Herno risponde. La parola chiave del brand devoto al lusso quotidiano del made in Italy permea le sue radici e continua a ispirare le sue collezioni di stagione in stagione. Anche per il drop Herno Globe Autunno-Inverno 2021-2022, raccontato per immagini da un portfolio realizzato sulle sponde del lago Maggiore, a rimarcare e sostenere la bellezza del territorio dove per Herno tutto è partito e tutto ritorna. Il nostro coup de coeur? Il cappotto-vestaglia con cappuccio realizzato in Sustainable Wool, lana made in Italy riciclata al 100%.

15 Alabama Muse + Petite Meller
Courtesy Alabama Muse

Alabama Muse sceglie la cantante più cosmopolita e cool du monde, Petite Meller, come interprete del suo immaginario creativo per la FW 2021 racchiuso nel fashion film presentato durante Milano Moda Donna. Una storia eccentrica e vitale, capace di squarci immaginativi al limite dell’onirico che affonda le sue radici nel background del brand di animal fur friendly Made in Italy contaminando moda, musica e cinema in un percorso inedito in cui la libertà di matrice rock e la joie de vivre ribelle e anticonformista sono le sole strade da seguire. Al centro l’artista parigina con passaporto israeliano e residenza losangelina, Petite Meller, una Lolita in technicolor la cui personalità camaleontica e lontana dagli schemi ne fa la protagonista perfetta dell’estetica underground del brand.

16 Peech Mountain Panorama
Alberto Alicata

Il mondo visto dall’alto secondo Amedeo Piccione. La contemplazione di un panorama di montagna ispira la nuova collezione Peech Fall Winter 21/22 firmata dal designer Amedeo Piccione. Le vette spigolose delle montagne diventano il simbolo di una sfida da vincere, di un obiettivo raggiungibile con dedizione e pazienza, la salita, e poi l’arrivo meritato in cui si abbraccia la vittoria. Come riscendendo le pendici, il gusto Peech si sintonizza su suggestioni country dall’animo British, con pattern geometrici, stampe lineari dai colori vivaci che ricordano gli anni 60, richiami di un grafismo antico ma accurato e classy. L’ambientazione e le immagini di collezione ci restituiscono uno spaccato di vita di campagna aristocratica, dai gesti lenti e azioni rilassate.

17 Grandi Speranze
Courtesy Photo

Per l’Autunno Inverno 2021-22 Veronica Iorio ci porta in visita a casa Dinsmoor, tra fregi a memoria di un’antica ricchezza e la decadenza di un’eleganza ormai perduta: riconosciamo così nella donna di Veronica Iorio una moderna Estella bellissima e annoiata, classy ma sensuale, seducente al limite del sexy. Prendendo spunto dal romanzo Grandi Speranze, il film cult Paradiso Perduto è l’immaginario da cui Veronica attinge per rivisitare l’estetica della protagonista e il suo stile accurato e preciso. Le giacche e i pantaloni dei completi in lana o in velluto hanno proporzioni perfette e tagli definiti, le ruches che orlano la maglieria e gli abiti sono delle leziose aggiunte a capi classici e daily, la maglieria a trecce ha un fit morbido e cozy armoniosamente femminile, e i capispalla in pelliccia sintetica, morbidissimi teddy bear, hanno una forma decisa e colori tenui che insieme alle gonne di satin lisce omaggiano gli anni ’90, creando una linesheet che racconta lo stile corale di quel decennio e restituendoci l’immagine di un’epoca ricca nel suo rigore.

18 Iperrealtà
Courtesy Massimo Zanusso

I arrive alone, I drink alone, I laugh alone, I cry alone, I’m leaving alone. Per il suo debutto alla Milano Fashion Week, il giovane designer Giuseppe Buccinnà si è ispirato ai lavori ed alle parole del poeta persiano Abbas Kiarostami, traducendo nel vocabolario della moda e dei tessuti l'incarnazione di una nuova nozione di tempo che scorre tra solitudine digitale, vacuità di schermo ed iperrealtà. All’interno della collezione autunno/inverno 2021 di Giuseppe Buccinnà, tre diverse tipologie di pelle, trasparenze e forme geometriche si fondono in strumenti di assistenza al corpo che intrecciano piacere e matericità, focalizzandosi sul desiderio del marchio di combinare tecnica ed indulgenza. Sfumature di nero e verde sono le tele grezze di Tecnocotton che supportano la struttura delle fibre di cotone, ponendo le basi per una narrazione invernale costruttivista composta da camicie, reggiseni in pelle, gonne, blazer, completi e abiti asimmetrici. L'uso di tessuti diversi è un'ode ai concetti di fluidità e staticità, gli elementi metallici in ogni capo costituiscono punti di luce fisici e concettuali.

