Disamina della tendenza "ciabatte da piscina" indossate con una certa scioltezza, anche lontano dall’acqua

Dalla versione concettuale con calzino d'ordinanza ai brand della pop culture, analisi semi-ironica della tendenza sandali primavera-estate 2021.

sandali
yeezymafiaInstagram

Le ciabatte da piscina come ultima e (im)probabile tendenza della prossima estate? Un colpo sotto la cinta alla moda, che aveva da poco accettato e adottato le scarpe Birkenstock – tramutando il sandalo Arizona in complemento piuttosto cerebrale di look fintamente rilassati, con allure da intellettuali sì, ma dégagé. In materia "scarpe improbabili", era ancora al palo la disquisizione sugli UGG boots, il cui successo pop(olare) aveva obbligato le intellighentie dei front row ad indagarne per come, ma soprattutto perché. Amate da una larga fetta di pubblico dall'età eterogenea, che pur riconoscendone l'inadempienza ai canoni estetici classici, le sfoggiava già prima della pandemia, e si era sentita autorizzata ad eleggere gli stivali in pelo calzatura d'ordinanza dell'anno pandemico, il loro utilizzo aveva mandato i professionisti del ready-to-wear in confusione. Continuare a rifiutarne, stoici, l'ammissione nel reame del "concesso", in ragione della loro evidente difformità estetica, o abdicare di fronte all'insindacabile "voto popolare"? Quesiti che ora sembrano questione di lana caprina, quando all'orizzonte si profila un nuovo e peggiore dilemma, quello delle ciabatte da piscina da indossare con una certa scioltezza anche lontano dall'acqua. A perorare il trend, ovviamente ci sono celebrities e personalità capaci, con i loro folti seguiti social(i) di influenzare i gusti: tra le prime, Hailey Baldwin, coniugata Bieber, che si è fatta avvistare a Los Angeles, in perfetto outfit ginnico, top e leggings total black, la borraccia, ça va sans dire, di design e delle ciabatte dalla maxi suola, con fascia rosa fluo. Se pure i climi della città degli Angeli consentono il piede nudo, la domanda è sull'utilità: si dubita delle doti atletiche della ciabatta – anche se pure la pletora di collanine in oro al collo non rende più semplice lo sforzo di agilità richiesto dalle attività fisiche – così come ci si interroga sull'utilizzo delle delicate calzature, firmate The Attico, con fascia in satin, vicino a una qualunque fonte d'acqua, che rischierebbe di macchiarle in maniera indelebile.

MEGAGetty Images

Il problema, forse, è che certe celebrità e figure in vista, vivono in universi paralleli, tra solerti assistenti e continui cambi d'abito tra palestra e ristorante, estetista e avvocato, utili a farsi trovare sempre in ordine – e con indosso gli abiti giusti – quando fingeranno di essersi fatte sorprendere dai fotografi, all'uscita della lezione di yoga. Le coordinate banali, volte a dei discorsi di praticità e buon senso, che usiamo per dirigere le nostre vite da comuni mortali, semplicemente, a loro, non si applicano. Certo però è lievemente più comprensibile la scelta di stile di Bella Hadid, che sempre con un paio di ciabatte si è fatta avvistare agli imbarchi dell'aeroporto di Los Angeles. Un look completato da jeans baggy, una giacca a vento con profilo in montone, e calzino bianco d'ordinanza, forse l'ensemble non era particolarmente elegante – ma d'altronde, dall'avvento di Demna Gvasalia da Balenciaga, anche quelle teorie sul buon gusto sono sembrate talmente antiche da esser messe in cantina, rispolverando l'estetica del brutto, già sfoderata 30 anni fa da Martin Margiela – ma almeno appariva pratico abbastanza per affrontare un volo tra le due coste.

Kendall Jenner a Los Angeles
MEGAGetty Images

Più concettuale, l'approccio di Kendall Jenner, anche lei, pare, abituata ad allenare il suo corpo da modella con l'apporto pratico delle ciabatte. Avvistata a Los Angeles in leggings, top e mini-cardigan color mattone, il modello è però distinto da una eclettica suola a zig zag, in un tenue beige, e abbinato al necessario calzino – ormai vessillo identitario di chi vuole distinguersi dai comuni mortali, sprovvisti del necessario coraggio per abbinare una scarpa aperta e nata pensando di favorire la traspirazione del piede, con una calza in spugna. A firmarli, in questo caso, il suo (futuro ex) cognato, Kanye West, che li ha realizzati per Yeezy. Se però ci si sente rassicurati dal fatto che certe tendenze siano per ora limitate a territorio oltre Oceanici, la realtà è che la new wave del sandalo da piscina è già riuscita a realizzare il salto di specie, approdando sulle celebrity italiche. Lo si è visto già indosso all'influencer Veronica Ferraro, verde acido, in tessuto, firmato Bottega Veneta, e sfoggiato per un weekend fuori porta con le amiche. L'unico caso nel quale, seppur tessilmente inadatte, le calzature siano state indossate, effettivamente a bordo piscina. Rendendole apparentemente confacenti all'ecosistema circostante, quasi desiderabili: l'interrogativo è se cederemo, e se la moda ci concederà, di nuovo, un lascia passare speciale. D'altronde, dopo un anno di pandemia e ciabatte da casa, la transizione verso un'apparenza di normalità, comporterà pure qualche passo falso.

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Tendenze