Lancôme
I migliori articoli di oggi
1
L'arma (non troppo) segreta per un viso splendente

Again, Charlotte Casiraghi è il negativo fotografico di sua madre Carolina di Monaco

Ospiti d'onore al tributo a Karl Lagerfeld, mamma e figlia Grimaldi si sono presentate da false opposte: forse per essere identificate meglio?

image
Getty Images

Karl For Ever, indossato come una dichiarazione. Al tributo ufficiale al Kaiser della moda degli ultimi 60 anni, Charlotte Casiraghi e Carolina di Monaco erano le ospiti d’onore, principesse di eleganza innata e distillato di snobismo francese. Somiglianti q.b. da essere scambiate per sorelle, identici ovali e bronci da épater la bourgeoise (ma prima me lo sposo), nel look stavolta hanno capito di doversi (far) distinguere. Marcare la differenza d’età scegliendo il colore più severo e sobrio per la più giovane Charlotte Casiraghi in abito nero con scollo squadrato, core business della sua filosofia di stile maliziosamente rivelata dagli spacchi velati della longuette, e destinando alla defilatissima Carolina di Monaco la luminosità di una camicia bianca dalle maniche velate e fiocco nero d’ordinanza Chanel, pantaloni caviale e tradizionale ballerina bicolor, simbolo della maison guidata da Karl Lagerfeld fino all'ultimo. Stavolta opposte come il giorno casual chic di Carolina di Monaco e la notte stellata di diamanti degli orecchi di Charlotte Casiraghi con i capelli raccolti nel più slick degli chignon da ballerina.

Getty Images

Identiche, nonostante tutto. Unite nei colori che l'amatissimo amico Karl Lagerfeld sceglieva come più rappresentativi di sé e delle sue collezioni. Charlotte Casiraghi e Carolina di Monaco si specchiano l’una nell’altra e giocare a “trova le differenze” (spoiler: poche). Ma la scelta di osare due look completamente agli antipodi non stupisce, anzi, avvalora la tesi che Charlotte Casiraghi copi sua madre Carolina riproponendo a 23 anni di distanza (tanta è la differenza di età tra la principessa filosofa e la principessa ex ribelle) i look che sancirono la straordinaria bellezza sobriamente esplosiva della primogenita di Grace Kelly. La linea matrilineare del nero che la classe di Grace limitava al costume intero nero, ma che Carolina ha indossato spesso per gusto 80’s di nightlife e poi ha dovuto vestire di sofferenza dopo la morte dell’amatissimo Stefano Casiraghi, papà di Charlotte. Alla figlia Charlotte Carolina ha cercato di insegnare a prendere soltanto il meglio di quel color liquirizia lucente, vestendolo di simbolismo solo quando necessario. Al funerale di Karl Lagerfeld Charlotte Casiraghi e Carolina di Monaco erano entrambe, giustamente, a lutto stretto nero. Al tributo, Carolina ha scelto la luce del bianco. Lasciando a Charlotte Casiraghi l’abito nero rappresentativo, che sia cortissimo e rivelatore delle sue gambe o di quella lunghezza al polpaccio che nella mancanza di centimetri ha la quintessenza dell’eleganza, e l’incombenza della celebrazione. Due facce di una stessa medaglia di stelle del look, così simile eppure così diverso. A breve forse Charlotte ruberà quella camicia bianca di mamma Carolina, così come fece coi boyfriend jeans del marito Dimitri Rassam, riconfermando la sua eterna ed eterea uguaglianza allo stile materno. Immutato, regalmente casual, e per questo totalmente Charlotte.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star