19 Martino Midali For Fashion
Martino Midali

Martino Midali lancia un progetto per sostenere la Moda per i 70 anni del Made in Italy. In occasione della Milano fashion week, il brand Made in Italy celebra la città, dedicando le vetrine di via Mercato e di via Madonnina ai magazine moda e Lifestyle più importanti, Martino Midali For Fashion: una speciale installazione che vedrà protagoniste le cover simbolo (noi di Marie Claire Italia, ci siamo!)e i loro contenuti di eccellenza celebri in tutto il mondo. "Un modo per celebrare non solo la mia città, ma soprattutto le tante persone dell'indotto editoriale che, spesso da dietro le quinte, contribuiscono al racconto del nostro settore con contenuti di assoluta eccellenza”, ha raccontato Martino Midali.

20 Campari, senape, marinière
Courtesy Les Copains

Rosso Campari, rosa bouganville, giallo curcuma e verde smeraldo. Ispirazione Seventies, stile etnico folk, accenti rock contaminati dallo streetwear. Silhouette nitide, minimali e timeless, arricchite da tocchi di fantasia micro e macro del tradizionale logo. La Fall Winter 2021-2022 di Les Copains, à vous. Una collezione dove lo spirito francese e il savoir faire italiano sono nuovamente interpretati dal tratto creativo di Yossi Cohen per immaginare outfit del futuro dall'attitudine chic, informale, elegante.

21 #Determinazione
Sefano Lanza

Espressione di una consapevole ricerca d’identità estetica ed emotiva, che guarda all’eccellenza per raccontare la donna contemporanea, determinata e consapevole della propria femminilità. È il fil rouge che accompagna la nuova collezione MooRER Women Fall/Winter 21-22 presentata in occasione della #MFW21, un racconto in cui l’eleganza metropolitana è protagonista attraverso la creazione di capospalla premium luxury.

22 OOF Winter Games

Moda, sport e sostenibilità sono racchiusi in un fashion film che si fa portavoce della filosofia e dello stile di OOF WEAR al suo debutto nella fashion week milanese. Un messaggio che affida ai fotogrammi video l’essenza della collezione FW 2021 del brand e diventa insieme manifesto del suo dna forte, un corto d’autore (firmato da Andrea Calvetti) che racconta il colore e l’energia dell'athleisure dalle 70s vibes, una dichiarazione d'intenti per il futuro immediato che fa perno sulla filiera virtuosa, convertita in capispalla realizzati con il 100% di tessuti riciclati, perché lo stile può e deve passare anche per un atteggiamento consapevole e rispettoso dell’ambiente.

23 Capannolo + Rothko
Courtesy Photo

È ispirata alla palette cromatica di Rothko la collezione Autunno Inverno 2021-22 di Gianluca Capannolo, che prende vita fra stampe pittoriche astratte, geometriche piene, liberamente sovrapposte. Maxi dots multicolor dall’effetto materico e intrecci ibridi di tinte dal carattere psichedelico nascono dal pennello di Capannolo per tradursi in stampe uniche per celebrare la femminilità più contemporanea, attraverso silhouette morbide che reinterpretano un’estetica dal sapore 80s.

24 I gemelli digitali
Courtesy BACON

Presentata con evento digitale sul sito di Camera Moda, la nuova collezione di piumini Bacon per l'inverno 2022 è un processo virtuoso dove la tecnologia incontra la sostenibilità economica, ambientale e sociale. Il Virtual Sustainable Project del brand fondato Andrea Pilato Barrara svela il DNA del suo futuro immediato, una collezione che si mostra a noi attraverso una sfilata dove avatar e piumini virtuali, gemelli delle puffer jacket reali, si mostrano a noi attraverso un escamotage a "impatto zero" come la filosofia delle nuove collezioni, e della capsule Eco realizzata a partire da materie prime completamente sostenibili.

