Il futuro dello stile minimal chic è in Russia? Scouting di nuovi talenti alla MBFW di Mosca

Alla Mercedes Benz Fashion Week Russia, le collezioni dei nuovi stilisti emergenti sono un'ode al minimalismo parigino/milanese. O molto altro?

fashion week russia, stilisti emergenti, stilisti emergenti russia, stilisti emergenti est europa, Mercedes-Benz Fashion Week Russia, moda autunno inverno 2019 2020, moda autunno 2019, moda inverno 2020, designer emergenti, designer emergenti est europa, moda russia, moda est europa, marchi moda russia, marchi moda est europa, stilisti russi famosi
Courtesy Photo

Mentre da anni Demna Gvasalia si è affermato come enfant prodige della neo moda francese, street/couture, brutalist e provocatoria, e Gosha Rubchinskiy, come paladino worldwide della subcultura skater, oltre che la versione post-sovietica di Supreme, la neo generazione di designer russi intende delineare un nuovo minimalismo, intellettuale, severo, contemporaneo. E abbattere una volta per tutte gli ultimi stereotipi viventi che aleggiano su stile/look russo.

Sulle passerelle dell’ultima Mercedes Benz Fashion Week Russia 2019 il loro manifesto è di intenti: tagli rigorosi, linee essenziali, sperimentazioni monocrome, make up naturali. Nessuna paillettes, una totale assenza di scintillii, décolleté voluttuosi, gioielli vistosi o plateau impraticabili, bensì collezioni concrete (e complete), un daywear dalle capacità internazionali e dalle vestibilità timeless. Un guardaroba Made in Russia che potrebbe conquistare persino le buyer più esigenti come le inconsolabili Philophiles (ovvero le orfane di Phoebe Philo). Clienti fedelissime al loro dress code, poco inclini al cambiamento o alle fluttuazioni dei trend, e sempre alla ricerca di nuovi nomi understated, no logo, a cui votarsi: a loro la Russia con i suoi nuovi designer ha qualcosa da dire.

Ora vi raccontiamo, best look dopo best look, 5 stilisti emergenti russi visti alla Mercedes Benz Fashion Week Russia Autunno Inverno 2019/2020 accomunati dalla stessa istanza: votarsi agli standard del minimalismo intellettuale internazionale e liberarsi per sempre da ogni pregiudizio.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 STILISTI RUSSI DA CONOSCERE = RUBAN
Courtesy Photo

Sono le sorelle Olsen della moda russa, Alice e Julia Ruban hanno una visione pulita, chiara, elegante, usano solo tessuti di primissima qualità e sono attente al rigore sartoriale.
Hanno fondato il loro brand nel 2010, dopo anni di sana gavetta nel fashion system, ovvero da stagiste ad assistenti, da stylist rinomate a designer affermate. Oggi le loro collezioni sono sinonimo di femminilità ricercata, sofisticata, contemporanea.
Segni particolari: trasparenze vedo-non-vedo, tagli grafici, multilayers di stoffe, lane e sete.

Best Look Autunno Inverno 2019/2020: l’abito sottoveste color nude percorso, su strati di tulle, dai tratti dei cartamodelli - il fil rouge della collezione - abbinato a un perfetto esempio di sandalo minimalista anni Novanta.

2 STILISTI RUSSI DA CONOSCERE = ALEXANDER ARUTYUNOV
Courtesy Photo

L’erede di Demna Gvasalia - e l’astro nascente della scena russa - si chiama Alexander Arutyunov. Nato anche lui in Georgia, a Tbilisi, ha lasciato la città natale per proseguire gli studi e fondare il suo fashion empire a Mosca. Dal 2011, anno della sua prima solo collection, è riconosciuto worldwide per il suo bold design, contaminato da influenze georgiane e costruzioni sartoriali maschili, addolcite da proporzione sofisticate.
Se il suo nome vi è completamente nuovo, memorizzatelo su-bi-to, ne risentirete parlare mooolto presto. E chissà, forse da Parigi o New York.


Best Look Autunno Inverno 2019/2020:
il cappotto e/o maxi dress color latte dalla costruzione immacolata, con ampio scollo, piccoli revers e finte tasche. Da indossare in purezza senza orecchini, collane, anelli e make up. Unico extra concesso: un paio di shades dal filtro anni Settanta.

3 STILISTI RUSSI DA CONOSCERE = HOVANSKIE
Courtesy Photo

La collezione di Hovanskie potrebbe essere stata disegnata ovunque, New York, Londra, Seoul... L'imprinting internazionale, l’estetica up-to-date e la visione global, è il risultato di menti freschissime. Alla direzione del marchio i fratelli gemelli Ilya e Nikita Hovanskie, nati alla fine degli anni Novanta, in collezione mixano referenze primi anni Duemila (in pratica i loro ricordi d’infanzia) a nuovi codici genderless, colori-non-colori a tinte fluo.


Best Look Autunno Inverno 2019/2020: la loro versione del look da ufficio con tanto di badge di riconoscimento. La loro fonte d’ispirazione? La mamma. “Abbiamo visto nostra madre prepararsi ogni giorno", dicono i due. "E non abbiamo mai veramente capito come riusciva ad essere sempre così bella e allo stesso tempo lavorare e prendersi cura di noi”. Il dubbio sorge spontaneo: ma la mamma vestiva Prada?!

4 STILISTI RUSSI DA CONOSCERE = OTOCYON
Courtesy Photo

Creiamo abiti intelligenti per donne contemporanee. L’ispirazione sei Tu. È l’incipit che si legge sul sito di Otocyon, l’etichetta consapevole della ventiseienne Lesya Volchok-Rusakovich devota a una femminilità moderna, indipendente, libera. Impegno estetico/sociale che si legge nei i volumi dei suoi capi, nelle silhouette scultoree, tra le pagine dei suoi lookbook esistenzialisti. Ma anche dalle sue scelte in passerella: ha aperto e chiuso lo show con una mini perfomance, una squadra di donne marcianti, in body color carne, di differente età, altezza, fisionomia.


Best Look Autunno Inverno 2019/2020
: pantalone a palazzo nero, morbido, a vita alta, plus dolcevita in tulle color nude (senza reggiseno,), frangia spettinata e stivaletto nero con punta quadrata, prossima shoes obsession fw1920 certa!

5 STILISTI RUSSI DA CONOSCERE = / SELFÉTUDE
Courtesy Photo

Ekaterina Okhotnikova è tra le new faces della MBFW Russia, ha fatto il suo debutto al Futurum Moscow, la catwalk dedicata agli stilisti emergenti. Ha studiato alla St. Petersburg University of Technology e poi Design alla Domus Academy di Milano, dove non solo ha appreso il savoir-faire italiano e l’amore per le lane biellesi e i filati pregiati, ma anche la vera essenza del minimalismo, chic, borghese, 100% milanese, che rivive, look dopo look, in tutta la sua collezione.


Best Look Autunno Inverno 2019/2020: il cappotto oversize, antracite, chiuso da una fusciacca ton sur ton, con pantalone ampio nero caviale e boots rasoterra.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Tendenze