Qui e ora, i look da rockeuse che scortano i nostri weekend

Dalla sfilata Aniye By Autunno Inverno 2020-2021 arrivano le visioni/ispirazioni per outfit of the night atomici.

Qual è il suono che fa la notte quando cala sugli usci d’ingresso dei club, sui fari di una macchina in corsa, sulle dita intrecciate di chi balla? Potrebbe avere la colonna sonora di un documentario sul punk anni Settanta o la discografia dei Rolling Stones oppure i suoni che sembrano venire da un altro Pianeta come quelli di David Bowie. Potrebbe avere il ritmo “di falcata” dell’ultimo show di Aniye By Autunno Inverno 2020 2021, una sfilata, un party, un live, un momento icona del pre-fashion week milanese ospitato nel tempio del clubbing della città, i Magazzini Generali. Ci piace immaginare che la direttrice creativa Alessandra Marchi abbia abbozzato le silhouette dei suoi look ascoltando le note dei Clash, dei Sex Pistols, dei Guns ’n’ Roses e che, le loro melodie, l’abbiano ispirata nella creazione di una collezione che celebra gli eccessi glam, resi contemporanei dal savoir-faire del brand, di quegli anni. Eco-fur dai colori neon o pastellati (colpo al cuore la pelliccetta rosa polvere), longuette animalier che sembrano essere state intinte nei cristalli, completi minimalisti che nascondono dettagli da rockeuse e, immancabili, le t-shirt dei gruppi musicali che si trasformano in fedelissimi capisaldi couture da tramandare… Fra gli ospiti della serata-evento, le melodie fluide di Venerus, la promessa del rap al femminile Madame e l’icona a cavallo fra le generazioni di Marracash (che abbiamo incontrato, ascoltato, provocato nel backstage della sfilata). Artisti che hanno confermato ancor di più l’indissolubile legame fra le collezioni Aniye By e la musica, fonte ispiratrice prima che evolve e modifica tendenze e visioni, e ci accompagna all’inizio di quella notte appena calata, fino a scomparire…

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Tendenze