27 Twenty21
FREDERICO MARTINS

Cuoio di Toscana entra nel womenswear dalla porta principale. Ovvero dalla FW21 di Milano Moda Donna. Twenty21 è il nuovo progetto creativo di Cuoio di Toscana, guidato dal creative director Simone Guidarelli che ha disegnato per il brand Made in Tuscany una selezione esclusiva di capi, calzature e accessori cool dedicati alle eroine della storia d’Italia recente, protagoniste del genio tricolore che hanno lasciato un segno indelebile nel patrimonio culturale, artistico, creativo e scientifico del bel paese: da Oriana Fallaci a Anna Magnani, da Grazia Deledda a Rita Levi Montalcini, passando per Nilde Iotti fino a Alda Merini. Per la prima volta, un materiale naturalmente green e solitamente destinato alla fabbricazione delle suole per le calzature diventa un tessuto non tessuto con cui plasmare abiti e accessori pratici e raffinatissimi.

28 Minimalismo concettuale
Jacopo M. Raule

Creatività e immaginazione sono le parole d’ordine dell’Autunno/Inverno 21-22 firmato Maryling in cui la dimensione artistica prende il sopravvento per farsi manifesto di quotidianità. Tutto diventa ispirazione per il brand: l’astratta e cinematografica pixilation, i geometrismi casuali dipinti sui muri di mattoni di Londra, il minimalismo concettuale delle illusioni ottiche firmate François Morellet, le forme e i cromatismi unici dei collage su legno di Tilde Grynnerup. Protagonista della collezione è una mano sartoriale morbida che si esprime su capospalla e mantelle, cappotti e poncho over, felpe ispirate al knitwear handmade ricche di motivi geometrici, e le maglie audaci, dai colori brillanti.

30 Le ragazze ritornano a casa
Courtesy Photo

Cristina Parodi e Daniela Palazzi sono le fondatrici di Crida, brand moda che celebra “le cose importanti della vita” attraverso i colori accoglienti, i tessuti impalpabili, le texture sognanti. La scenografia della collezione Autunno Inverno 21-22 è la casa, una classica cascina lombarda, dove la terra ancora brulla ospita foglie e fiori dai colori caldi, dove nasce il savoir-faire italiano dal rispetto per l’ambiente e dalla sostenibilità. P.S. Contemporaneamente alla fashion week di Milano, Crida sarà in Rinascente con un pop up temporaneo di tre settimane.

31 #Euphoria
PH ALBERTO PELAYO

Occhi che osservano, occhi che cerchiamo, occhi che ci guardano, sguardi e attenzioni che bramiamo. In un mondo ormai fatto di mascherine, viviamo tutti come se avessimo un velo che concentra tutta l'attenzione sullo sguardo. Yezael, il brand di Angelo Cruciani, propone in occasione della FW 21-22 un "artisanal streetwear" che esplora l'ossessione surreale dell'edonismo. E lo fa attraverso la collezione Euphoria che nasce dall'entusiasmo, dall'eccitazione verso il futuro, pensata per una Generazione Zeta curiosa, non passiva, e ribelle alle regole del consumismo.

32 #111
Courtesy Photo

“Il 1974 ha segnato il primo traguardo significativo per Baldinini: fu l’anno del sabot e venivano prodotte 500 paia al giorno totalmente fatte a mano” racconta Christian Prazzoli, Amministratore Delegato di Baldinini che quest’anno festeggia 111 anni di storia, tradizione, artigianalità e un’eredità omaggio del saper fare italiano. Con la collezione Fall Winter 21/22 il brand svela il suo patrimonio con un ambizioso progetto di riscoperta non solo di due dei suoi modelli iconici, il sabot e lo stivale texano, ma anche della sua storia, comunicandola, in occasione di Milano Moda Donna. “In un primo momento lanciammo una ciabattina spuntata per la stagione estiva ignari dell’enorme successo che avrebbe ottenuto, riproponendola per l’inverno nella sua versione chiusa. Fu un vero e proprio boom del sabot che conquistò tutte le donne per la sua semplice artigiana raffinatezza e il gusto Made in Italy”, to be continued…

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News