Cosa dobbiamo (ancora) imparare dalle foto di Jane Birkin e Serge Gainsbourg

E soprattutto perché le foto-copia di Kylie Jenner e Travis Scott dovrebbero farci riflettere. Molto.

Getty Images

Nota per il lettore: non sono venuta a dirti che me ne vado via dall’internet, dopo aver visto le foto di Kylie Jenner e Travis Scott che “si ispirano” alle foto di Jane Birkin e Serge Gainsbourg. Quelle che immortalano l’ascesa - mediatica ed economica - dei due Bonnie e Clyde del web. Quelle che vorrebbero farci urlare ops commentare al mondo intero che se, con quei sorrisini pasciuti, voi ci amate, noi non più. O meglio, noi ricambiamo qualcun altro.

Se stare al passo con i Kardashian, dal 2007 a oggi, non è mai stata cosa agile, figurarsi con i post su Instagram di Kylie Jenner. Praticamente un Vaso di Pandora scoperchiato ad ogni foto pubblicata. Figurarsi quando la più giovane self-made billionaire della storia e il padre di sua figlia Stormi, il rapper Travis Scott, posano per la copertina (già) più chiacchierata dell’anno. Travis Scott e Kylie Jenner su GQ America di agosto 2018 come i Jane Birkin Serge Gainsbourg di fronte all’obiettivo di Helmut Newton nel 1978, o in quello di Guy Bourdin del ’70, di Terry O'Neill del ’69. Kylie Jenner e Jane Birkin entrambe diventate madri giovanissime e, sempre giovanissime, uscite da relazioni complicate con compagni complicati. Prima di incontrare gli amori di una vita, platonici e platonica.

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

Dalle pose (in)consciamente intime e volutamente sfacciate, agli abiti che tentano di attualizzare ciò che è già atemporale, alle costruzioni fotografiche e scenografiche praticamente identiche. Lo shooting Travis Scott Kylie Jenner su GQ è pane (fragrante) per i canini (un po’ avvelenati, diciamolo) degli amateur della coppia più scandalosa/sensuale/maledetta/cantata dei Settanta. Jane Birkin e Serge Gainsbourg “più” in tutto e di tutti, perfino di loro stessi. O meglio, dell’immagine che il mondo aveva costruito/immaginato/sognato di loro. Rivoluzionaria, sì. Provocatoria, pure. Inedita, totalmente. L’amante gallico con la camicia e lo sguardo costantemente sgualciti che accoglie tra le sue braccia incontentabili, sul suo divano polveroso, il fiorellino della Londra bene con le corde di una chitarra in una mano e un cestino di vimini dall’altra. Un frame da pellicola erotica d’antan che è diventato/abbiamo fatto diventare un look da cliché social-e?

Qui est "in" ? Qui est "out" ? Qui est "in" ? Qui est "out" ? / Chi è "in"? Chi è "out"? Chi è "in"? Chi è "out"?

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star