Il blu e il nero è il dogma parigino e Brigitte Macron lo interpreta benissimo

Sdoganare minigonna, collant contenitivi e abbinamento blu&nero in un colpo solo: oui, Lady Macron lo fa meglio. Sempre.

image
Photo Gettyimages.com

On ne peut plus chic. Iniziamo questo pezzo con l’epiteto più francese (e più abusato) che conosciamo, iniziamo questo pezzo con la titolazione “rubata” ad ogni quotidiano a strisce blu bianche e rosse che segua l’andirivieni attorno all’Eliseo. Più chic di così non si può. Lo avevamo detto di fronte ai suoi collier anti-rughe, di fronte alle sue pose tattiche, lo avevamo pensato quando aveva svelato (quasi) tutti i segreti per sposare un uomo più giovane di lei. Ma no, lei, la Bibí del Presidente riesce a inserire una nuova marcia al concetto di finesse couture (anche con la quinta inserita). Proviamo ad immaginarci il “cortile” del Palais a Parigi e sua altezza - no, non première dame - sua altezza Brigitte Macron scendere la scalinata d’ingresso con l’azzardo sartoriale da pamphlet immediato. Nicolas Ghesquière lo ha “solo” confezionato, lei lo ha “solo” indossato: Brigitte Macron in tailleur Louis Vuitton, Brigitte Macron in minigonna (ovvio) e giacca strutturata, Brigitte Macron in blu e nero. Sì, insieme. Sì, senza nessuna parentela interista alle spalle. Sì, nel modo più politico e popolare insieme, il manuale di stile di Brigitte Macron ci spiega come abbinare blu e nero senza rischiare un processo per direttissima in Cassazione (ps: è suprema anche nella scelta only blu-only you come nella foto in apertura).

Photo Gettyimages.com

Blu e nero stanno bene insieme e a dircelo non è la carta patinata, non è un guru dalle visioni anacronistiche. Blu e nero stanno bene insieme e a dircelo è la donna che ci ha raccontato la storia, anzi no, la favola delle calze contenitive e color carne, spesse e opache (sob), indossate in mondovisione, indossate al fianco di un uomo 24 anni e 4 mesi più piccolo. Touché. Braccia aperte verso la prima donna argentina Juliana Awada (il primo incontro tra le due era avvenuto quest’estate e aveva dato inizio ad un battage couture non indifferente), Brigitte Macron, pardon, Brigitte Marie-Claude Trogneux fa gli onori di casa all’ospite 44enne in abito nero floral accollatissimo e blazer ton sur ton. Di anni ne ha il doppio, 64 per essere precisi, ma Brigitte e il suo tailleur “svecchiato” dal blu Navy Peony, dagli inserti in pelle, dal collant scurissimo e lo stivaletto lucido, “svecchiato” da Brigitte Macron stessa. La donna che toglie la polvere dai closet presidenziali e dai protocolli al femminile, che ha il coraggio di alzare la gonna di qualche centimetro e la voce di qualche tono, "solo" per dire: ormai una donna non può restare in secondo piano.

Photo Gettyimages.com
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star