Ricomincia l'estate, merito dei costumi da bagno curvy, eco, veri di We Are we Wear

Colori sprizzanti gioia pop, comfort da spiaggia e taglie per ogni corpo nei costumi We Are We Wear, un inno alla body positivity.

image
Courtesy

Prendi un filo e sospendilo tra l'Inghilterra e l'Italia. Prendi un filo di lycra riciclata dalle reti da pesca e scarti di tessuto lavorato, e lega il made in Italy più innovativo dell'industria tessile con il fiuto business di due donne intelligenti, Natalie Paul e Chelsea Williams, ex designer di costumi da bagno e buyer di Asos. Da questa idea nascono alcuni dei costumi dell'estate 2020 di cui sentiremo parlare: sono i costumi da bagno We Are We Wear. Il nome del brand è il riassunto di un pensiero: siamo quello che indossiamo e ci piace. "Ogni donna dovrebbe sentirsi sicura di sé in costume da bagno" si presentano senza mezzi termini le due fondatrici sul sito ufficiale.

Courtesy We Are We Wear

La scelta stilistica delle fondatrici di WaWW è forte, attuale, efficace: un viaggio a tinte fluo con pois spray, reggiseni in grado di sostenere scollature curvy, impalpabili triangoli tirati da laccetti sui fianchi per le fan di abbronzature minimaliste. Tra i costumi estate 2020 proposti trovano spazio anche i pratici double-face da adattare all'umore del giorno nella linea Reversible, dove un costume intero può trasformarvi da bagnina di Baywatch a Jane Fonda epoca aerobica. Con questi fili di lycra riciclata (la linea ECO, attenta all'impatto ambientale, è realizzata recuperando materiali già utilizzati: una tendenza sempre più presente nell'urgenza ecosostenibile dei costumi da bagno curvy e non) si tesse l'elemento centrale della filosofia del brand, la body inclusivity. L'ethos di We Are We Wear è incoraggiare le donne a essere se stesse sempre e comunque, in ogni momento e in ogni campo d'azione. Costumi reversibili che spaziano dalla XS alla XXL per davvero e possono essere utilizzati anche oltre la spiaggia.

Courtesy

We Are We Wear è un caleidoscopio di volti luminosi e di bellezze diverse: gambe mostrate con orgoglio, fianchi reali di sacrosanta differenza, altezze che variano come le proporzioni naturali e umane. Sono costumi da bagno per donne vere, creati dalle stesse donne vere che per tanto tempo hanno visto le storture dell'industria e vogliono rispondere cucitura per cucitura, lycra per lycra, comodità per comodità, alle reali necessità contemporanee. Non c'è trucco che modifichi le polaroid delle modelle scelte per interpretare i bikini e i costumi interi di We Are We Wear. L'unico make up concesso è un velo di crema solare sulla pelle, il sale che profuma i capelli, i piedi affondati nella sabbia. Per quel bagno di sole in libertà e confidence che asciuga rapidamente l'ultimo nodo di insicurezza sotto il costume.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Tendenze